Anno Accademico 2018/19





Scuola di Ingegneria Industriale e dell'Informazione



Regolamento Didattico del Corso di Studio in:


Automation and Control Engineering - Ingegneria dell'Automazione
Laurea Magistrale


Sede di: Milano

1. Informazioni Generali

Scuola Scuola di Ingegneria Industriale e dell'Informazione
Codice Corso di Studio473
Corso di StudioAutomation and Control Engineering - Ingegneria dell'Automazione
OrdinamentoOrdinamento 270/04
Classe di LaureaLM-25 - Ingegneria dell'automazione
Livello Laurea Magistrale
Primo AA di attivazione 2010/2011
Durata nominale del Corso 2
Anni di Corso Attivi 1,2
Lingua/e ufficiali Inglese
Sede del corso Milano
Preside Antonio Capone
Coordinatore CCS Maria Prandini
Sito web della Scuola http://www.ingindinf.polimi.it
Sito web del Corso di Studi
http://ccs-automazione.elet.polimi.it/


Segreteria Studenti - Milano Leonardo
Indirizzo VIA C. GOLGI, 42 (MI)

2. Presentazione generale del Corso di Studio

L’Ingegneria dell’Automazione ha come scopo il progetto, la realizzazione e la gestione di apparati e sistemi atti a rendere efficiente e indipendente dall’intervento diretto dell’uomo il funzionamento di macchine, impianti e reti di distribuzione. L’Ingegneria dell’Automazione consente sia di accrescere le funzionalità e il valore di apparati e macchine, sia di realizzare sistemi in grado di compiere autonomamente lavori faticosi e ripetitivi, a volte in ambienti ostili all’uomo. Il crescente impiego dell’automazione nell’industria e nella società è dovuto allo sviluppo tecnologico nelle discipline classiche dell’ingegneria (meccanica, elettrica, energetica, aerospaziale) e alla loro integrazione con le più avanzate tecnologie dell’informazione (automatica, elettronica, informatica, telecomunicazioni). Il corso di Laurea Magistrale in Automation and Control Engineering ha quindi l’obiettivo di formare specialisti nel progetto, nella realizzazione e nella gestione di sistemi di automazione caratterizzati da uno spiccato contenuto tecnologico. La formazione del laureato è connotata da una solida formazione di base e da elevate competenze interdisciplinari. Nel corso di Laurea Magistrale si approfondiscono inoltre specifiche tematiche di interesse crescente, tra cui:

 

  • l’automazione dei sistemi per la produzione dell’energia, sia di tipo tradizionale (centrali termoelettriche, impianti idroelettrici, …) sia basati su fonti rinnovabili (eolico, solare, biomasse,…);
  • l’automazione dei veicoli (automobili, motociclette, treni ad alte prestazioni,…);
  • i sistemi robotici, impiegati sia in ambito industriale (linee automatizzate di produzione) sia in applicazioni speciali, per esempio come agenti autonomi che operano in contesti potenzialmente pericolosi per l’uomo.

 

Il Corso di Laurea Specialistica, poi Magistrale, è stato attivato al Politecnico di Milano nell’Anno Accademico 2004/05 con l’obiettivo di formare tecnici altamente specializzati nel settore dell’Automazione per soddisfare le esigenze di un contesto territoriale caratterizzato da una straordinaria concentrazione di aziende operanti nell’industria di processo, nei sistemi di produzione manifatturiera, nei servizi. Da allora, il Corso di Studio ha avuto successo in termini di immatricolazioni sia di studenti provenienti da tutte le regioni italiane, sia di studenti stranieri. I laureati hanno trovato facilmente sbocchi professionali in tutti i settori della produzione e dei servizi, nei centri di ricerca, nelle società di ingegneria, in Italia e all'estero.

 

Dall'Anno Accademico 2014/15 la Laurea Magistrale ha assunto il nome di Automation and Control Engineering, con ordinamento in lingua inglese.


3. Obiettivi Formativi

Il corso di Laurea Magistrale è connotato da un marcato carattere scientifico e tecnologico. L’obiettivo è quello di formare esperti in grado di comprendere l’evoluzione tecnologica e di contribuirvi, impiegando i risultati della ricerca per la progettazione di sistemi di automazione innovativi in contesti intrinsecamente multidisciplinari e in settori industriali altamente competitivi.

 

Il laureato di secondo livello dovrà quindi: a) aver acquisito una buona padronanza degli strumenti matematici necessari all’analisi e alla progettazione di sistemi di automazione complessi; b) aver maturato una conoscenza approfondita delle tecnologie e dei processi tipici di alcuni dei principali settori industriali nell’ambito dei quali l’automazione svolge un ruolo sempre più rilevante; c) aver sviluppato la capacità di esplorare e valutare l’offerta e le tendenze di mercato nel campo della strumentazione e della componentistica di sistema, in vista di applicazioni innovative; d) aver conseguito familiarità con le tecniche più avanzate di identificazione, analisi, simulazione, ottimizzazione e controllo di sistemi dinamici di ogni tipo, nonché la capacità di fonderle in modo efficace e creativo, adattandole ai connotati specifici dei problemi da risolvere; e) aver coltivato l’attitudine al lavoro di gruppo e la capacità di far propri i principi e i metodi dell’organizzazione aziendale.


