Anno Accademico 2018/19





Scuola di Ingegneria Industriale e dell'Informazione



Regolamento Didattico del Corso di Studio in:


Ingegneria Informatica
Laurea Di Primo Livello


Sede di: Como

1. Informazioni Generali

Scuola Scuola di Ingegneria Industriale e dell'Informazione
Codice Corso di Studio360
Corso di StudioIngegneria Informatica
OrdinamentoOrdinamento 270/04
Classe di LaureaL-8 - Ingegneria dell'informazione
Livello Laurea Di Primo Livello
Primo AA di attivazione 2008/2009
Durata nominale del Corso 3
Anni di Corso Attivi 2,3
Lingua/e ufficiali Italiano
Sede del corso Como
Preside Antonio Capone
Coordinatore CCS Gianpaolo Cugola
Sito web della Scuola http://www.ingindinf.polimi.it
Sito web del Corso di Studi
http://www.como.polimi.it/informatica


Segreteria Studenti - Como
Indirizzo VIA VALLEGGIO, 11 (CO)

2. Presentazione generale del Corso di Studio

Gli sviluppi dell'informatica, e in generale delle tecnologie dell’informazione, hanno avuto uno straordinario impatto sulla realtà produttiva, sociale ed economica degli ultimi anni. Queste discipline sono infatti divenute fattori determinanti della cultura e dell'organizzazione delle moderne imprese e di molte attività sociali, stimolandone la trasformazione e l’innovazione. In questo scenario, profondamente modificato dalla nascita delle nuove tecnologie, si colloca il corso di studi in Ingegneria Informatica, che si propone di formare ingegneri dotati di una ricca preparazione sul piano culturale e capaci di sviluppare e utilizzare i metodi e gli strumenti dell'informatica con sensibilità ingegneristica per affrontare problematiche comuni a un amplissimo spettro di applicazioni. I profili professionali che il corso di studi in Ingegneria Informatica consente di costruire sono fra i più richiesti sul mercato del lavoro.


3. Obiettivi Formativi

La natura fortemente interdisciplinare dell'informatica e delle sue innumerevoli applicazioni impone una cultura ad ampio spettro fin dalla Laurea triennale, sia per permettere un efficace inserimento nel mondo del lavoro in tempi brevi, sia per formare una solida base per l'eventuale approfondimento degli studi nei livelli superiori del percorso formativo.


Il percorso formativo è caratterizzato da una solida preparazione di base in cui lo studente acquisisce gli elementi essenziali delle discipline scientifiche che costituiscono le fondamenta indispensabili degli studi di ingegneria (fisica, matematica, statistica e calcolo delle probabilità). Queste conoscenze di base vengono sviluppate soprattutto nel corso dei primi quattro semestri.


La preparazione informatica è accompagnata dai fondamenti delle altre discipline dell'ingegneria dell'Informazione (Automatica, Elettronica e Telecomunicazioni) ed è completata da materie più specialistiche all'interno del settore dell'Informazione.


Agli studenti che non intendono proseguire gli studi è consigliato un tirocinio formativo presso una fra le numerose aziende del territorio, in modo da acquisire competenze professionali specifiche.


4. Schema del Corso di Studio e successivi livelli di formazione

4.1 Schema del Corso di Studio e Titoli conseguiti

Il corso di studi in Ingegneria Informatica è articolato su tre livelli di studi:
1) il Corso di Laurea, della durata di tre anni;
2) Il Corso di Laurea Magistrale, successivo al Corso di Laurea e della durata di due anni;
3) il Dottorato di Ricerca, successivo ai primi due livelli e della durata di tre anni. 


Il Politecnico di Milano organizza inoltre Master, sia di I livello che di II livello, della durata di un anno, su specifici contenuti professionalizzanti. 


Schema dei corsi

Per informazioni dettagliate si veda la sezione Didattica del sito della Scuola di Ingegneria Industriale e dell'Informazione:

http://www.ingindinf.polimi.it.

4.2 Accesso ad ulteriori studi

La qualifica da` accesso alla Laurea Magistrale, al Corso di Specializzazione di primo livello e al Master Universitario di primo livello


Il titolo di Laurea triennale è un prerequisito per l’iscrizione al Corso di Laurea Magistrale, al Corso di Specializzazione di primo livello e al Master Universitario di primo livello. A sua volta, il titolo di Laurea Magistrale è prerequisito per il conseguimento del titolo di Dottore di Ricerca. L'accesso al livello superiore è comunque soggetto al superamento di un esame di ammissione. 


Master di primo (titolo richiesto: Laurea) o di secondo livello (titolo richiesto: Laurea Magistrale o equivalente), della durata di un anno, su specifici temi d'Ingegneria Informatica, possono essere occasionalmente offerti dal Politecnico di Milano.


Il corso di Laurea Magistrale in Ingegneria Informatica viene erogato sia presso la sede di Como, sia presso la sede di Milano. L'accesso ai corsi di Laurea Magistrale avviene mediante un esame di ammissione e secondo i criteri definiti dal Consiglio di Scuola di Ingegneria Industriale e dell’Informazione. Il titolo di Laurea Magistrale è un prerequisito necessario per l'accesso ai corsi di Master di II livello e di Dottorato di Ricerca.


