Anno Accademico 2018/19





Scuola di Ingegneria Industriale e dell'Informazione



Regolamento Didattico del Corso di Studio in:


Ingegneria Elettronica
Laurea Di Primo Livello


Sede di: Milano

1. Informazioni Generali

Scuola Scuola di Ingegneria Industriale e dell'Informazione
Codice Corso di Studio357
Corso di StudioIngegneria Elettronica
OrdinamentoOrdinamento 270/04
Classe di LaureaL-8 - Ingegneria dell'informazione
Livello Laurea Di Primo Livello
Primo AA di attivazione 2008/2009
Durata nominale del Corso 3
Anni di Corso Attivi 1,2,3
Lingua/e ufficiali Italiano
Sede del corso Milano
Preside Antonio Capone
Coordinatore CCS Franco Zappa
Sito web della Scuola http://www.ingindinf.polimi.it
Sito web del Corso di Studi
http://ccs.dei.polimi.it/elettronica/


Segreteria Studenti - Milano Leonardo
Indirizzo VIA C. GOLGI, 42 (MI)

2. Presentazione generale del Corso di Studio

Il corso di studi in Ingegneria Elettronica prepara lo studente a progettare, utilizzare ed innovare dispositivi, circuiti e sistemi elettronici, a guidare l'evoluzione negli anni di questo settore tecnologico con competenza e professionalità ed a promuoverne la diffusione nei campi dell'attività umana dove se ne individuino dei vantaggi. L'obiettivo del corso è di formare professionisti dotati di una ricca e solida preparazione sul piano scientifico e tecnologico, che coniughino gli aspetti fisico-chimico-matematici propri delle tecnologie più avanzate con la capacità ingegneristica di sviluppare applicazioni, prodotti e sistemi elettronici innovativi utilizzabili nei più diversi ambiti applicativi, spesso aprendo nuovi mercati ed inventando nuovi settori di utilizzo.  

.

L’ingegneria elettronica è alla base di tutte le tecnologie dell’attuale era dell’informazione nei vari aspetti della vita, del lavoro e della società. La ricerca nel settore delle tecnologie elettroniche è, come noto, continua e stimolata dalle più disparate applicazioni. Processori sempre più veloci e memorie sempre più dense sono infatti elementi elettronici imprescindibili di un qualsiasi sistema informatico, come pure sensori a semiconduttore sensibili e miniaturizzati dialogano costantemente con il mondo esterno nei sistemi robotizzati più raffinati utilizzati nella produzione industriale, nell’aiuto alla persona o nella guida autonoma. Senza contare la pervasività dei sistemi elettronici nelle telecomunicazioni, con la realizzazione di circuiti elettronici sempre più complessi e veloci che hanno consentito l’esplosione delle comunicazioni cellulari, su fibra ottica e satellitari. Queste capacità di innovazione tecnologica e di progettazione elettronica, unite a una solida conoscenza delle materie scientifiche di base, sono essenziali anche per lo sviluppo dei sistemi biomedicali, della strumentazione scientifica di ricerca e dei sistemi innovativi nano e bio-elettronici che sempre più sostengono l’evoluzione verso una società sostenibile incentrata sull’uomo e sulla sua salute.

.

L'ingegnere elettronico è colui che progetta questi sistemi, li realizza, li verifica sperimentalmente e sa modellizzare la realtà fisica con cui i sistemi elettronici interagiscono per comprendere, descrivere ed analizzare queste interazioni. E' una figura professionale molto raffinata ed orientata ad una continua innovazione rivolta al miglioramento delle prestazioni, alla riduzione dei costi di progettazione e di produzione ed all'estensione dell'impiego dell'elettronica in ambiti sempre più diversificati nonché all'invenzione di nuovi dispositivi e sistemi. 


3. Obiettivi Formativi

La natura fortemente interdisciplinare dell’elettronica impone una preparazione scientifica e tecnica ad ampio spettro fin dalla Laurea di Primo Livello, tale da permettere sia un efficace inserimento nel mondo del lavoro già a valle della Laurea triennale sia una approfondita specializzazione degli studi nei livelli superiori del percorso universitario.

.