4. Schema del Corso di Studio e successivi livelli di formazione

4.1 Schema del Corso di Studio e Titoli conseguiti

Il Corso di Studio in Ingegneria dell’Automazione è articolato su tre livelli: 1) il Corso di Laurea in Ingegneria dell'Automazione, della durata di tre anni, 2) Il Corso di Laurea Magistrale in Automation and Control Engineering, successivo al Corso di Laurea e della durata di due anni, 3) il Dottorato di Ricerca, successivo ai primi due livelli e della durata di tre anni (per informazioni più ampie di quelle fornite nel seguito si può consultare la sezione Didattica del sito http://www.ingindinf.polimi.it/).

Ognuno dei due anni del Corso di Laurea Magistrale è diviso in due semestri. Per consentire l’accesso al corso di Laurea Magistrale all’inizio di ogni semestre, il primo e il secondo semestre di ogni anno sono intercambiabili; gli insegnamenti programmati in ogni semestre possono, cioè, essere seguiti senza sensibile pregiudizio sia nell’ordine naturale (1° semestre, 2° semestre) sia in quello inverso (2° semestre, 1° semestre).

4.2 Accesso ad ulteriori studi

La qualifica da` accesso al Dottorato di Ricerca, al Corso di Specializzazione di secondo livello e al Master Universitario di secondo livello


5. Sbocchi professionali e mercato del lavoro

5.1 Status professionale conferito dal titolo

Il Corso di Laurea Magistrale in Automation and Control Engineering afferisce alla Classe LM-25 e consente l'accesso - previo il superamento di differenti esami di Stato - sia al Settore dell'Informazione, sia al Settore Industriale della Sezione A dell'Albo degli Ingegneri, col titolo di Ingegnere.

5.2 Ruoli e sbocchi occupazionali in dettaglio

L’ingegnere dell’automazione può trovare impiego nelle industrie che producono, o immettono nei loro prodotti, strumenti e sistemi per l’automazione, così come in quelle dotate di processi produttivi flessibili a elevato tasso di automazione. Il mercato dell’automazione riguarda, in misura crescente, tutti i comparti della produzione industriale e dei servizi: l’industria di processo (chimica, petrolchimica, energia, etc.); l’industria, le aziende e gli enti operanti nel settore dei trasporti (terrestri, marittimi e aerei); l’industria produttrice di beni di largo consumo (alimentari, elettrodomestici, giochi, etc.); le reti di pubblica utilità (acqua, gas, energia, trasporti, etc.); l’industria produttrice di macchine automatiche, di robot e più in generale di sistemi meccatronici, derivanti dalla progettazione integrata della meccanica e dell’elettronica di misura e controllo; gli organismi che sovrintendono o partecipano alla gestione di risorse (materiali, naturali e umane) di rilevante interesse economico e sociale.

In tutti questi ambiti, l’ingegnere dell’automazione è tipicamente chiamato a operare su vari fronti:

  • le aziende che producono e forniscono sistemi di automazione (hardware e/o software);
  • le aziende che utilizzano impianti automatizzati di produzione o gestiscono servizi di elevata complessità;
  • le aziende che producono sistemi a elevato contenuto tecnologico per la presenza di sofisticati elementi di automazione e controllo;
  • le società di ingegneria e di consulenza che studiano e progettano impianti e sistemi complessi, economicamente impegnativi e tecnologicamente di avanguardia.

Rapporti del Nucleo di valutazione
https://aunicalogin.polimi.it/aunicalogin/getservizio.xml?id_servizio=204&idApp=1&idLink=4085

5.3 Profilo del laureato

Ingegnere dell’automazione


funzione in un contesto di lavoro:
L'Ingegnere dell'Automazione (Laureato Magistrale in Automation and Control Engineering) è un esperto in grado di comprendere l'evoluzione tecnologica e di contribuirvi, impiegando i risultati della ricerca per la progettazione di sistemi di automazione innovativi in contesti intrinsecamente multidisciplinari e in settori industriali altamente competitivi. E' in particolare specializzato nel progetto, nella realizzazione e nella gestione di sistemi di automazione caratterizzati da uno spiccato contenuto tecnologico e derivanti dall'integrazione di diversi componenti in applicazioni di svariata natura.

Il Corso di Laurea Magistrale in Automation and Control Engineering afferisce alla Classe LM-25 e consente l'accesso - previo il superamento di differenti esami di Stato - sia al Settore dell'Informazione, sia al Settore Industriale della Sezione A dell'Albo degli Ingegneri, con il titolo di Ingegnere.


competenze associate alla funzione:
Il Laureato Magistrale in Automation and Control Engineering possiede competenze specifiche per:

- applicare gli strumenti matematici necessari all'analisi e alla progettazione di sistemi di automazione complessi;
- esplorare e valutare l'offerta e le tendenze di mercato nel campo della strumentazione e della componentistica di sistema, in vista di applicazioni innovative;
- individuare ed utilizzare le tecniche più avanzate di identificazione, analisi, simulazione, ottimizzazione e controllo di sistemi dinamici di ogni tipo, fondendole in modo efficace e creativo, e adattandole ai connotati specifici dei problemi da risolvere, anche in contesti multidisciplinari;
- comprendere l'organizzazione aziendale (cultura d'impresa).


sbocchi occupazionali:
L'Ingegnere dell'Automazione può trovare impiego nelle industrie che producono, o immettono nei loro prodotti, strumenti e sistemi per l'automazione, così come in quelle dotate di processi produttivi flessibili a elevato tasso di automazione. Il mercato dell'automazione riguarda, in misura crescente, tutti i comparti della produzione industriale e dei servizi:

