Anno Accademico 2022/23





Scuola di Ingegneria Civile, Ambientale e Territoriale



Regolamento Didattico del Corso di Studio in:


Ingegneria per l'Ambiente e il Territorio - Environmental and Land Planning Engineering
Laurea Magistrale


Sede di: Milano, Piacenza

1. Informazioni Generali

Scuola Scuola di Ingegneria Civile, Ambientale e Territoriale
Codice Corso di Studio489
Corso di StudioIngegneria per l'Ambiente e il Territorio - Environmental and Land Planning Engineering
OrdinamentoOrdinamento 270/04
Classe di LaureaLM-35 - Ingegneria per l'ambiente e il territorio
Livello Laurea Magistrale
Primo AA di attivazione 2010/2011
Durata nominale del Corso 2
Anni di Corso Attivi 1,2
Lingua/e ufficiali (¹) Italiano/Inglese
Sede del corso Milano, Piacenza
Preside Alberto Taliercio
Coordinatore CCS Renato Casagrandi
Sito web della Scuola http://www.ingcat.polimi.it
Sito web del Corso di Studi
http://www.iat.polimi.it/
(¹) Il corso di laurea offre alcuni piani di studio preventivamente approvati in lingua italiana e altri in lingua inglese.


Segreteria Studenti - Piacenza
Indirizzo --


Segreteria Studenti - Milano Leonardo
Indirizzo VIA C. GOLGI, 42 (MI)

2. Presentazione generale del Corso di Studio

Il corso di Laurea Magistrale in Ingegneria per l’Ambiente e il Territorio/Environmental and Land Planning Engineering forma ingegneri con una solida preparazione multidisciplinare necessaria all’analisi dei fenomeni ambientali e alla progettazione degli interventi atti a risolvere i problemi posti dall’interazione dell’uomo con la natura e con l’ambiente in un quadro di sviluppo sostenibile. Il percorso formativo risponde alle esigenze richieste da tali competenze proponendo un curriculum con un contenuto di alto profilo sia nei settori disciplinari orientati all’acquisizione dei necessari strumenti teorici (matematica, statistica, informatica, scienze dell’ingegneria, politiche di pianificazione e gestione), sia in quelli di matrice specialistica che comprendono un ampio spettro di contenuti applicativi nei diversi ambiti dell’ingegneria. L’impostazione del percorso formativo è pertanto fortemente trasversale per l’integrazione delle diverse conoscenze: ciò è indispensabile per affrontare e risolvere le problematiche macrosettoriali tipiche degli ambiti di intervento della figura professionale nel settore stesso.


Organizzazione degli studi


Il percorso formativo è articolato in un primo anno, dove viene completata e rafforzata la preparazione acquisita nella laurea di provenienza. Tale obiettivo è raggiunto proponendo sia insegnamenti di approfondimento in alcuni settori delle scienze di base che insegnamenti teorico-applicativi nelle principali discipline caratterizzanti il corso di Laurea Magistrale, quali la protezione del territorio, l’ingegneria ambientale, la pianificazione territoriale. In linea con le spiccate caratteristiche di interdisciplinarietà del corso, gli insegnamenti del secondo anno sono basati su un'equilibrata diversificazione in percorsi opportunamente progettati per consentire all'allievo di costruire un percorso di studio nei principali settori di competenza professionale di riferimento: la difesa del suolo e la prevenzione dei rischi naturali, la pianificazione territoriale e la gestione delle risorse naturali, le tecnologie di risanamento ambientale, il monitoraggio e la diagnostica ambientale. La formulazione prevista consente altresì la possibilità di completare la preparazione specialistica dell'allievo grazie all'ampliamento delle conoscenze specifiche del settore tramite l’integrazione del percorso formativo condiscipline complementari, quali l'ingegneria energetica, chimica, automatica e gestionale, la chimica e la fisica applicata.
Per facilitare il raggiungimento degli obiettivi formativi, il Corso di Studi ha predisposto alcuni piani di studio campione (Piani di Studio Preventivamente Approvati, PSPA) che possono essere selezionati direttamente dallo studente con garanzia di approvazione senza alcuna ulteriore verifica. Tali PSPA sono altresì strutturati in modo da fornire agli allievi la possibilità di apportare quelle modifiche che, in linea con i vincoli di statuto nel loro complesso, possano rispondere con maggior efficacia alle attitudini ed interessi individuali dello studente. Oltre ai percorsi offerti in italiano, l’offerta formativa comprende anche un percorso completamente erogato in lingua inglese Environmental Engineering for Sustainability, fortemente orientato agli Obiettivi dello Sviluppo Sostenibile e finalizzato ad integrare le finalità generali della formazione con quelle capacità ritenute indispensabili a favorire la collocazione dei laureati in un ambito internazionale, potenziandone ulteriormente la preparazione sia nel contesto delle esigenze più immediate che in quelle prospettabili per il futuro del mercato professionale del settore. Possibilità complementari in tal senso sono comunque fornite anche dall’ampia disponibilità di inserimento, nei percorsi in italiano, di insegnamenti a scelta presenti in quello proposto in inglese.