5. Sbocchi professionali e mercato del lavoro

5.1 Status professionale conferito dal titolo

L'ingegnere informatico e` un tecnico in grado di effettuare il progetto e la realizzazione di sistemi informativi aziendali, l'automazione dei servizi in enti pubblici e privati mediante le moderne tecnologie basate su Internet e sul Web, lo sviluppo di sistemi multimediali, il controllo di processi produttivi e di sistemi complessi, la modellazione dell'ambiente, l'automazione degli impianti industriali, la robotica, lo sviluppo di sistemi basati sull'intelligenza artificiale, la progettazione di architetture e di sistemi informatici in rete, lo sviluppo di sistemi integrati per la supervisione e il controllo, e la messa a punto di nuove tecnologie per la strumentazione di impianti.


I laureati in Ingegneria Informatica potranno svolgere attività professionali in imprese private, nel pubblico impiego, nonché in altri settori del sistema istituzionale e libero-professionale.


L'esame di Stato per l'abilitazione all'esercizio della professione di Ingegnere dell'Informazione e l'iscrizione al relativo Albo, pur se previsti, non sono allo stato attuale in alcun modo necessari per l'esercizio delle professioni legate all'informatica, né in ambito privato né in ambito pubblico.

5.2 Ruoli e sbocchi occupazionali in dettaglio

Le applicazioni dell'informatica sono in costante crescita e diversificazione. L'esperto di Ingegneria Informatica è un ingegnere dall'ampio profilo culturale, caratterizzato dalla capacità di risolvere problemi in applicazioni ingegneristiche avanzate, ma anche di affrontare applicazioni più tradizionali tramite tecnologie consolidate.


Gli sbocchi professionali dell'ingegnere informatico, sia di primo sia di secondo livello, sono ampi e molteplici: la carriera professionale, la carriera manageriale e la carriera imprenditoriale sono tutte possibilità concrete e realizzabili. Il settore dell'ICT (Information and Communication Technology) è quello che maggiormente premia chi consegue una laurea qualificata. In particolare, il mercato del lavoro del Nord-Ovest e della Lombardia dimostra di privilegiare i laureati di Ingegneria Informatica.


Gli ingegneri dell'Informazione si confermano tra i più richiesti dal mercato del lavoro italiano. Da una recente indagine di UnionCamere (novembre 2014) risulta che “…una laurea in ingegneria informatica, soprattutto per chi vive o è disponibile a trasferirsi in Lombardia, rappresenta, anche in questo 2014 così difficile per il mercato del lavoro, una buona carta da giocare per un impiego: delle 530 assunzioni di esperti software con questa laurea in tutta Italia, 210, cioè poco meno del 40%, sono considerate dalle imprese di difficile reperimento per gap di offerta (ossia, a causa di un numero di richieste superiore alle candidature proposte). Tra le regioni, la Lombardia è quella che registra la più elevata quota di assunzioni difficoltose a fronte di una domanda sostenuta. La stessa situazione si presenta per i 930 profili di analista programmatore ricercati in tutto il Paese nel 2014, 300 dei quali (il 32%) di difficile reperimento. Più contenuta ma comunque superiore alla media la difficoltà di assunzione per altre due professioni legate alle nuove tecnologie, aperte sempre agli ingegneri informatici: quella di programmatore informatico (3.300 le assunzioni complessive previste, 650 delle quali di difficile reperimento) e di progettista di software (940 assunzioni, 150 delle quali non semplici). In tutti questi casi, è sempre la Lombardia la regione in cui la ricerca di questi profili presenta le maggiori criticità.” Sempre nello stesso comunicato si riporta che “Tra le lauree più ricercate ma anche più difficili da reperire per carenza di offerta sul mercato del lavoro si confermano anche nel 2014 alcuni indirizzi di ingegneria. In primo luogo quello informatico (5.940 assunzioni stagionali e non stagionali complessive previste, di cui 1.310 di difficile reperimento); a seguire ingegneria elettrica (640 assunzioni di cui 130 complesse) ed elettronica (1.800 assunzioni, 250 difficili).


Tra le attività professionali dell'Ingegnere Informatico sono incluse: il progetto e la realizzazione di sistemi informativi aziendali, l'automazione dei servizi in enti pubblici e privati mediante le moderne tecnologie, anche basate su Internet, lo sviluppo di sistemi multimediali e ipermediali, la modellazione ed il controllo di processi produttivi e di sistemi complessi, lo sviluppo di sistemi informatici basati su tecniche di progetto congiunto HW/SW, lo sviluppo di sistemi pervasivi anche per sistemi critici, la robotica, lo sviluppo di sistemi basati sull'intelligenza artificiale, la progettazione di architetture e di sistemi informatici in rete.


La laurea di primo livello in Ingegneria Informatica forma ingegneri junior dotati di un'ampia e solida cultura tecnico-scientifica, padroni dei principali metodi di progettazione e realizzazione, in grado di reggere il passo con l'impressionante evoluzione delle tecnologie dell'informazione. Questo profilo professionale è il più apprezzato dalle aziende, grazie alla sua flessibilità e capacità di adattamento ai più svariati ambiti lavorativi e applicativi.