- l'industria di processo (chimica, petrolchimica, energia, etc.); 
- l'industria, le aziende e gli enti operanti nel settore dei trasporti (terrestri, marittimi e aerospaziali);
- l'industria produttrice di beni di largo consumo (alimentari, elettrodomestici, giochi, etc.);
- le reti di pubblica utilità (acqua, gas, energia, trasporti, etc.);
- l'industria produttrice di macchine automatiche, di robot e più in generale di sistemi meccatronici, derivanti dalla
progettazione integrata della meccanica e dell'elettronica di misura e controllo;
- gli organismi che sovrintendono o partecipano alla gestione di risorse (materiali, naturali e umane) di rilevante interesse economico e sociale.
In tutti questi ambiti, l'ingegnere dell'automazione è tipicamente chiamato a operare su vari fronti:
- le aziende che producono e forniscono sistemi di automazione (hardware e/o software);
- le aziende che utilizzano impianti automatizzati di produzione o gestiscono servizi di elevata complessità;
- le aziende che producono sistemi a elevato contenuto tecnologico per la presenza di sofisticati elementi di automazione e controllo;
- le società di ingegneria e di consulenza che studiano e progettano impianti e sistemi complessi, economicamente
impegnativi e tecnologicamente di avanguardia.


6. Iscrizione al Corso di Studio

6.1 Requisiti di Ammissione

Titolo di studio di I ciclo (6 Livello EQF) o titolo comparabile


L’ammissione alla Laurea Magistrale è soggetta ad un processo di valutazione atto a verificare l’idoneità del candidato. Tale processo, a norma della regolamentazione esistente (D.M. 22/10/2004 n. 270 art. 6 comma 2 e D.M. del 16/3/2007, art.6 comma 1), si basa su requisiti curricolari e sulla verifica della adeguatezza della preparazione dello studente.

L’ammissione alla Laurea Magistrale sarà deliberata in forma insindacabile da una Commissione di Valutazione istituita a tale scopo dal Consiglio di Corso di Studio, che si baserà sull’analisi della carriera accademica. La Commissione potrà prendere in considerazione, ai fini dell’ammissione, elementi reali di eccezionalità, comprovati da adeguata documentazione, che possano giustificare il non rispetto dei criteri a seguito indicati e dimostrino l’adeguatezza della preparazione acquisita; tale documentazione dovrà essere allegata alla richiesta di ammissione.

 

In caso di ammissione, eventuali vincoli nelle scelte curricolari (si veda il Paragrafo 6.2), saranno esplicitati contemporaneamente al giudizio positivo e prima dell’immatricolazione, così da fornire le informazioni necessarie per una scelta trasparente e razionale dei piani di studio.

Per quanto riguarda il prerequisito della conoscenza della lingua inglese si rimanda al Paragrafo 7.4.

 

Richiesta di ammissione

 

Per essere ammessi alla valutazione della carriera occorre essere in possesso di una Laurea o di un titolo superiore (Laurea Magistrale o Specialistica, Laurea quinquennale di vecchio ordinamento). La valutazione può essere fatta anche per allievi di Corsi di Laurea del Politecnico di Milano, se iscritti all’appello di Laurea immediatamente successivo, e per allievi di Corsi di Laurea di altri Atenei, se è previsto il conseguimento della Laurea prima dell’immatricolazione alla Laurea Magistrale.

 

I requisiti della carriera accademica considerati dalla Commissione per l’ammissione sono:

Per i laureati del Politecnico di Milano, che provengano da un Corso di Laurea di continuità, l'aver acquisito almeno 105 CFU con una votazione media pesata per crediti >= 25/30, entro il termine della sessione autunnale d'esami di profitto del 2° anno dall’immatricolazione, e abbiano conseguito la laurea entro 4 anni accademici dall'immatricolazione; 

oppure

  1. l’ottenimento di una media pesata (o di un voto di Laurea per laureati di altri Atenei) non al di sotto di una soglia di ammissione (si veda di seguito per i dettagli);
  2. il possesso di una certificazione che attesti la conoscenza della lingua inglese (si veda il Paragrafo 7.4);
  3. il possesso di requisiti formativi che non comportino integrazioni curricolari (Par. 6.2).

 

Qualora il prerequisito 1) non sia soddisfatto, il candidato non sarà ammesso alla Laurea Magistrale. Si fa presente che a partire dall’anno accademico 2018/19 i criteri di automatica esclusione sono da ritenersi tassativi.

 

Qualora il candidato non rispetti i prerequisiti 2) e/o 3), potrà essere ammesso alla Laurea Magistrale – e quindi immatricolarsi – solo dopo averli conseguiti, dimostrando la conoscenza della lingua inglese e/o soddisfacendo le integrazioni curricolari che la Commissione avrà identificato e comunicato al candidato.

 

Soglia di ammissione

 

Laureati del Corso di Laurea in Ingegneria dell’Automazione del Politecnico di Milano

Non saranno ammessi al Corso di Laurea Magistrale in Automation and Control Engineering i Laureati del Corso di Laurea in Ingegneria dell’Automazione del Politecnico di Milano che al termine del corso di primo livello abbiano ottenuto una votazione media pesata inferiore a un valore di soglia di 22/30.

Saranno invece automaticamente ammessi tutti i Laureati del Corso di Laurea in Ingegneria dell’Automazione del Politecnico di Milano che al termine del corso di primo livello abbiano ottenuto una votazione media pesata non inferiore a 22/30.