Per rispondere a queste esigenze di formazione il Corso di studi in Ingegneria Elettronica è basato su due livelli, un ciclo Triennale di formazione di base ed un livello Magistrale biennale in cui si affrontano temi specialistici. Con riferimento al triennio del Corso di studi in Ingegneria Elettronica, nei semestri iniziali vengono concentrati gli insegnamenti di base (matematica, fisica classica e moderna, chimica molecolare e programmazione) in cui lo studente acquisisce gli elementi essenziali delle discipline scientifiche che costituiscono la base indispensabile degli studi di ingegneria. Ad essi si raccordano naturalmente, nei semestri successivi, i contenuti avanzati delle discipline più specificamente elettroniche e progettuali (elettronica analogica, sistemi elettronici digitali, dispositivi microelettronici, elettronica dello stato solido, optoelettronica, sensori e strumentazione elettronica e microcontrollori). La preparazione elettronica è accompagnata e completata negli stessi semestri dallo studio dei fondamenti delle altre discipline dell'ingegneria dell'Informazione, quali l'Automatica, le Telecomunicazioni e l'Informatica, con l’obiettivo di acquisire una preparazione solida ed articolata anche negli ambiti applicativi. Nell’ultimo semestre, gli studenti che non intendono proseguire gli studi possono optare per un tirocinio formativo presso una delle numerose aziende del settore, in modo da acquisire competenze professionali specifiche in vista della transizione al mondo del lavoro.

.

I metodi di insegnamento e di verifica della preparazione contribuiscono ad una formazione non limitata alla sole conoscenze scientifiche e tecniche, ovviamente fondamentali ed irrinunciabili, ma anche volta a consolidare nello studente le capacità cognitive più generali, quali la comprensione e lo studio autonomo funzionali all’educazione continua post-laurea necessaria per mantenere sempre aggiornate le competenze in un settore in continua evoluzione, la comunicazione scritta e orale a supporto del lavoro di gruppo, e la soluzione di problemi complessi mediante la loro scomposizione e modellizzazione.


4. Schema del Corso di Studio e successivi livelli di formazione

4.1 Schema del Corso di Studio e Titoli conseguiti

Il ciclo degli studi in Ingegneria Elettronica è articolato su tre livelli:

  • Laurea, della durata di tre anni.
  • Laurea Magistrale, conseguita successivamente al titolo di Laurea e della durata di due anni.
  • Dottorato di Ricerca, successivo ai primi due livelli e della durata di tre anni.

Questi tre livelli sono percorribili solo in modo sequenziale. Il percorso formativo completato ad un livello può consentire sia l’ingresso nel mondo del lavoro sia il proseguimento degli studi verso il livello successivo.


Il Corso di Laurea, o di Primo Livello, in Ingegneria Elettronica, della durata di tre anni, fornisce una solida formazione ingegneristica di base ed una panoramica dei dispositivi, dei circuiti e dei sistemi elettronici tale da consentire allo studente l’accesso al mondo del lavoro con un’adeguata conoscenza metodologica per operare con competenza e professionalità negli ambiti di utilizzo di sistemi elettronici anche complessi. Gli studenti che non intendono proseguire gli studi possono optare per un tirocinio presso una delle numerose aziende del settore, con l’obiettivo di acquisire specifiche competenze professionali in vista della transizione al mondo del lavoro. A conclusione del ciclo di primo livello, lo studente viene proclamato laureato in Ingegneria Elettronica. 

.

Il successivo Corso di Laurea Magistrale, o di Secondo Livello, in Electronics Engineering ha la durata di due anni, in cui lo studente ha la possibilità di approfondire gli aspetti più avanzati dell'elettronica moderna e di acquisire una spiccata attitudine progettuale ed un’ampia versatilità per affrontare anche progetti di estrema complessità. Il corso, infatti, fornisce allo studente gli strumenti per la progettazione circuitale integrata sia digitale che analogica, per la realizzazione di dispositivi a semiconduttore per la microelettronica, l’optoelettronica e la sensoristica, per la concezione di strumentazione elettronica innovativa e per la realizzazione di sistemi elettronici complessi per le telecomunicazioni, per la medicina e le nanotecnologie. Questo programma formativo fornisce al Laureato Magistrale una formazione vastissima in grado di far fronte ad uno scenario tecnologico in continua evoluzione. Dopo la Laurea Magistrale gli studenti avranno sviluppato una elevatissima capacità progettuale adatta ad affrontare con successo le sfide di innovazione e sviluppo del comparto produttivo tecnologicamente più avanzato. La multidisiplinarietà tematica del corso e l’enfasi sugli aspetti metodologici conferiscono al laureato la maturità necessaria per assumere incarichi di responsabilità, sia a livello tecnico sia di gestione.