Insegnamenti a scelta dello studente


Tra gli insegnamenti elettivi a libera scelta sono compresi tutti gli insegnamenti del corso di laurea e di laurea magistrale in Ingegneria per l’Ambiente e il Territorio, nonché quelli di tutti i corsi di laurea e laurea magistrale attivati presso le Scuole di Ingegneria del Politecnico di Milano. Potranno essere inclusi anche insegnamenti di altre Scuole del Politecnico di Milano e di altre sedi universitarie italiane ed europee, previa approvazione del Consiglio di Corso di Studi.
Per soddisfare i propri obblighi formativi nell’ambito degli insegnamenti a scelta, l’allievo potrà anche inserire nel proprio piano di studi insegnamenti con un numero di crediti diverso da quello indicato nelle tabelle dei PSPA, a patto che il totale dei crediti formativi di ogni anno di studi sia pari a 60. Per agevolare la scelta dello studente sono anche state elaborate tabelle di insegnamenti consigliati cui attingere per il completamento dei crediti.

3. Obiettivi Formativi

La scelta degli specifici insegnamenti da inserire nel percorso di studi deve essere orientata alla possibilità di acquisire le conoscenze scientifiche e tecniche avanzate necessarie alle figure professionali di settore.
All’interno di tali figure sono previsti professionisti in grado di:

progettare le azioni di mitigazione dei rischi naturali e delle loro forzanti antropiche (piano consigliato M2A - "Difesa del Suolo e Prevenzione dai Rischi Naturali”).

Tali azioni comprendono:

  • gli interventi strutturali di protezione idrogeologica, difesa e conservazione del suolo, sia su scala locale che su scala regionale, condotti tramite opere di ingegneria civile e naturalistica;
  • gli interventi non-strutturali di zonazione idrogeologica e sismica, di preavviso e preannuncio degli eventi estremi e di protezione civile.
La proposta didattica di questo percorso viene consolidata da adeguate esperienze di laboratorio e di campo, che affrontano sia le problematiche della sperimentazione in laboratorio e in sito, che quelle dell'analisi, della sintesi e della progettazione con sistemi di calcolo avanzato;

gestire la complessità dei sistemi ambientali e sistemi informativi dei servizi e del territorio per la pianificazione sia a scala urbana che alle scale comprensoriali e regionali  (piano consigliato M2B - “Pianificazione e Gestione delle Risorse Naturali”)

  • In particolare, gli ingegneri per l'ambiente e il territorio che seguano questo percorso sono in grado di:
  • elaborare strategie per la gestione razionale delle risorse naturali, dei servizi e del territorio,
  • pianificare lo sviluppo sostenibile del territorio e delle infrastrutture eseguendo anche analisi di tipo economico
  • analizzare dati ambientali e territoriali con l’aiuto della modellistica matematica e dei moderni strumenti informatici
  • stimare l’impatto ecologico, sociale ed economico di grandi opere e di piani, progetti e leggi sull’ambiente e sul territorio.

Questo percorso è rivolto in particolare a chi intenda operare nella gestione dei sistemi ambientali complessi, nella costruzione di sistemi informativi dei servizi e del territorio, nella pianificazione, sia a scala urbana, sia a scala comprensoriale e regionale (ad esempio piani territoriali di coordinamento, di viabilità e di trasporto; allocazione dei servizi sociali);

analizzare le problematiche relative al recupero e mantenimento della qualità ambientale (piano consigliato M2C - “ Tecnologie di Risanamento Ambientale”).