 

Laureati degli altri Corsi di Laurea della Scuola di Ingegneria Industriale e dell’Informazione del Politecnico di Milano

Non saranno ammessi i Laureati degli altri Corsi di Laurea della Scuola di Ingegneria Industriale e dell’Informazione del Politecnico di Milano che al termine del corso di primo livello abbiano ottenuto una votazione media pesata inferiore a un valore di soglia di 23/30.

Saranno invece automaticamente ammessi tutti i Laureati degli altri Corsi di Laurea della Scuola di Ingegneria Industriale e dell’Informazione del Politecnico di Milano che al termine del corso di primo livello abbiano ottenuto una votazione media pesata non inferiore a 23/30.

 

Per tutti i candidati che non ricadono nelle precedenti categorie, l'ammissione verrà decisa caso per caso dall'apposita Commissione di accesso, sulla base del precedente curriculum di studi e del voto di laurea.

 

L'ammissione al corso di Laurea Magistrale non implica la convalida di tutti i crediti acquisiti in soprannumero o come corsi singoli nella carriera pregressa. Gli obblighi formativi che devono essere soddisfatti dai candidati sono determinati su base individuale dalla Commissione di ammissione, in base al numero e al tipo di crediti conseguiti nella carriera pregressa.

 

Conoscenza della lingua inglese

Per le certificazioni riconosciute e le rispettive soglie si faccia riferimento al Paragrafo 7.4.

6.2 Descrizione delle conoscenze richieste agli studenti in ingresso

Per l’ammissione al Corso di Laurea Magistrale in Automation and Control Engineering è necessario aver acquisito una solida preparazione nelle discipline di base nella formazione di un ingegnere, vale a dire matematica, fisica, informatica e una buona conoscenza delle discipline caratterizzanti l’Ingegneria dell’Automazione, quali l’automatica, la meccanica, le macchine elettriche. Inoltre è richiesta una conoscenza delle discipline proprie dell’Ingegneria dell’Informazione, quali l’elettronica e le telecomunicazioni, adeguata al loro impiego nel progetto dei sistemi di automazione.

Eventuali lacune formative dovranno essere colmate, mediante obblighi di allineamento oppure integrazioni curricolari, secondo quanto illustrato nella Sezione 7 del presente Regolamento Didattico.


Informazioni dettagliate relative ad ammissione e immatricolazione sono disponibili sul sito dell'Orientamento
https://aunicalogin.polimi.it/aunicalogin/getservizio.xml?id_servizio=204&idApp=1&idLink=4745

6.3 Scadenze per l'ammissione e numero posti disponibili

 
Informazioni dettagliate relative alle scadenze e ai posti disponibili sono presenti nella guida all'immatricolazione
https://aunicalogin.polimi.it/aunicalogin/getservizio.xml?id_servizio=204&idApp=1&idLink=4889

6.4 Indicazione di eventuali attivitā per l'orientamento per gli studenti e attivitā di tutorato

Il tutorato è stato istituito con Legge n. 341 del 1990 (Riforma degli ordinamenti didattici universitari) come un'attività diretta a "orientare ed assistere gli studenti lungo tutto il percorso degli studi, a renderli attivamente partecipi del processo formativo, a rimuovere gli ostacoli ad una proficua frequenza dei corsi, anche attraverso iniziative rapportate alle necessità, alle attitudini e alle esigenze dei singoli" (art. 13).

La Scuola di Ingegneria Industriale e dell'Informazione offre una serie di attività finalizzate a rendere più efficaci e produttivi gli studi universitari, con l'ausilio sia di docenti tutor, sia di studenti tutor, questi ultimi selezionati attraverso specifici bandi di concorso che l'Ateneo pubblica annualmente.

Per maggiori informazioni sulle attività svolte si rimanda al sito web della Scuola di Ingegneria Industriale e dell'Informazione (http://www.ingindinf.polimi.it/).


Sito Orientamento
https://aunicalogin.polimi.it/aunicalogin/getservizio.xml?id_servizio=204&idApp=1&idLink=3748

7. Contenuti del Corso di Studio

7.1 Requisiti per il conseguimento del titolo

Per il conseguimento del titolo č richiesta l' acquisizione dei 120 crediti (CFU) specificati nel presente regolamento didattico. In particolare, per le attivitā formative caratterizzanti (automatica; convertitori, macchine e azionamenti elettrici; meccanica applicata alle macchine) sono previsti almeno 45 CFU, per le attivitā affini e integrative (informatica, tecnologie meccaniche, …) sono previsti almeno 15 CFU, mentre per attivitā a scelta dello studente sono previsti 10 CFU. Per la preparazione della Tesi di Laurea Magistrale e per la preparazione della prova finale sono previsti 20 CFU, di cui uno dedicato all'approfondimento delle conoscenze relative alla lingua inglese.

7.2 Modalitā di frequenza e di didattica utilizzata

Il corso č a tempo pieno e comprende la partecipazione a lezioni, esercitazioni e ad attivitā di laboratorio.

7.3 Obiettivi e quadro generale delle attivitā didattiche per ciascun piano di studio preventivamente approvato

Il piano degli studi prevede un unico percorso formativo, in lingua inglese, con alcuni insegnamenti opzionali tenuti in lingua italiana.

I 120 CFU da conseguire sono così ripartiti:

  • insegnamenti obbligatori in lingua inglese per un totale di 60 CFU;
  • insegnamenti complementari, a prevalenza in lingua inglese, per un totale di almeno 40 CFU;
  • tesi di laurea, alla quale sono riservati 20 CFU.