Rapporti del Nucleo di valutazione
https://aunicalogin.polimi.it/aunicalogin/getservizio.xml?id_servizio=204&idApp=1&idLink=4035

5.3 Profilo del laureato

Ingegnere informatico
funzione in un contesto di lavoro:
L'esperto di Ingegneria Informatica e' un Ingegnere dall'ampio profilo culturale, caratterizzato dalla capacità di risolvere problemi nuovi, ma anche di affrontare applicazioni più tradizionali tramite tecnologie consolidate.
I laureati di Ingegneria Informatica sono particolarmente apprezzati per le loro capacità di risolvere i problemi informatici con un approccio interdisciplinare e ingegneristico più ampio rispetto a quello strettamente informatico.
Il corso di laurea forma una figura professionale in possesso di un esteso bagaglio di competenze, atto a coprire i diversi ambiti del settore della Information and Communication Technology (ICT) con un bilanciamento sia della componente relativa alle tecnologie dell’informazione sia di quelle delle comunicazioni.
Dopo la laurea e' possibile sostenere l'esame di Stato per iscriversi alla Sezione B dell'Albo degli Ingegneri e svolgere - col titolo di Ingegnere Junior - una professione per la quale tale iscrizione sia richiesta.
Indicazioni specifiche sulle attività professionali consentite sono contenute nel Decreto del Presidente della Repubblica 5 giugno 2001, n. 328 "Modifiche ed integrazioni della disciplina dei requisiti per l'ammissione all'esame di Stato e delle relative prove per l'esercizio di talune professioni, nonché della disciplina dei relativi ordinamenti", pubblicato sul Supplemento ordinario N. 212/L alla G.U. n. 190 del 17 agosto 2001 - Serie generale. Si osserva tuttavia che il suddetto Esame di Stato per l'abilitazione all'esercizio della professione di Ingegnere dell'Informazione e l'iscrizione al relativo Albo non sono allo stato attuale in alcun modo necessari per l'esercizio delle professioni legate all'informatica, né in ambito privato né in ambito pubblico.


competenze associate alla funzione:
L'ingegnere informatico formato dal corso di laurea ha competenze che gli permettono di progettare, realizzare e gestire complessi sistemi per la gestione dell' informazione e la comunicazione in rete. Questi includono sistemi informativi aziendali, sistemi per l'automazione dei servizi in enti pubblici e privati mediante le moderne tecnologie basate su Internet e sul Web, sistemi per la codifica e gestione di segnali multimediali, sistemi per il controllo di processi produttivi, infrastrutture per la rete, sistemi di comunicazione, sistemi di sensori e di telerilevamento, strumenti per la modellazione dell'ambiente, infrastrutture per l'automazione industriale, sistemi robotici, sistemi basati sull'intelligenza artificiale, sistemi integrati per la supervisione e il controllo, tecnologie per la strumentazione di impianti.


sbocchi occupazionali:
Le applicazioni delle tecnologia dell'informazione e della comunicazione sono in costante crescita e diversificazione; esse presentano una componente significativa dedicata alla ricerca e allo sviluppo. 
Le figure professionali nell'area dell'ingegneria informatica compaiono in numerose statistiche come molto richieste e ben retribuite dalle industrie. Secondo dati ufficiali ISTAT, gli ingegneri informatici costituiscono la categoria di laureati che in assoluto ha bisogno del minor tempo per l'inserimento stabile nel mondo del lavoro (soli 6 mesi dalla laurea come media nazionale, e meno di due mesi per i laureati del Politecnico di Milano). Questa tendenza vale a livello mondiale. Ad esempio, secondo il Bureau of Labor Statistics degli USA, "... quasi il 60% di TUTTI i nuovi posti di lavoro creati da adesso al 2018 in TUTTI i settori della scienza e dell'Ingegneria saranno di informatica" (come riportato sulle Communications of the ACM, 53(3), Mar.2010, p.17).
Il Politecnico di Milano ha l'ambizione di preparare ingegneri capaci di far valere le loro doti in ambito globale, come dimostrato dalla presenza di nostri laureati in posizioni elevate in paesi stranieri, ma anche limitandosi al solo territorio lombardo o milanese la quantità di industrie che necessitano di competenze informatiche è estremamente elevata.


6. Iscrizione al Corso di Studio

6.1 Requisiti di Ammissione

Diploma italiano di scuola secondaria superiore o altro titolo di studio comparabile conseguito all'estero (livello 4 EQF)


In base al D.M. 270/04 art. 6, l'ammissione ai corsi di laurea di primo livello č subordinata al possesso di un diploma di scuola secondaria superiore di durata quinquennale o di altro titolo di studio eventualmente conseguito all'estero e riconosciuto idoneo.

6.2 Descrizione delle conoscenze richieste agli studenti in ingresso

Per l'ammissione al corso di laurea è richiesto il possesso di un'adeguata preparazione iniziale (nella matematica, nelle scienze e nella comprensione verbale) e della conoscenza di base della lingua inglese come annualmente indicato nei previsti regolamenti didattici (v. successivo punto 7.4) e nella Guida all'immatricolazione attraverso la descrizione degli argomenti (syllabus) che fanno parte della prova di accesso. Informazioni dettagliate relative al test di ingresso sono disponibili sul sito dell'Orientamento:

http://www.poliorientami.polimi.it/come-si-accede/test-di-ingegneria/


Qualora la verifica del possesso di tali conoscenze non risulti positiva, vengono indicati agli studenti specifici Obblighi Formativi Aggiuntivi (OFA), da soddisfare prima di poter accedere alla frequenza degli insegnamenti offerti negli anni successivi al primo.