Le competenze specifiche acquisite tramite questo percorso sono capacità di:

  • progettazione, analisi delle prestazioni e gestione degli interventi tecnologici ed impiantistici per il trattamento delle acque primarie e di scarico, degli effluenti gassosi, dei rifiuti solidi, dei fanghi e dei siti contaminati;
  • identificazione, formulazione e progettazione degli interventi tecnologici per il recupero ed il mantenimento della qualità nei diversi settori ambientali (acqua, atmosfera, biosfera, suolo);
  • valutazioni tecniche di strategie di gestione e recupero di materia ed energia da residui civili ed industriali (riutilizzazione di acque di rifiuto, riciclo di biomasse, recupero e riutilizzazione di risorse dai rifiuti solidi e dai fanghi);
  • formulazione, implementazione ed analisi di procedure e sistemi di gestione ambientale nei servizi pubblici e nelle attività industriali.

La formazione acquisita in questo percorso è finalizzata a configurare figure professionali con una preparazione indirizzata all’identificazione, analisi, progettazione e valutazione degli interventi tecnologici e di processo per il recupero e la gestione della qualità ambientale, tanto nel settore ingegneristico che in quello della ricerca scientifica e dell’innovazione industriale.

controllare qualitativamente e quantitativamente il territorio e l’ambiente (piano consigliato M2D - "Monitoraggio e Diagnostica Ambientale").

Gli ingegneri per l'ambiente e il territorio che perseguano questo percorso formativo sono in grado di

  • acquisire, gestire e rappresentare le caratteristiche fisiche del territorio, tramite strumenti tecnologici avanzati;
  • progettare, costruire e mantenere la filiera dell’osservazione dei fenomeni ambientali tramite i sistemi e le reti di monitoraggio;
  • monitorare l’evoluzione dei processi ambientali tramite indagini in situ e remote;
  • sviluppare strumenti cartografici e gestire reti di monitoraggio e controllo dell’ambiente.
Esempi dei sistemi che un ingegnere ambientale esperto di monitoraggio e diagnostica ambientale si trova a progettare e gestire in un contesto interdisciplinare sono i sistemi informativi per il coordinamento dell'assetto territoriale, per il monitoraggio e la gestione delle risorse naturali, per la protezione civile, e per la gestione dei servizi tecnici e delle infrastrutture territoriali

4. Schema del Corso di Studio e successivi livelli di formazione

4.1 Schema del Corso di Studio e Titoli conseguiti

Uno schema sintetico del Corso di Studi è rappresentato in figura

4.2 Accesso ad ulteriori studi

La qualifica da` accesso al Dottorato di Ricerca, al Corso di Specializzazione di secondo livello e al Master Universitario di secondo livello


L'acquisizione di un Dottorato di Ricerca richiede la Laurea Magistrale quale formazione propedeutica. Il corso di dottorato si sviluppa lungo un arco di almeno tre anni di attività, durante i quali l'allievo dovrà acquisire 180 ulteriori crediti, 40 dei quali relativi alla formazione di base alla ricerca. Durante il corso di dottorato l'allievo viene inserito in specifici progetti di sviluppo scientifico e tecnologico di interesse nazionale ed internazionale, sviluppati sia in collaborazione con agenzie scientifiche che nel quadro di convenzioni con aziende e società di ingegneria. Per ogni approfondimento, gli interessati sono indirizzati al portale del Dottorato di Ricerca del Politecnico di Milano, alla pagina http://www.dottorato.polimi.it/
Tra i corsi di Dottorato di Ricerca del Politecnico ai quali i nostri laureati in Ingegneria per l'Ambiente e il Territorio possono essere particolarmente interessati segnaliamo in particolare i corsi di
  • Environmental and Infrastructure Engineering (presso il Dipartimento di Ingegneria Civile e Ambientale, DICA)
  • Information Technology (presso il Dipartimento di Elettronica, Informazione e Bioingegneria, DEIB)
  • Structural, Seismic and Geotechnical Engineering (presso il DICA)
  • Science, Technology and Policy for Sustainable Change (presso il DEIB)

5. Sbocchi professionali e mercato del lavoro

5.1 Status professionale conferito dal titolo

Il corso di Laurea Magistrale in Ingegneria per l'Ambiente e il Territorio forma ingegneri con una preparazione multidisciplinare necessaria all'analisi dei fenomeni ambientali e alla progettazione degli interventi atti a risolvere i problemi posti dall'interazione dell'uomo con la natura e con l'ambiente in un quadro di sviluppo sostenibile. La Laurea Magistrale risponde alle esigenze richieste da tali competenze proponendo un curriculum con un contenuto di alto profilo.