Questo ciclo di secondo livello si conclude con un lavoro di tesi in cui lo studente ha la possibilità di partecipare in prima persona all’attività di progettazione e di ricerca condotta dai docenti all'interno del Politecnico, oppure in collaborazione con l’industria o con altre Università e centri di ricerca in Italia e all’estero.

.

Il Corso di Dottorato di Ricerca, o di terzo livello, sviluppa ulteriormente la formazione in Ingegneria Elettronica successivamente al conseguimento della Laurea Magistrale. Questo corso si articola in tre anni e ha come obiettivo la formazione di professionisti in grado di svolgere e supervisionare attività di studio e di ricerca nei settori più avanzati dell'Elettronica. Obiettivo prioritario in questo percorso è lo sviluppo di capacità teoriche, sperimentali e metodologiche necessarie alla gestione della ricerca e dell’innovazione.

Le informazioni relative al terzo livello di laurea (Dottorato di ricerca – PhD) sono disponibili alla pagina  http://dottoratoit.deib.polimi.it/

4.2 Accesso ad ulteriori studi

La qualifica da` accesso alla Laurea Magistrale, al Corso di Specializzazione di primo livello e al Master Universitario di primo livello


Il titolo di Laurea in Ingegneria Elettronica consente l’ammissione alla Laurea Magistrale in Ingegneria Elettronica (Electronics Engineering) secondo le modalità di accesso riportate in dettaglio nel Regolamento Didattico del Corso di Studio in Electronics Engineering - Ingegneria Elettronica (Laurea Magistrale)  disponibile sul sito di Ateneo (http://www.polimi.it/corsi/corsi-di-laurea-magistrale/). La commissione incaricata della valutazione dell’idoneità all’ammissione alla Laurea Magistrale è la stessa anche per gli studenti provenienti da altre sedi e/o da altri corsi di laurea di primo livello.

Il laureato in Ingegneria Elettronica può anche orientarsi verso altri corsi di Laurea Magistrale o Master di primo livello, sempre con ammissione subordinata alla valutazione del proprio curriculum di studi da parte delle commissioni di valutazione del corso di studi di destinazione.


5. Sbocchi professionali e mercato del lavoro

5.1 Status professionale conferito dal titolo

Il laureato in Ingegneria Elettronica ha acquisito un'ampia base di conoscenze scientifiche, tecnologiche e ingegneristiche e una pił approfondita preparazione nelle discipline tipiche dell'Ingegneria Elettronica. Il laureato ha una formazione anche operativa, che lo mette in grado di utilizzare apparati e sistemi elettronici in vari ambiti applicativi, dai controlli industriali alle comunicazioni, sensoristica e strumentazione elettronica.
La Laurea in Ingegneria Elettronica consente l'accesso - previo il superamento di un esame di Stato - alla Sezione B dell'Albo degli Ingegneri - settore dell'informazione, con il titolo di Ingegnere dell'informazione iunior.


.

5.2 Ruoli e sbocchi occupazionali in dettaglio

Il corso di studi in Ingegneria Elettronica prepara ad un efficace inserimento nel mondo del lavoro e fornisce una solidissima base per il proseguimento in studi più specialistici sia in ambito specificatamente elettronico che in svariati altri settori ad alto contenuto tecnologico. Il laureato in Ingegneria Elettronica, grazie alla sua preparazione articolata ed approfondita, può ricoprire ruoli sia tecnico-scientifici che tecnico-organizzativi in vari contesti occupazionali, con particolare riguardo agli ambienti high-tech ed alle industrie più innovative. 

.

Gli sbocchi occupazionali dei laureati in Ingegneria Elettronica sono estremamente ampi e variegati, comprendendo impieghi nei seguenti settori:

- industrie di semiconduttori, di circuiti integrati ed in generale di componentistica elettronica;

- industrie di applicazioni elettroniche consumer (audio, video, telefonia, informatica, ecc.);

- industrie elettromeccaniche ad alto contenuto tecnologico quali aeronautica, trasporti, aerospaziale, energia ecc.

- industrie di apparati elettronici ed optoelettronici per sistemi di telecomunicazione;

- industrie di strumentazione per applicazioni analitiche e biomedicali e per laboratori di ricerca e sviluppo;

- industrie di impiantistica, automazione e robotica;

- società di consulenza per la progettazione elettronica;

- attività di libero professionista per progettazione e realizzazione di sistemi elettronici dedicati.

- enti di ricerca scientifica e tecnologica nazionali ed internazionali, pubblici o privati;

.