Informazioni dettagliate relative ad ammissione e immatricolazione sono disponibili sul sito dell'Orientamento
https://aunicalogin.polimi.it/aunicalogin/getservizio.xml?id_servizio=204&idApp=1&idLink=4723

6.3 Scadenze per l'ammissione e numero posti disponibili

Il Senato Accademico delibera annualmente le scadenze per l'ammissione e il numero di posti disponibili per i diversi Corsi di Studio. 


Informazioni dettagliate relative alle scadenze e ai posti disponibili sono presenti nella guida all'immatricolazione
https://aunicalogin.polimi.it/aunicalogin/getservizio.xml?id_servizio=204&idApp=1&idLink=4867

6.4 Indicazione di eventuali attivitā per l'orientamento per gli studenti e attivitā di tutorato

Il tutorato è stato istituito con Legge n. 341 del 1990 (Riforma degli ordinamenti didattici universitari) come un'attività diretta a "orientare ed assistere gli studenti lungo tutto il percorso degli studi, a renderli attivamente partecipi del processo formativo, a rimuovere gli ostacoli ad una proficua frequenza dei corsi, anche attraverso iniziative rapportate alle necessità, alle attitudini e alle esigenze dei singoli" (art. 13).


La Scuola di Ingegneria Industriale e dell'Informazione offre una serie di attività finalizzate a rendere più efficaci e produttivi gli studi universitari, con l'ausilio sia di docenti tutor, sia di studenti tutor, questi ultimi selezionati attraverso specifici bandi di concorso che l'Ateneo pubblica annualmente. Il tutorato è rivolto sia agli allievi del primo anno di corso, per i quali sono anche previsti incontri con docenti di Matematica, Fisica, Informatica, sia ad allievi di anni successivi, per i quali sono previste anche attività di approfondimento su temi specifici definiti anno per anno." Per maggiori informazioni sulle attività svolte si rimanda alla pagina web del sito della Scuola di Ingegneria Industriale e dell'Informazione sui servizi di tutorato:

http://www.ingindinf.polimi.it/studenti/tutorato/

e al sito di orientamento dell'ateneo:

http://www.orientamento.polimi.it/.


Tutoring services for foreign students. Politecnico di Milano provides a Tutoring Service to support foreign students of the master degree. The information point is located in via Valleggio 11, Como (2nd floor). For additional information, questions on registration, course selection and career planning or any other trouble, please visit the webpage on Tutoring Service.


Sito Orientamento
https://aunicalogin.polimi.it/aunicalogin/getservizio.xml?id_servizio=204&idApp=1&idLink=2130

7. Contenuti del Corso di Studio

7.1 Requisiti per il conseguimento del titolo

Per il conseguimento del titolo di primo livello è richiesta l'acquisizione dei 180 crediti (CFU) specificati nel regolamento didattico. In particolare, sono previsti:

  • almeno 50 CFU per attività formative di base (matematica, probabilità e statistica, fisica, chimica);
  • almeno 60 CFU per attività formative nelle aree caratterizzanti (automatica, elettronica, informatica, telecomunicazioni);
  • almeno 18 CFU per attività integrative ed affini (elettrotecnica, economia, logica, ricerca operativa);
  • la prova finale richiede 3 CFU;
  • il tirocinio può arrivare al massimo a 10 CFU. 

Nel dettaglio:

  • Attività formative di base:
    Matematica, informatica e statistica 38 - 50 CFU (settori scientifici disciplinari ING-INF/05 Sistemi di elaborazione delle informazioni, MAT/03 Geometria, MAT/05 Analisi matematica, MAT/06 Probabilità e statistica matematica),
    Fisica e chimica 12 - 33 CFU (settori scientifici disciplinari CHIM/07 Fondamenti chimici delle tecnologie, FIS/01 Fisica sperimentale).
    Totale riservato alle attività di base 50 – 83 CFU.
  • Attività formative caratterizzanti:
    Ingegneria elettronica 5-15 CFU (settori scientifici disciplinari ING-INF/01 Elettronica, ING-INF/02 Campi elettromagnetici, ING-INF/07 Misure elettriche ed elettroniche),
    Ingegneria informatica 50-60 CFU (settori scientifici disciplinari ING-INF/04 Automatica, ING-INF/05 Sistemi di elaborazione delle informazioni),
    Ingegneria delle telecomunicazioni 5-15 CFU (settori scientifici disciplinari ING-INF/02 Campi elettromagnetici, ING-INF/03 Telecomunicazioni).
    Totale riservato alle attività caratterizzanti 60 – 90 CFU.

7.2 Modalitā di frequenza e di didattica utilizzata

Il corso è a tempo pieno e comprende la partecipazione a lezioni e ad eventuali attività di laboratorio.

7.3 Obiettivi e quadro generale delle attivitā didattiche per ciascun piano di studio preventivamente approvato

La Laurea di primo livello in Ingegneria Informatica della sede di Como non prevede orientamenti o indirizzi specifici.


Il corso di studi affronta i fondamenti della cultura scientifica e tecnica (quali, ad esempio, la matematica, la fisica e la chimica), coniugandoli con gli elementi essenziali di varie discipline ingegneristiche, quali, ad esempio, l'elettronica, le telecomunicazioni, l'automatica, l'economia e la gestione aziendale. Tutti i principali temi dell'informatica moderna sono trattati in modo ampio e approfondito: dall'hardware alla robotica, dalle basi di dati al Web, dall'intelligenza artificiale all'automazione industriale, dai sistemi informativi all'ingegneria del software.