 

Gli insegnamenti obbligatori sono costituiti da 5 insegnamenti da 10 CFU al primo anno e da due insegnamenti da 5 CFU al secondo anno. Uno di questi, denominato "Automation and Control Laboratory", è orientato in modo prevalente a un’attività sperimentale nella quale si integrano conoscenze acquisite in vari insegnamenti a carattere disciplinare. Si fa presente che, pur essendo questo insegnamento indicato come obbligatorio, l'effettiva fruibilità per tutti gli studenti è subordinata alla disponibilità di posti nei laboratori che ospitano le attività sperimentali. Qualora questa disponibilità non fosse garantita per tutti gli studenti, si porranno in atto meccanismi di selezione degli studenti che potranno frequentare l'insegnamento, invitando i rimanenti studenti a inserire in sostituzione nel proprio piano degli studi un altro insegnamento caratterizzante.

 

Gli insegnamenti complementari possono essere opzionali, a libera scelta o "di allineamento".

Gli insegnamenti opzionali sono organizzati in due gruppi. Il primo gruppo (Tabelle 1, 2) si riferisce ad aree tematiche proprie dell’Ingegneria dell’Automazione. Per tutti gli insegnamenti compresi in questo gruppo verrà assicurata nella massima misura possibile la fruibilità diretta (senza sovrapposizioni di orario). Il secondo gruppo, relativo a temi di approfondimento o d’interesse più particolare (Tabelle 3, 4) comprende insegnamenti di varia natura, mirati a finalità anche molto diverse fra loro, ma in ogni caso interessanti per l’Ingegneria dell’Automazione. Essi sono mutuati da altri Corsi di Studio oppure offerti in collaborazione. A causa di prevedibili problemi di coordinamento, non sempre potrà essere assicurata per questi insegnamenti la fruibilità diretta (assenza, cioè, di sovrapposizioni di orario).

 

La scelta degli insegnamenti opzionali sarà esercitata da ogni allievo in conformità con le proprie capacità ed inclinazioni, nel rispetto dei seguenti vincoli:

  • almeno 20 CFU dovranno essere scelti nell’ambito delle aree tematiche proprie dell’Ingegneria dell’Automazione (Tabelle 1 e 2). In assenza di obblighi formativi si suggerisce tuttavia di selezionare un numero superiore di CFU dalle Tabelle 1 e 2.
  • il numero dei crediti scelti liberamente dallo studente con esami non inclusi nelle Tabelle 1-4 non può essere superiore a 10 CFU. E' compito di una commissione del Consiglio di Corso di Studio verificare la coerenza delle scelte dello studente con gli obiettivi formativi del Corso di Laurea Magistrale. Viceversa, la scelta di questi crediti liberi nell’ambito degli insegnamenti riportati nelle Tabelle 1-4 comporta l’approvazione automatica del piano degli studi, fermi restando il rispetto degli altri vincoli qui specificati.
  • ulteriori vincoli e incompatibilità sono specificati nel seguito, dopo le Tabelle 1-4

 


Nell'ambito dei crediti scelti liberamente dallo studente con esami non inclusi nelle Tabelle 1-4, lo studente ha la possibilità di inserire un insegnamento da 5 CFU denominato "Project Work". L'insegnamento, caratterizzato da una didattica fortemente innovativa, è tenuto in collaborazione diretta con un’azienda che propone un tema di innovazione ed è seguito da un numero ristretto di studenti, suddivisi in gruppi. Gli studenti interagiscono con personale dell’azienda e con un docente dell’Ateneo, che supervisiona le attività e fornisce l’inquadramento metodologico e progettuale. Il project work prevede alternanza di attività didattiche in aula in Ateneo e di esperienze dirette in azienda. Si prevede una valutazione finale dell’operato del singolo studente. L'insegnamento mira anche a rafforzare le "soft skills" degli studenti relativamente al lavoro di gruppo e alle abilità di presentazione dei risultati.

 

Prima dell'inizio del primo semestre saranno definite dal Consiglio di Corso di Studio le proposte di attivazione dei project work, alcuni dei quali saranno offerti al primo semestre, altri al secondo semestre. Tali proposte saranno comunicate agli studenti mediante i canali istituzionali. Gli studenti potranno quindi presentare domanda di partecipazione per uno dei project work proposti: in caso di eccesso di domande per un project work si attiveranno dei meccanismi di selezione secondo criteri che saranno resi noti all'atto della comunicazione dei project work disponibili, con possibilità per gli studenti esclusi di optare per un altro project work, in caso di posti disponibili. Qualora un project work non raggiunga un numero minimo di partecipanti non sarà attivato.

Gli studenti ammessi a un project work inseriranno l’insegnamento nel proprio piano degli studi nel periodo previsto per la sua presentazione.

Si fa notare che l'attività svolta nell'ambito del project work non è utile per il conseguimento dei crediti relativi alla Tesi di Laurea Magistrale e non ha alcuna relazione con lo svolgimento di tale Tesi.

 

Completano l'insieme degli insegnamenti complementari gli insegnamenti detti "di allineamento", ovvero tutti gli insegnamenti intesi a colmare eventuali lacune formative evidenziate al momento dell’ammissione al Corso di Laurea Magistrale. Essi di norma fanno riferimento a insegnamenti (in lingua italiana) inseriti nei regolamenti didattici di primo livello.