Si fa notare, in aggiunta a ciò, che le figure professionali nell'area dell'ingegneria elettronica compaiono in numerose statistiche come essenziali anche nelle industrie di vari altri settori, come il meccanico, l'aeronautico, il biomedicale ecc. dove vengono sviluppate tecnologie avanzate in cui gli apparati elettronici acquistano sempre di più importanza nei processi produttivi e nel conferire valore al prodotto finale (si veda ad es. il “Rapporto sugli Ingegneri in Italia”, Centro Studi CNI, reperibile alla pagina web: http://www.centrostudicni.it).

.

In virtù della solida formazione e della particolare collocazione geografica del Politecnico di Milano, i laureati in Ingegneria Elettronica trovano quindi prontamente impiego nel mondo del lavoro. In ambito italiano, l’area lombarda non ha confronti per concentrazione, numero e importanza delle aziende del settore. La qualità della preparazione permette peraltro ai laureati di far valere le loro doti anche in ambito internazionale.

 

Dati sugli aspetti occupazionali degli Ingegneri Elettronici possono essere trovati sul sito del Politecnico di Milano, nella sezione Career Service, quale ad esempio http://cm.careerservice.polimi.it/dati-occupazionali/#ing--ingegneria-elettronica in cui viene confermata anche in questi ultimi anni la quasi totale occupazione (i dati sono prossimi al 100%) dei laureati in Ingegneria Elettronica.


Rapporti del Nucleo di valutazione
https://aunicalogin.polimi.it/aunicalogin/getservizio.xml?id_servizio=204&idApp=1&idLink=4033

5.3 Profilo del laureato

Ruolo dell'ingegnere elettronico:
L'ingegnere elettronico con la laurea di primo livello è caratterizzato da una solida preparazione tecnica di base e una panoramica approfondita dei dispositivi, circuiti e sistemi elettronici. Ciò consente all'ingegnere di entrare nel mondo professionale con un'adeguata conoscenza metodologica e operativa per operare con competenza e professionalità nelle molteplici aree di utilizzo anche di sistemi elettronici complessi.
Il laureato in Ingegneria Elettronica ha infatti acquisito una vasta base di conoscenze scientifiche, tecnologiche e ingegneristiche e una preparazione approfondita nelle discipline tipiche dell'ingegneria elettronica. I laureati hanno anche una formazione operativa, che consente loro di utilizzare dispositivi e sistemi elettronici in varie aree di applicazione, dai controlli elettronici dei macchinari industriali alle telecomunicazioni, dai sensori alla strumentazione elettronica.
La Laurea in Ingegneria Elettronica consente l'accesso - dopo aver superato un esame di Stato - alla Sezione B del Registro degli Ingegneri - settore informatico, con il titolo di Junior Information Engineer.

.

Abilità associate alla funzione:
Il laureato in Ingegneria Elettronica ha acquisito solide competenze specifiche per:
- utilizzare dispositivi e componenti elettronici insieme a metodologie di progetto (uso di strumenti CAD) nella creazione di circuiti elettronici di base per applicazioni nel campo dell'informatica, delle telecomunicazioni, dell'automazione e dei settori correlati;
- utilizzare i dispositivi e la tecnologia microelettronica per l'analisi e l'utilizzo di sensori e attuatori;
- definire la funzionalità di un sistema, valutando le prestazioni e i costi complessivi, attraverso l'uso e la connessione di blocchi di base;
- verificare e testare la strumentazione per le misurazioni elettroniche, effettuando l'analisi della conformità alle specifiche;
- gestire la produzione e l'installazione di un sistema elettronico;
- attuare e monitorare il controllo di qualità dei processi e dei prodotti;
- valutare gli aspetti di affidabilità, manutenzione, prestazioni, consumo energetico relativi alle tecnologie dei componenti e dei sistemi elettronici (in particolare schede e apparecchiature complesse);
- configurare dispositivi elettronici programmabili;
- prestare assistenza e manutenzione di apparecchiature elettroniche e sistemi elettronici programmabili per quanto riguarda la tecnologia di fabbricazione, le caratteristiche dei componenti, le apparecchiature di misura e il software per la configurazione e la gestione di tali strumenti;
- collaborare alla progettazione, prototipazione e produzione di un sistema o apparato elettronico;
- selezionare i componenti elettronici di base e i sottosistemi da utilizzare in base al miglior compromesso tra costo e prestazioni;
- utilizzare attrezzature di laboratorio e software di progettazione.