Lezioni ed esercitazioni "tradizionali" forniscono le necessarie nozioni teoriche e metodologiche, mentre laboratori e attività concrete di progetto garantiscono l'acquisizione della professionalità e della consuetudine operativa con le più diverse tecnologie. Il curriculum della Laurea triennale ha una struttura solida che guida lo studente lungo un percorso didattico di qualità, in cui si innesta una serie di opzioni che consentono a ciascuno studente di "personalizzare" il corso degli studi in base alle proprie esigenze e ai propri interessi culturali.


E' prevista una preparazione comune per 160 crediti a tutti gli ingegneri. Dei restanti 20 crediti, 15 sono a scelta dello studente, e 5 sono destinati al completamento della preparazione tramite un insegnamento di tipo non informatico, rivolto sia all'esterno che all'interno dell'Ingegneria Industriale e dell'Informazione.


Il regolamento didattico della Laurea di primo livello prevede la scelta dei seguenti insegnamenti, secondo l'organizzazione semestrale della Scuola di Ingegneria Industriale e dell'Informazione, per un totale di 60 crediti all'anno.


Si rende noto che a partire dall’a.a. 2018/19 non verrà più erogato il primo anno di corso. Gli studenti che dovessero ripetere dei corsi del primo anno possono inserire nel piano degli studi i corrispondenti insegnamenti del corso di laurea di Ingegneria Informatica presso il campus di Milano Leonardo. In particolare, si suggerisce di selezionare i corsi dal percorso on-line, che non prevede la frequenza in aula. Per ulteriori informazioni consultare il Regolamento Didattico di Ingegneria Informatica di Milano. Con procedura analoga, il secondo anno di corso non verrà più erogato a partire dal 2019/20. Infine, dal 2020/21 verrà disattivato anche il terzo anno.

Insegnamenti del 2° Anno di corso - Piano di studio preventivamente approvato: I1A - Non diversificato


Codice Attivitā formative SSD Denominazione Insegnamento Lingua Sem CFU CFU Gruppo
052425AMAT/05ANALISI MATEMATICA 2110.0
[1.0Didattica innovativa]
10.0
093457A,BING-INF/05ARCHITETTURA DEI CALCOLATORI E SISTEMI OPERATIVI110.010.0
086182A,BING-INF/07
MAT/06
STATISTICA E CALCOLO DELLE PROBABILITĀ110.010.0
085905BING-INF/04FONDAMENTI DI AUTOMATICA210.010.0
086067A,BING-INF/05ALGORITMI E PRINCIPI DELL'INFORMATICA210.010.0
085903--MAT/01
MAT/02
LOGICA E ALGEBRA25.05.0
086043BING-INF/03FONDAMENTI DI SEGNALI E SISTEMI25.05.0

Insegnamenti del 3° Anno di corso - Piano di studio preventivamente approvato: I1A - Non diversificato


Codice Attivitā formative SSD Denominazione Insegnamento Lingua Sem CFU CFU Gruppo
085746BING-INF/01FONDAMENTI DI ELETTRONICA110.010.0
085876A,BING-INF/05BASI DI DATI15.05.0
085901BING-INF/04AUTOMAZIONE INDUSTRIALE15.05.0
085885A,BING-INF/05INGEGNERIA DEL SOFTWARE17.07.0
085877A,BING-INF/05RETI LOGICHE25.05.0
085879A,BING-INF/05TECNOLOGIE INFORMATICHE PER IL WEB25.05.0
082741CING-IND/35ECONOMIA E ORGANIZZAZIONE AZIENDALE210.010.0
085923----PROVA FINALE (INGEGNERIA DEL SOFTWARE)23.03.0
085923----PROVA FINALE (INGEGNERIA DEL SOFTWARE)13.0
089010BING-INF/07SISTEMI DI ACQUISIZIONE DATI25.010.0
085914A,BING-INF/05SISTEMI INFORMATIVI (PER IL SETTORE DELL'INFORMAZIONE)25.0
097754----TIROCINIO (INF-CO)110.0
097754----TIROCINIO (INF-CO)210.0

NOTE

  1. I valori riportati nella colonna “Att. Form.” indicano la classificazione attribuita all’attività formativa nell’ordinamento ministeriale:
    A (ma­terie di base), B (materie caratterizzanti), C (materie comple­mentari).
  2. Si consulti il sito del career service del Politecnico di Milano per le opportunità di stage e tirocini (http://www.polilink.polimi.it/go/Home/Polilink/Career-Service).
  3. Ogni studente può proporre attività formative autonomamente scelte. E' compito del Consiglio di Corso di Studi in Informatica verificare che le proposte formulate dagli studenti siano coerenti con il progetto formativo.
  4. Il Consiglio di Corso di Studi in Informatica può deliberare di offrire determinati corsi in modalità online o in teledidattica: gli studenti verranno informati di questa evenienza prima della formulazione dei piani di studio.