Si richiama l’attenzione sul fatto che gli insegnamenti di allineamento non possono essere autonomamente scelti dagli studenti all’atto della composizione del Piano degli Studi, ma sono solo attribuiti dalla Commissione di ammissione alla Laurea Magistrale.

 

Poiché i vincoli sulla scelta degli insegnamenti opzionali impegnano solo 20 dei 40 CFU riservati agli insegnamenti complementari, possono essere inseriti fino a 20 CFU di allineamento in un piano di studi senza appesantirne il carico, ma solo riducendo, in pari misura, l’entità delle opzioni disponibili. Eventuali ulteriori lacune formative dovranno essere colmate preliminarmente all’iscrizione alla Laurea Magistrale mediante l’iscrizione e il superamento come "corsi singoli" di esami specificati dalla Commissione di ammissione alla Laurea Magistrale.


Insegnamenti del 1° Anno di corso - Piano di studio preventivamente approvato: XEN - AUTOMATION AND CONTROL ENGINEERING


Codice Attivitā formative SSD Denominazione Insegnamento Lingua Sem CFU CFU Gruppo
090912CING-IND/16COMPUTER AIDED MANUFACTURING110.010.0
088775BING-IND/13DYNAMICS OF MECHANICAL SYSTEMS110.010.0
052351BING-INF/04MODEL IDENTIFICATION AND DATA ANALYSIS110.010.0
096129BING-INF/04ADVANCED AND MULTIVARIABLE CONTROL210.010.0
088860BING-IND/32DYNAMICS OF ELECTRICAL MACHINES AND DRIVES210.010.0
------Insegnamenti a scelta dal Gruppo TAB2------10.0
------Insegnamenti a scelta dal Gruppo TAB4------

Insegnamenti del 2° Anno di corso - Piano di studio preventivamente approvato: XEN - AUTOMATION AND CONTROL ENGINEERING


Codice Attivitā formative SSD Denominazione Insegnamento Lingua Sem CFU CFU Gruppo
094124CING-INF/05SOFTWARE ENGINEERING (FOR AUTOMATION)25.05.0
------Insegnamenti a scelta dal Gruppo TAB1------30.0
------Insegnamenti a scelta dal Gruppo TAB2------
------Insegnamenti a scelta dal Gruppo TAB3------
------Insegnamenti a scelta dal Gruppo TAB4------
052353BING-IND/13
ING-IND/32
ING-INF/04
PROJECT WORK15.0
[5.0Didattica innovativa]
052353BING-IND/13
ING-IND/32
ING-INF/04
PROJECT WORK25.0
[5.0Didattica innovativa]
052352BING-IND/13
ING-IND/32
ING-INF/04
AUTOMATION AND CONTROL LABORATORY25.0
[1.0Didattica innovativa]
5.0
090921----THESIS AND FINAL EXAM--120.020.0
090921----THESIS AND FINAL EXAM--220.0

Un credito dell'insegnamento Automation and Control Laboratory sarà speso per valorizzare alcune soft skills degli studenti in termini in particolare di capacità di esposizione. Saranno previste presentazioni intermedie dei gruppi, anche nella forma di spotlight presentation.

Insegnamenti del Gruppo TAB1


Codice Attivitā formative SSD Denominazione Insegnamento Lingua Sem CFU
090914 B ING-INF/04 CONTROL OF INDUSTRIAL ROBOTS 1 5.0
052366 B ING-INF/04 CONTROL OF MOBILE ROBOTS 1 5.0
052354 B ING-INF/04 DATA DRIVEN CONTROL SYSTEM DESIGN 1 5.0
052369 B ING-INF/04 NETWORKED CONTROL 1 5.0
097468 B ING-IND/13 NOISE AND VIBRATION ENGINEERING 1 5.0
097469 B ING-INF/04 NONLINEAR CONTROL 1 5.0
089180 C MAT/08 NUMERICAL ANALYSIS 1 5.0
051197 B ING-INF/04 ROBUST CONTROL 1 5.0
093060 B ING-INF/04 SAFETY IN AUTOMATION SYSTEMS 1 5.0
094172 B ING-INF/04 SYSTEMS THEORY (NONLINEAR DYNAMICS) 1 5.0
052368 B ING-INF/04 CONTROL OF INDUSTRIAL AND MOBILE ROBOTS 1 10.0

Insegnamenti del Gruppo TAB2


Codice Attivitā formative SSD Denominazione Insegnamento Lingua Sem CFU
097483 C ING-IND/12
ING-INF/07
ADVANCED MEASUREMENT SYSTEMS FOR CONTROL APPLICATIONS 2 5.0
097471 B ING-INF/04 ADVANCED PROCESS CONTROL 2 5.0
093062 B ING-INF/04 AUTOMATION AND CONTROL IN VEHICLES 2 5.0
090916 B ING-INF/04 AUTOMATION OF ENERGY SYSTEMS 2 5.0
052358 B ING-INF/04 CONSTRAINED NUMERICAL OPTIMIZATION FOR ESTIMATION AND CONTROL 2 5.0
090917 C ING-IND/35 HIGH-TECH ENTREPRENEURSHIP 2 5.0
097470 B ING-IND/32 POWER ELECTRONICS AND SUPPLIES 2 5.0
090915 B ING-INF/04 PRODUCTION SYSTEMS CONTROL 2 5.0
097484 B ING-INF/04 SIMULATION TECHNIQUES AND TOOLS 2 5.0