6. Iscrizione al Corso di Studio

6.1 Requisiti di Ammissione

Diploma italiano di scuola secondaria superiore o altro titolo di studio comparabile conseguito all'estero (livello 4 EQF)


In base al D.M. 270/04 art.6, infatti l'ammissione ai corsi di laurea di primo livello è subordinata al possesso di un diploma di scuola secondaria superiore di durata quinquennale o quadriennale o di altro titolo di studio conseguito all'estero, riconosciuto idoneo.

Per accedere all'immatricolazione al Corso di Laurea di Primo livello in Ingegneria Elettronica occorre sostenere un test di ingresso - TOL - comune a tutti i Corsi di Laurea in Ingegneria del Politecnico di Milano - finalizzato ad accertare l'attitudine e la preparazione agli studi. Per ulteriori informazioni : http://www.poliorientami.polimi.it .

.

Gli studenti già immatricolati che intendono trasferirsi ad Ingegneria Elettronica da altri Corsi di Laurea o da altri Atenei potranno chiedere una valutazione per il riconoscimento dei CFU già conseguiti.

6.2 Descrizione delle conoscenze richieste agli studenti in ingresso

Il Test di ingresso (TOL) verifica il possesso di un’adeguata preparazione di base nella matematica, nelle scienze e nella comprensione verbale. È inoltre richiesta la conoscenza della lingua inglese (verificata tramite certificati standard pari al livello B1 del CEF – Common European Framework) come annualmente indicato nei regolamenti didattici e nella Guida all’immatricolazione attraverso la descrizione degli argomenti che fanno parte della prova d’accesso. Qualora la verifica del possesso di tali conoscenze non risulti positiva, vengono indicati agli studenti specifici obblighi formativi aggiuntivi (OFA), da soddisfare prima di poter accedere alla frequenza degli insegnamenti offerti negli anni successivi al primo.

Annualmente il Senato Accademico del Politecnico di Milano stabilisce le modalità dettagliate di attuazione di quanto sopra (come, ad esempio, la programmazione delle sessioni di test on-line).


Informazioni dettagliate relative ad ammissione e immatricolazione sono disponibili sul sito dell'Orientamento
https://aunicalogin.polimi.it/aunicalogin/getservizio.xml?id_servizio=204&idApp=1&idLink=4721

6.3 Scadenze per l'ammissione e numero posti disponibili

Informazioni dettagliate relative alle scadenze e ai posti disponibili sono presenti nella guida all'immatricolazione
https://aunicalogin.polimi.it/aunicalogin/getservizio.xml?id_servizio=204&idApp=1&idLink=4865

6.4 Indicazione di eventuali attivitą per l'orientamento per gli studenti e attivitą di tutorato

Il tutorato è stato istituito con Legge n. 341 del 1990 (Riforma degli ordinamenti didattici universitari) come un'attività diretta a "orientare ed assistere gli studenti lungo tutto il percorso degli studi, a renderli attivamente partecipi del processo formativo, a rimuovere gli ostacoli ad una proficua frequenza dei corsi, anche attraverso iniziative rapportate alle necessità, alle attitudini e alle esigenze dei singoli" (art. 13).

La Scuola di Ingegneria Industriale e dell'Informazione offre una serie di attività finalizzate a rendere più efficaci e produttivi gli studi universitari, con l'ausilio sia di docenti tutor, sia di studenti tutor, questi ultimi selezionati attraverso specifici bandi di concorso che l'Ateneo pubblica annualmente. Il tutorato è rivolto sia agli allievi del primo anno di corso, per i quali sono previsti incontri con docenti di Matematica, Fisica, Informatica, sia ad allievi di anni successivi, per i quali sono previste attività di approfondimento su temi specifici e di supporto al superamento di alcuni esami definiti anno per anno.

Per maggiori informazioni sulle attività svolte si rimanda alla pagina web:

http://www.ingindinf.polimi.it/studenti/tutorato/ 


Sito Orientamento
https://aunicalogin.polimi.it/aunicalogin/getservizio.xml?id_servizio=204&idApp=1&idLink=2135

7. Contenuti del Corso di Studio

7.1 Requisiti per il conseguimento del titolo

Conseguimento dei 180 CFU (crediti) specificati nel regolamento didattico. In particolare, per le attivita` formative di base (matematica, fisica, chimica ecc.) sono previsti almeno 50 CFU, per le attivita` caratterizzanti (elettronica, comunicazioni, automatica ecc.) sono previsti almeno 55 CFU, per attivita` affini ed integrative almeno 18 CFU, per altre attivita' formative almeno 16 CFU


Per i singoli insegnamenti che concorrono all'acquisizione dei 180 crediti si faccia riferimento alle tabelle del regolamento didattico che seguono. La prova finale, compresa fra i sedici crediti relativi alle altre attività formative, è valutata 3 CFU. È possibile svolgere un tirocinio, sostitutivo di insegnamenti per 15CFU, per gli studenti che non intendono proseguire gli studi nel corso di Laurea Magistrale.