7.4 Modalitā di accertamento lingua straniera

La competenza linguistica di base in Inglese costituisce prerequisito di ammissione. Si faccia riferimento alla "Guida alla lingua inglese" nella sezione "Guide e regolamenti" del sito web del Politecnico di Milano.

http://www.polimi.it/it/studenti/guide/


Informazioni sulla conoscenza della lingua inglese
https://aunicalogin.polimi.it/aunicalogin/getservizio.xml?id_servizio=204&idApp=1&idLink=2290

7.5 Modalitā dell'esame di Laurea

L'esame consiste in una discussione di un elaborato interdisciplinare, preparato nell'ambito dell'insegnamento di Ingegneria del software, per un valore di 3 crediti formativi.


La prova finale di Laurea si svolge in accordo a quanto prescritto dal “Regolamento della Prova Finale di Laurea e di Laurea Magistrale” della Scuola di Ingegneria Industriale e dell’Informazione (disponibile sul sito web della Scuola) e dal “Regolamento Integrativo della Prova Finale di Laurea e di Laurea Magistrale” del Corso di Studi in Ingegneria Informatica (disponibile sul sito web del Corso di Studi).
Le informazioni relative alle norme generali, regolamenti, calendario appelli, iscrizioni e consegna tesi sono disponibili su
https://aunicalogin.polimi.it/aunicalogin/getservizio.xml?id_servizio=204&idApp=1&idLink=5249

8. Calendario

Calendario accademico
https://aunicalogin.polimi.it/aunicalogin/getservizio.xml?id_servizio=204&idApp=1&idLink=2450

9. Docenti

I nominativi dei docenti afferenti al Corso di Studio e dei relativi insegnamenti saranno disponibili sul manifesto degli studi a partire dal mese di settembre.
Il Manifesto degli Studi viene pubblicato annualmente sul sito web del Politecnico di Milano.

L'elenco dei docenti del Corso di Studio viene reso disponibile dall'Ateneo all'inizio di ogni Anno Accademico ed è consultabile sul sito della Scuola: http://www.ingindinf.polimi.it/.


10. Strutture

Le strutture atte alle diverse attività didattiche sono situate in due differenti edifici in Como: via Valleggio 11 e via Castelnuovo 7. I due edifici distano poche centinaia di metri l’uno dall’altro. Sono inoltre disponibili aule informatizzate, biblioteche e sale studio.


11. Contesto internazionale

Il docenti del corso di Laurea appartengono al Dipartimento di Elettronica, Informazione e Bioingegneria (DEIB), che è al centro di una fitta rete di relazioni internazionali, che si concretizzano nello sviluppo di reti di eccellenza e piattaforme tecnologiche europee, nella creazione di programmi didattici congiunti con istituzioni di prestigio e nella formazione di consorzi internazionali per la realizzazione di progetti di ricerca multidisciplinari. Non mancano le relazioni con aziende internazionali per la realizzazione congiunta di attività di ricerca applicata e di trasferimento tecnologico.


Master congiunti, doppie Lauree e programmi di scambio degli studenti. Varie iniziative consentono agli studenti di conseguire una doppia Laurea al Politecnico di Milano e presso un'altra Università straniera e di partecipare a programmi di scambio riconosciuti a livello internazionale. 

Informazioni dettagliate sulle opportunità disponibili si trovano su:
http://www.polimi.it/studenti/esperienze-allestero/ 


L'Alta Scuola Politecnica (ASP). L'Alta Scuola Politecnica è una scuola per giovani talenti fondata dal Politecnico di Milano e dal Politecnico di Torino. La scuola offre l'opportunità a 150 studenti selezionati di partecipare a un programma che sviluppa la capacità di progettare e realizzare progetti di innovazione in settori multidisciplinari: dalla scienza all'economia, dalla società alla cultura. L'ASP ospita una comunità multiculturale composta da docenti e da studenti di provenienza e formazione diverse. Una fitta rete di relazioni con aziende e istituzioni pubbliche e private consente lo sviluppo di progetti di studio e seminari avanzati. Gli studenti beneficiano di borse di studio e di altre agevolazioni finanziarie. Alla fine dei loro studi ricevono il diploma dell'ASP e il diploma di Laurea di secondo livello da entrambi i Politecnici.


Laurea di secondo livello in Informatica, University of Illinois, Chicago (UIC). Si tratta di un progetto di Laurea di secondo livello coordinato dal Politecnico di Milano e dall'Università dell'Illinois (con sede a Chicago) che consente agli studenti iscritti alla Laurea di secondo livello in Informatica del Politecnico di Milano di conseguire anche il diploma di Master in Informatica della UIC, e viceversa. Gli studenti italiani frequentano i corsi al Politecnico il primo semestre e poi trascorrono il secondo semestre all'UIC.


T.I.M.E. Top Industrial Managers for Europe. Il Politecnico di Milano è una delle istituzioni fondatrici dell'Associazione T.I.M.E. che include le migliori università tecniche europee. Scopo dell'Associazione è la creazione di accordi bilaterali di doppia Laurea tra i membri. Gli studenti T.I.M.E. conseguono un doppio diploma di Laurea Magistrale al Politecnico di Milano e il titolo di pari livello presso una seconda università membro dell'Associazione e partner di doppia Laurea del Politecnico.