Insegnamenti del Gruppo TAB3


Codice Attivitā formative SSD Denominazione Insegnamento Lingua Sem CFU
097313 C ING-IND/16 ADDITIVE MANUFACTURING 1 5.0
095143 C ING-INF/01 ANALOG CIRCUIT DESIGN 1 10.0
097319 C ING-IND/17 ASSET LIFE CYCLE MANAGEMENT 1 10.0
089169 C ING-INF/05 AUTONOMOUS AGENTS AND MULTIAGENT SYSTEMS 1 5.0
089194 B ING-INF/04 COMPLESSITĀ NEI SISTEMI E NELLE RETI 1 5.0
088724 C ING-INF/01 ELECTRONIC SYSTEMS 1 10.0
095901 B ING-INF/04 ICT FOR CONTROL SYSTEMS ENGINEERING 1 5.0
099993 C ING-INF/05 IMAGE ANALYSIS AND COMPUTER VISION 1 5.0
094179 C ING-INF/07 OPTICAL MEASUREMENTS 1 5.0
090918 C ING-INF/01 POWER ELECTRONICS 1 10.0
096221 -- ING-IND/26 DYNAMICS AND CONTROL OF CHEMICAL PROCESSES 2 5.0

Insegnamenti del Gruppo TAB4


Codice Attivitā formative SSD Denominazione Insegnamento Lingua Sem CFU
051823 C MAT/09 DISCRETE OPTIMIZATION 2 5.0
088882 C ING-INF/05 FORMAL METHODS FOR CONCURRENT AND REAL-TIME SYSTEMS (UIC 545) 2 5.0
097485 -- ING-IND/14 MACHINE DESIGN 2 5.0
095896 B ING-INF/04 NATURAL RESOURCES MANAGEMENT 2 10.0
051822 C MAT/09 NONLINEAR OPTIMIZATION 2 5.0
052359 C ING-INF/05 PERCEPTION, LOCALIZATION AND MAPPING FOR MOBILE ROBOTS 2 5.0

Incompatibilitā relative alle scelte possibili


  • L'insegnamento Power electronics è incompatibile con l'insegnamento Power electronics and supplies
  • L'insegnamento Control of industrial robots è incompatibile con l'insegnamento Control of industrial and mobile robots
  • L'insegnamento Control of mobile robots è incompatibile con l'insegnamento Control of industrial and mobile robots

Honours Programme Scientific Research in Information Technology


L'Honours Programme Scientific Research in Information Technology è un programma extracurricolare di eccellenza offerto dal Politecnico di Milano e concepito con l'obiettivo di formare gli studenti di laurea magistrale nella ricerca scientifica, con specifico riferimento al settore dell'Ingegneria dell'Informazione. Il programma prevede di dotare gli studenti più brillanti degli strumenti fondamentali per affrontare problemi di ricerca, in modo che gli studenti stessi acquisiscano progressivamente padronanza dei metodi propri della ricerca scientifica e siano in grado di elaborare un risultato che potenzialmente dia luogo a una pubblicazione scientifica. L'Honours Programme combina attività di ricerca condotte in collaborazione con i gruppi di ricerca del Politecnico di Milano a lezioni e seminari appositamente realizzati. Il titolo del programma sarà riportato ufficialmente nella carriera degli studenti, insieme alla descrizione delle attività condotte.

7.4 Modalitā di accertamento lingua straniera

Per l’ammissione alla Laurea Magistrale, è prerequisito essenziale l’adeguata conoscenza di una lingua straniera. Considerando l’offerta di insegnamenti dell’Ateneo, questa lingua è individuata nella lingua inglese. I livelli di conoscenza della lingua inglese vanno certificati, in sede di richiesta di ammissione, mediante il conseguimento di livelli minimi di punteggio nei test riconosciuti dall’Ateneo, che sono anch’essi disponibili presso il sito dell’Ateneo e della Scuola.

I candidati all’ammissione sono pertanto invitati a leggere con cura il documento "Guida alla lingua inglese".


Informazioni sulla conoscenza della lingua inglese
https://aunicalogin.polimi.it/aunicalogin/getservizio.xml?id_servizio=204&idApp=1&idLink=3841

7.5 Modalitā dell'esame di Laurea

L’esame di Laurea Magistrale verte sulla discussione di una Tesi di Laurea. Alla preparazione della Tesi sono dedicati 20 CFU, uno dei quali specificamente dedicato all’acquisizione di ulteriori competenze linguistiche, certificare dalla redazione in lingua inglese di un sommario esteso della Tesi. La Tesi di Laurea potrà essere scritta in italiano o in inglese, ma dovrà comunque contenere il sommario esteso redatto in inglese.

Sul sito web della Scuola di Ingegneria Industriale e dell'Informazione (http://www.ingindinf.polimi.it) (Sezione Didattica/Esami di Laurea) sono consultabili il Regolamento della Prova Finale di Laurea e di Laurea Magistrale e il Regolamento integrativo del Corso di Studio in Ingegneria dell'Automazione.


Le informazioni relative alle norme generali, regolamenti, calendario appelli, iscrizioni e consegna tesi sono disponibili su
https://aunicalogin.polimi.it/aunicalogin/getservizio.xml?id_servizio=204&idApp=1&idLink=5271

8. Calendario

Il calendario accademico è pubblicato sul sito dell'Ateneo.


Calendario accademico
https://aunicalogin.polimi.it/aunicalogin/getservizio.xml?id_servizio=204&idApp=1&idLink=3903

9. Docenti

I nominativi dei docenti afferenti al Corso di Studio e dei relativi insegnamenti saranno disponibili sul manifesto degli studi a partire dal mese di settembre.
Il Manifesto degli Studi viene pubblicato annualmente sul sito web del Politecnico di Milano.