7.2 Modalitą di frequenza e di didattica utilizzata

Il corso č a tempo pieno; comprende la partecipazione a lezioni e ad attivita` di laboratorio oltre che studio personale


L'intero corso è tenuto in lingua italiana.

Alcuni insegnamenti del primo anno di corso sono offerti in comune con gli allievi dei Corsi di Laurea in Ingegneria Automatica, Ingegneria Elettrica ed Ingegneria Informatica. Questo consente la formazione di classi dimensionalmente omogenee e un passaggio semplificato degli studenti da un Corso di Laurea all'altro, nel caso lo desiderassero e presentassero domanda nei tempi e con i modi previsti dalla normativa.

7.3 Obiettivi e quadro generale delle attivitą didattiche per ciascun piano di studio preventivamente approvato

La Laurea di primo livello in Ingegneria Elettronica prevede un unico piano degli studi preapprovato che lascia al terzo anno allo studente la possibilità di scelta tra un'ampia offerta di insegnamenti di carattere più specialistico.

L'organizzazione degli studi è di tipo semestrale: alcuni corsi sono offerti al primo semestre (indicativamente tra la metà di Settembre e le festività di Dicembre), altri al secondo semestre (indicativamente tra i primi di Marzo e la fine di Giugno). Durante il semestre possono essere presenti delle prove intermedie d'esame, se previste dal docente, sulla parte degli argomenti trattati nel corso fino a quel momento (le cosiddette "prove in itinere").

Gli appelli d'esame sono predisposti dalla Scuola nel periodo di circa 6 settimane successive al termine dei corsi. Una terza finestra temporale della durata di circa 3 settimane dedicata agli esami è prevista a fine Agosto ed inizio Settembre.

La tabella degli insegnamenti riportata sotto evidenzia la struttura generale del corso di studi. Nei primi tre semestri gli insegnamenti tendono a sviluppare sia le capacità matematico-formali dell’allievo che quelle di comprensione delle fenomenologie fisico-chimiche. Solo negli ultimi tre semestri, quando queste capacità sono sufficientemente sviluppate, vengono proposti insegnamenti specifici di elettronica e gli insegnamenti di materie complementari a completamento ed integrazione della preparazione dello studente.

Le informazioni relative alle date di svolgimento dei corsi, delle settimane d’interruzione e dei periodi dedicati allo svolgimento degli esami sono desumibili dal Calendario Accademico. Informazioni più specifiche relative all’organizzazione di ogni singolo insegnamento sono invece fornite all'interno del programma dettagliato dell’insegnamento stesso. Il Calendario Accademico e il programma dettagliato di tutti gli insegnamenti sono reperibili nel sito del Politecnico.

 


Insegnamenti del 1° Anno di corso - Piano di studio preventivamente approvato: E1A - Non diversificato


Codice Attivitą formative SSD Denominazione Insegnamento Lingua Sem CFU CFU Gruppo
082740A,CMAT/05ANALISI MATEMATICA 1110.010.0
082746A,BING-INF/05FONDAMENTI DI INFORMATICA110.010.0
082747AMAT/03GEOMETRIA E ALGEBRA LINEARE18.08.0
082749ACHIM/07FONDAMENTI DI CHIMICA PER L'ELETTRONICA210.010.0
051124AFIS/01FISICA212.012.0
082741CING-IND/35ECONOMIA E ORGANIZZAZIONE AZIENDALE210.010.0

Insegnamenti del 2° Anno di corso - Piano di studio preventivamente approvato: E1A - Non diversificato