UNITECH. Il programma UNITECH mira ad integrare all'interno del curriculum universitario un'esperienza internazionale e studi manageriali. Il programma si rivolge agli studenti di ingegneria del Politecnico di Milano e consente loro di frequentare il secondo anno di studi del corso di Laurea Magistrale presso uno dei partner europei del programma. Ogni anno accademico le Università partner selezionano 14 tra i loro migliori studenti, che intendono seguire un semestre o un anno di studio all'estero e integrare nella loro formazione un periodo di stage, della durata minima di 3 mesi, presso un'azienda internazionale partner, che remunera gli studenti con un salario adeguato. Gli studenti che completano con successo il programma, conseguono il prestigioso certificato internazionale UNITECH.


L'Ateneo italo-cinese. Il Politecnico di Milano ha attivato un corso di studio in Ingegneria dell'Informazione che coinvolge tre Università, di cui 2 italiane (il Politecnico di Milano e il Politecnico di Torino) e una cinese (la Tonjii University di Shangai). Lo studente cinese frequenta un percorso quadriennale: i primi 3 anni a Shangai e il quarto anno a Milano o a Torino nei corsi di Laurea in Ingegneria dell'Automazione, Informatica, Elettronica e Telecomunicazioni. Alla fine ottiene una Laurea congiunta dal Politecnico di Milano e dal Politecnico di Torino e una doppia Laurea dalla Tonjii University. Diverso è il percorso dello studente italiano: il primo anno frequenta in Italia, il secondo in Cina con corsi in lingua inglese, il terzo di nuovo in Italia. In questo modo consegue la Laurea italiana in Ingegneria dell'Informazione. Se desidera tornare ancora per 6 mesi alla Tonjii University, può conseguire anche la Laurea cinese. 


12. Internazionalizzazione

Gli studenti del corso di laurea in Ingegneria Informatica del Polo di Como, oltre ad usufruire dei molteplici servizi di supporto alle attività tipiche della vita universitaria - laboratori informatici e tecnologici, un'aula multimediale per l'apprendimento delle lingue straniere e corsi di inglese, una biblioteca didattica, il servizio di tutorato per l'assistenza alle matricoleuna, sede d'esame per il test TOEFL -, hanno l'opportunità di formarsi in un ambiente internazionale, che consente loro di seguire in lingua inglese i corsi delle Lauree Magistrali e di confrontarsi con studenti provenienti da numerosi paesi stranieri.


Particolare rilievo, al fine di portare a Como numerosi studenti stranieri, ha avuto il progetto "Formare Ingegneri stranieri in Italia", avviato nell'ottobre 2005 presso i Poli di Como e Lecco dall'Ateneo, in collaborazione con l'Istituto Nazionale per il Commercio Estero (ICE), UnionCamere e le Camere di Commercio di Como e di Lecco.


Nel mese di novembre 2008 risultano "attivi" a Como in Politecnico circa quattrocento studenti stranieri. Di questi, una trentina frequentano i Master internazionali e circa 50 sono studenti di università straniere partner venuti a Como o per effettuare un soggiorno di studio di un semestre o di un anno oppure per conseguire una seconda laurea nell'ambito degli accordi di doppia laurea che il Politecnico ha con le loro università. Più di 310 studenti, sono, invece, iscritti ai corsi di Laurea e Laurea Magistrale del Politecnico, di cui circa 240 studiano presso il Polo grazie al progetto "Formare Ingegneri stranieri in Italia": si tratta di studenti che si sono laureati nel proprio Paese e che hanno deciso di studiare a Como perché attratti dalle caratteristiche internazionali delle Lauree Magistrali del Politecnico e dalle peculiarità del territorio comasco. Una settantina di questi studenti dispone di una borsa di studio messa a disposizione dal progetto. Complessivamente, gli studenti stranieri provengono da una sessantina di Paesi. Gli studenti della sede comasca del Politecnico valorizzano la propria preparazione con l'acquisizione di una solida conoscenza della lingua inglese, requisito ormai indispensabile per affermarsi nel mondo del lavoro. Entrano in contatto con culture, stili di vita e modi di pensare diversi, anche grazie alle numerose attività di interazione che si sono sviluppate all'interno del Polo fra studenti italiani e stranieri: gruppi di studio, gite culturali, eventi sportivi e musicali, un corso di Lingua e Cultura italiano-cinese.


Infine, gli studenti del corso di studi in Ingegneria Informatica possono accedere a numerosi programmi di mobilità internazionale. Fra le varie opportunità offerte ricordiamo le seguenti: periodo di studio all'estero nell'ambito del programma Erasmus, o di programmi speciali extra-EU; tirocinio presso aziende o laboratori universitari stranieri; svolgimento della tesi all'estero.


Informazioni sui programmi di scambio, progetti di doppia laurea e stage internazionali, progetti europei di ricerca e relazioni internazionali sono disponibili su
https://aunicalogin.polimi.it/aunicalogin/getservizio.xml?id_servizio=204&idApp=1&idLink=4577

13. Dati quantitativi

L'Osservatorio della didattica di Ateneo ed il Nucleo di Valutazione di Ateneo, avvalendosi anche del supporto degli osservatori della didattica delle facoltā, svolgono periodiche analisi sui risultati complessivi e sul livello qualitativo dell'attivitā didattica dei Corsi di Studio, monitorando le attivitā formative e l'inserimento del laureato nel mondo del lavoro. I rapporti e gli studi sono disponibili sul sito web del Politecnico di Milano.