I nominativi dei docenti afferenti al Corso di Studio e dei relativi insegnamenti saranno disponibili sul Manifesto degli Studi, che viene pubblicato annualmente sul sito web del Politecnico di Milano.


10. Strutture

Gli studenti del Corso di Laurea Magistrale in Automation and Control Engineering hanno accesso a tutte le strutture del Politecnico di Milano (aule informatizzate, biblioteche, sale studio, mense, strutture sportive). Diversi corsi prevedono attività di laboratorio, che sono svolte in aule informatizzate o in laboratori sperimentali. I laboratori, di tipo informatico o sperimentale, hanno l’obiettivo di integrare le conoscenze acquisite negli insegnamenti e di consentire allo studente di applicarle nella risoluzione di problemi specifici di automazione.

 

Un insegnamento specifico da 5 CFU, denominato"Automation and Control Laboratory", è completamente svolto in un laboratorio appositamente attrezzato per consentire allo studente di svolgere un’attività sperimentale nella quale si integrino le conoscenze acquisite nel corso dei suoi studi. Gli studenti laureandi possono inoltre svolgere nei laboratori dipartimentali la Tesi di Laurea Magistrale.

 

Ulteriori informazioni sono disponibili sul Manifesto degli Studi, che viene pubblicato annualmente sul sito web del Politecnico di Milano.


11. Contesto internazionale

La ricerca all'interno del Politecnico di Milano affianca, in un percorso parallelo, la fitta rete di rapporti di cooperazione con altre università italiane e straniere, con centri di ricerca pubblici e privati, con il sistema industriale. La qualità e l'impatto delle ricerche svolte dal Politecnico trovano conferma, in questi ultimi anni, nella crescita dei rapporti con la comunità scientifica internazionale. Testimonianza di ciò è il gran numero di progetti e programmi di ricerca recentemente intrapresi con le migliori università europee e di altri paesi, dal Nord America al Sud-Est asiatico.

Nell'anno 2018 il Politecnico di Milano ha conseguito nel Ranking QS, categoria Engineering and Technology, il 17° posto tra le Università a livello mondiale, il 6° a livello europeo e il 1° a livello italiano. In particolare il Politecnico di Milano risulta tra le prime 10 Università europee per le aree Computer Science & Information Systems, Electrical & Electronic Engineering, Mechanical Aeronautical & Manufacturing Engineering, tutte di interesse per il Corso di Laurea in Ingegneria dell'Automazione.


12. Internazionalizzazione

Gli studenti del Corso di Studio in Ingegneria dell’Automazione possono accedere a programmi di studio internazionali, basati su accordi stipulati con numerose istituzioni straniere. Ogni anno, diversi studenti sia italiani che stranieri partecipano a programmi di mobilità internazionale. Gli studenti selezionati per un programma specifico possono arricchire il loro curriculum trascorrendo un periodo all'estero, e acquisendo crediti completamente riconosciuti dal Politecnico di Milano.

Le opportunità offerte sono molteplici. Fra queste ricordiamo le seguenti:

  • periodo di studio all'estero nell'ambito del programma Erasmus, o di programmi speciali extra-EU;
  • programma di doppia laurea (che prevede il conseguimento di una doppia laurea magistrale in un periodo di 3 anni, di cui due trascorsi presso l'istituzione straniera partner);
  • tirocinio presso aziende o laboratori universitari stranieri;
  • svolgimento della tesi all'estero.

Nel sito web della Scuola (http://www.ingindinf.polimi.it), sezione Studenti, è disponibile un documento "Informazioni per gli studenti che vogliono trascorrere un periodo all'estero" che regola la mobilità internazionale per gli studenti della Scuola, in aggiunta ai regolamenti e alle linee guida dell’Ateneo.

L'apposita sezione del sito web (http://ccs-automazione.elet.polimi.it/) riporta informazioni specifiche per la mobilità internazionale degli studenti del Corso di Studio in Ingegneria dell'Automazione, integrando il documento della Scuola.

Gli studenti sono invitati a consultare questa documentazione prima di prendere in considerazione la possibilità di accedere a programmi di mobilità internazionale.


Informazioni sui programmi di scambio, progetti di doppia laurea e stage internazionali, progetti europei di ricerca e relazioni internazionali sono disponibili su
https://aunicalogin.polimi.it/aunicalogin/getservizio.xml?id_servizio=204&idApp=1&idLink=4603

13. Dati quantitativi

L'Osservatorio della didattica di Ateneo ed il Nucleo di Valutazione di Ateneo, avvalendosi anche del supporto degli osservatori della didattica delle facoltā, svolgono periodiche analisi sui risultati complessivi e sul livello qualitativo dell'attivitā didattica dei Corsi di Studio, monitorando le attivitā formative e l'inserimento del laureato nel mondo del lavoro. I rapporti e gli studi sono disponibili sul sito web del Politecnico di Milano.

14. Altre informazioni

Ulteriori informazioni sul Corso di Laurea Magistrale in Automation and Control Engineering al Politecnico di Milano sono reperibili consultando il sito web:

http://ccs-automazione.elet.polimi.it

nel quale sono riportati anche tutti gli indirizzi e-mail ai quali è possibile scrivere per porre domande relative ad argomenti specifici.


15. Errata corrige