Codice Attivitą formative SSD Denominazione Insegnamento Lingua Sem CFU CFU Gruppo
052425A,CMAT/05ANALISI MATEMATICA 2110.0
[1.0Didattica innovativa]
10.0
085982AFIS/01ELETTROMAGNETISMO ED OTTICA110.010.0
082742CING-IND/31ELETTROTECNICA110.010.0
086045BING-INF/04FONDAMENTI DI AUTOMATICA210.010.0
086046BING-INF/01FONDAMENTI DI ELETTRONICA29.010.0
086047----PROVA FINALE (FONDAMENTI DI ELETTRONICA)21.0
085981BING-INF/01DISPOSITIVI ELETTRONICI25.05.0
085983A,BING-INF/05PRINCIPI DI ARCHITETTURE DEI CALCOLATORI25.05.0

Insegnamenti del 3° Anno di corso - Piano di studio preventivamente approvato: E1A - Non diversificato


Codice Attivitą formative SSD Denominazione Insegnamento Lingua Sem CFU CFU Gruppo
085993BING-INF/03FONDAMENTI DI SEGNALI E TRASMISSIONE110.010.0
085995BING-INF/01ELETTRONICA ANALOGICA19.010.0
052426----PROVA FINALE (WORKSHOP DI PROGETTAZIONE CON SPICE)11.0
[1.0Didattica innovativa]
085996BING-INF/01SISTEMI ELETTRONICI DIGITALI19.010.0
086050----PROVA FINALE (SISTEMI ELETTRONICI DIGITALI)11.0
086001----TIROCINIO (ING. ELETTRONICA - MI)115.015.0
086001----TIROCINIO (ING. ELETTRONICA - MI)215.0
086000A,CMAT/05ELEMENTI DI ANALISI FUNZIONALE E TRASFORMATE25.0
088710CMAT/08FONDAMENTI DI CALCOLO NUMERICO25.0
085999BING-INF/01ELETTRONICA DELLO STATO SOLIDO210.0
088680BING-INF/02CAMPI ELETTROMAGNETICI210.0
088805CING-IND/10FISICA TECNICA25.015.0
088711BING-INF/07FONDAMENTI DELLA MISURAZIONE25.0
088713CING-IND/32MACCHINE ELETTRICHE25.0
088712BING-INF/01OPTOELETTRONICA25.0
085999BING-INF/01ELETTRONICA DELLO STATO SOLIDO210.0
088680BING-INF/02CAMPI ELETTROMAGNETICI210.0
099276BING-INF/01MICROCONTROLLORI25.0
088710CMAT/08FONDAMENTI DI CALCOLO NUMERICO25.0

NOTE

 

* Lo studente che intenda terminare il suo curriculum universitario con l’acquisizione del titolo di primo livello può svolgere un tirocinio in azienda in alternativa alla frequenza degli insegnamenti di “Elementi di analisi funzionale e trasformate” o "Fondamenti di Calcolo Numerico" e “Campi Elettromagnetici” oppure di “Elementi di analisi funzionale e trasformate” o "Fondamenti di Calcolo Numerico" e “Elettronica dello stato solido”, per un totale di 15 crediti.  Lo studente che abbia optato per il tirocinio e successivamente intenda presentare domanda di ammissione alla Laurea Magistrale in Ingegneria Elettronica dovrà preventivamente completare la propria formazione acquisendo, mediante corsi singoli, le integrazioni curriculari specificate dalla Commissione di ammissione alla Laurea Magistrale per un totale fino a 15 CFU.

 

Per quanto riguarda i 15 CFU di insegnamenti a scelta, previsti dalla normativa vigente, che lo studente puo' liberamente scegliere tra gli insegnamenti  attivati nell’Ateneo, essi verranno valutati da una commissione di Corso di Studio per verificarne  la coerenza con il progetto formativo. Il CCS propone un elenco di  insegnamenti, riportati nell'ultima casella della Tabella sopra riportata, ritenuti a priori coerenti con il progetto formativo e quindi approvati automaticamente dal sistema all'atto dell'inserimento nel piano degli studi dello studente. Gli studenti interessati ad effettuare scelte diverse da quelle proposte sono pertanto invitati a contattare preventivamente il delegato del CCS ai piani di studiohttp://www.ingindinf.polimi.it/studenti/piani-di-studio/ ).

 

7.4 Modalitą di accertamento lingua straniera

La conoscenza della lingua inglese deve essere documentata da certificati standard pari al livello B1 del CEF - Common European Framework (http://www.polimi.it/lingue).


Informazioni sulla conoscenza della lingua inglese
https://aunicalogin.polimi.it/aunicalogin/getservizio.xml?id_servizio=204&idApp=1&idLink=2295

7.5 Modalitą dell'esame di Laurea

L'esame consiste in una prova contestuale agli esami di Fondamenti di Elettronica, Elettronica Analogica e Sistemi Elettronici Digitali, relativa agli argomenti trattati in tali insegnamenti, del valore di 1 credito per ognuno di essi.