L'Osservatorio della didattica di Ateneo ed il Nucleo di Valuta­zione di Ateneo, avvalendosi anche del supporto degli osser­vatori della didattica delle scuole, svolgono periodiche analisi sui risultati complessivi e sul livello qualitativo dell'attività didat­tica dei Corsi di Studio, monitorando le attività formative e l'in­serimento del laureato nel mondo del lavoro. I rapporti e gli studi sono disponibili sul sito web del  Nucleo di Valuta­zione di Ateneo:

http://www.polimi.it/ateneo/organi-centrali/nucleo-di-valutazione/studi/


14. Altre informazioni

Laurea Magistrale. Mentre il corso di Laurea triennale, a causa della durata degli studi, prevede una limitata gamma di scelte da parte dello studente, il corso di Laurea Magistrale in Ingegneria Informatica persegue un duplice obiettivo: una ulteriore qualificazione professionale e una più approfondita cultura di base, indispensabili per ricoprire un ruolo attivo e critico nell’evoluzione della tecnologia informatica e delle sue applicazioni.


Il corso di Laurea Magistrale viene erogato presso la sede di Milano. Considerata la natura e le finalità dei corsi di Laurea Magistrale, l’accesso avverrà attraverso una selezione basata sulla valutazione della carriera pregressa e dell’adeguatezza della preparazione personale (DM 28/11/00), ed eventualmente, a discrezione della Commissione per le Ammissioni, mediante un colloquio di ammissione. Qualora in base a tale valutazione vengano riscontrate delle carenze nella formazione di base del candidato rispetto a quanto richiesto dal percorso di studi di secondo livello, al candidato potranno essere assegnati degli esami liberi (insegnamenti da seguire al di fuori del piano di studi regolamentare di 120 crediti e che rappresentano un vincolo per l’iscrizione alla laurea magistrale) e verranno forniti suggerimenti sugli insegnamenti utili a colmare le lacune formative. Ulteriori informazioni sui criteri di valutazione potranno essere trovate sul sito: http://www.ingindinf.polimi.it/ .


La Scuola di Ingegneria Industriale e dell'Informazione potrà definire criteri di ammissione ai Corsi di Laurea Specialistica in deroga all'esame di ammissione per gli studenti che abbiano conseguito un titolo di Laurea triennale nei Corsi di Studio in Ingegneria dell'Automazione, Ingegneria Elettronica, Ingegneria Informatica e Ingegneria delle Telecomunicazioni in funzione della votazione media acquisita e del numero di anni accademici trascorsi dall'immatricolazione al conseguimento della Laurea triennale.


Si ricorda che l'eventuale inserimento nei piani degli studi di Laurea triennale di insegnamenti in soprannumero propri dei Corsi di Laurea Magistrale e la conseguente acquisizione dei crediti non costituisce garanzia di accesso ai Corsi di Laurea Magistrali stessi.


Trovare alloggio a Como. Agli studenti del Politecnico di Milano, iscritti presso il Polo di Como, sono riservati alloggi presso le residenze universitarie, situate nelle vicinanze dell'Università. Sono disponibili varie soluzioni abitative. Ogni appartamento è arredato in maniera funzionale. Le informazioni dettagliate su tipologie degli alloggi, costi e modalità di assegnazione e su altre possibilità di alloggio sono pubblicate nella sezione Servizi del sito del Polo di Como (www.polo-como.polimi.it). Gli studenti che possiedono requisiti di merito e di reddito possono presentare domanda per l'assegnazione di un alloggio ( http://www.residenze.polimi.it/index.php?id=38 ).


La città di Como. Circondata da verdi montagne ed affacciata sull'omonimo lago, la città di Como, oltre a godere di un clima mite tutto l'anno, presenta una varietà di ambienti e panorami circostanti davvero variegata e sorprendente. Il suo passato ricco di storia può essere ammirato nelle numerose opere architettoniche che abbelliscono il centro, tra cui il Duomo e Sant'Abbondio. Tuttavia Como è rinomata anche per le sue splendide ville con vista lago, oggi residenza di personaggi famosi o di eventi di richiamo internazionale.

Il ricco tessuto economico locale, formato per lo più da piccole e medie imprese, si presenta estremamente attivo, dinamico e intraprendente. Accanto al settore tessile, ha avuto notevole sviluppo negli ultimi anni il terziario, che insieme agli alberghi e alle altre strutture di intrattenimento è in grado di soddisfare qualsiasi tipo di turismo. Di assoluto rilievo, infine, è il settore del commercio proiettato ormai in una dimensione internazionale.

La città è servita da una buona rete di trasporti: i treni delle Ferrovie dello Stato e delle Ferrovie Nord raggiungono i capoluoghi vicini e si collegano alla rete di trasporto pubblico locale e ai servizi di navigazione lacustre. Grazie alla fitta rete dei trasporti, la sede del Polo di Como è a meno di 45 minuti di treno dal Campus di Bovisa del Politecnico di Milano e a poco più di un'ora dal Campus Leonardo di Milano.


Il sito del corso di Ingegneria Informatica di Como:
http://www.como.polimi.it/informatica
Il sito con l'elenco degli insegnamenti, i programmi ufficiali, i regolamenti didattici (andare alla sezione "Didattica")
http://www.ingindinf.polimi.it

Decadenza dagli studi


Informazioni dettagliate relative alla decadenza dagli studi sono disponibili alla pagina
http://www.polimi.it/studenti/carriera/decadenza-dagli-studi/ 


15. Errata corrige

Nessun contenuto per questa sezione.