Le informazioni relative alle norme generali, regolamenti, calendario appelli, iscrizioni e consegna tesi sono disponibili su
https://aunicalogin.polimi.it/aunicalogin/getservizio.xml?id_servizio=204&idApp=1&idLink=5247

8. Calendario

Calendario accademico
https://aunicalogin.polimi.it/aunicalogin/getservizio.xml?id_servizio=204&idApp=1&idLink=2455

9. Docenti

I nominativi dei docenti afferenti al Corso di Studio e dei relativi insegnamenti saranno disponibili sul manifesto degli studi a partire dal mese di settembre.
Il Manifesto degli Studi viene pubblicato annualmente sul sito web del Politecnico di Milano.

I nominativi dei docenti afferenti al Corso di Studio e l'elenco dei relativi insegnamenti sono disponibili sul Manifesto degli Studi, pubblicato annualmente sul sito web del Politecnico di Milano (http://www.polimi.it/corsi/corsi-di-studio/)

10. Strutture

Gli studenti del corso di Laurea in Ingegneria Elettronica hanno accesso a tutte le strutture del Politecnico di Milano, quali aule informatizzate, biblioteche, sale studio, mense, strutture sportive. Diversi insegnamenti prevedono attività di laboratorio che vengono svolte in specifiche aule informatizzate o in laboratori sperimentali appositamente realizzati e dotati di strumentazione elettronica dedicata.


11. Contesto internazionale

La didattica e la ricerca all'interno del Politecnico di Milano affianca, in un percorso parallelo, la fitta rete di rapporti di cooperazione e alleanze con altre università italiane e straniere, con centri di ricerca pubblici e privati, e con il sistema industriale. La qualità e l'impatto della didattica e delle ricerche svolte al Politecnico trovano conferma, in questi ultimi anni, nella crescita dei rapporti con la comunità scientifica internazionale. Testimonianza di ciò è il gran numero di progetti e programmi di scambi didattici e di collaborazioni di ricerca recentemente intrapresi con le migliori università europee e di altri paesi, dal Nord America al Sud-Est asiatico.


12. Internazionalizzazione

Gli studenti del corso di studi in Ingegneria Elettronica possono accedere ai programmi di studio internazionali proposti dall'Ateneo, basati su accordi stipulati con numerose istituzioni partner. Gli studenti selezionati per un programma specifico possono pertanto arricchire il loro curriculum trascorrendo un periodo all'estero ed acquisendo crediti riconosciuti dal Politecnico di Milano.

Le opportunità offerte sono molteplici ( http://www.polimi.it/studenti/esperienze-allestero/ ). Fra queste ricordiamo le seguenti:

- un periodo di studio all'estero (Europa) nell'ambito del programma Erasmus, tipicamente di un semestre estendibile al massimo ad un anno

- un periodo di studio in programmi speciali extra-EU

- un programma di doppia Laurea, che prevede il conseguimento di una doppia laurea magistrale in un periodo di 3 anni, di cui due trascorsi presso l'istituzione straniera partner

- un tirocinio presso aziende o laboratori universitari stranieri

- lo svolgimento della tesi di Laurea Magistrale all'estero


Informazioni sui programmi di scambio, progetti di doppia laurea e stage internazionali, progetti europei di ricerca e relazioni internazionali sono disponibili su
https://aunicalogin.polimi.it/aunicalogin/getservizio.xml?id_servizio=204&idApp=1&idLink=4575

13. Dati quantitativi

L'Osservatorio della didattica di Ateneo ed il Nucleo di Valutazione di Ateneo, avvalendosi anche del supporto degli osservatori della didattica delle facoltą, svolgono periodiche analisi sui risultati complessivi e sul livello qualitativo dell'attivitą didattica dei Corsi di Studio, monitorando le attivitą formative e l'inserimento del laureato nel mondo del lavoro. I rapporti e gli studi sono disponibili sul sito web del Politecnico di Milano.

14. Altre informazioni

 Per ulteriori informazioni, si prega di visitare il sito web della Scuola di Ingegneria Industriale e dell'Informazione (www.ingindinf.polimi.it).


Informazioni dettagliate relative alla decadenza dagli studi sono disponibili alla pagina
http://www.polimi.it/studenti/carriera/decadenza-dagli-studi/ 


15. Errata corrige