Il contenuto formativo della laurea magistrale è finalizzato alla preparazione di ingegneri in grado di affrontare la pianificazione, la progettazione e la gestione di azioni, interventi, opere e infrastrutture finalizzate a garantire lo sviluppo sostenibile nell'interazione uomo/natura.

Le competenze acquisite forniscono una preparazione che colloca il laureato nel contesto professionale indirizzato all’identificazione, analisi, progettazione e valutazione delle strategie di pianificazione e degli interventi tecnologici e di processo per il recupero e la gestione della qualità ambientale, tanto nel settore ingegneristico che in quello della ricerca scientifica e dell’innovazione industriale. L'intrinseca complessità dei problemi ingegneristici del recupero e protezione dell'ambiente e della gestione territoriale genera esigenze di carattere settoriale, che il corso di studi sviluppa con cinque proposte di altrettanti percorsi formativi finalizzati alle competenze specifiche richieste negli ambiti professionali di:

  1. Difesa del suolo e prevenzione dai rischi naturali,
  2. Pianificazione e gestione delle risorse naturali,
  3. Tecnologie di risanamento ambientale,
  4. Monitoraggio e diagnostica ambientale
  5. Environmental Engineering for Sustainability

5.2 Ruoli e sbocchi occupazionali in dettaglio

Ingegnere per l'Ambiente e il Territorio


Con riferimento ai PSPA proposti, gli sbocchi professionali si configurano come segue:

Sbocchi Professionali relativi ai piani di studio campione/consigliati proposti.

A. DIFESA DEL SUOLO E PREVENZIONE DAI RISCHI NATURALI
Il profilo professionale risponde alle esigenze di società di ingegneria e studi professionali; di imprese appaltatrici di opere per la difesa del suolo e di sistemi di prevenzione e preannuncio e dei pubblici servizi di difesa del suolo e protezione civile. Questa figura professionale configura un ingegnere dotato di conoscenze e capacità di analisi e sintesi su scala territoriale, unite a capacità progettuali di intervento.
B. PIANIFICAZIONE E GESTIONE DELLE RISORSE NATURALI
Gli sbocchi rivolti all'ingegnere di questo figura professionale comprendono l'inserimento sia all'interno di società di ingegneria, sia nelle divisioni «Ambiente e Territorio» di grandi aziende pubbliche e private, sia nei servizi tecnici e negli uffici di coordinamento degli enti pubblici.
C. TECNOLOGIE DI RISANAMENTO AMBIENTALE
Le specifiche competenze acquisite rispondono alle necessità di società di ingegneria e studi professionali; di imprese appaltatrici di bonifiche ambientali, risanamento dei corpi idrici e smaltimento dei rifiuti solidi; e di aziende e pubblici servizi di gestione e controllo della qualità ambientale.
D. MONITORAGGIO E DIAGNOSTICA AMBIENTALE
Il profilo professionale risponde alle esigenze delle società di ingegneria e degli studi professionali; delle aziende produttrici di sistemi di rilevamento, monitoraggio e controllo ambientale; e delle agenzie e dei pubblici servizi di monitoraggio, controllo e protezione ambientale e territoriale.
E. ENVIRONMENTAL ENGINEERING FOR SUSTAINABILITY
Le competenze, acquisite con un percorso completamente in inglese e fortemente trasversale, coinvolgono tanto gli effetti attesi da rischi naturali ed attività antropiche sul complesso delle componenti ambientali (aria, acqua, suolo, biota) che la loro mitigazione. La preparazione si colloca nei settori di interesse delle professionalità tecniche ed ingegneristiche in campo ambientale delle imprese industriali, delle società pubbliche e private di gestione di servizi, delle agenzie internazionali e nazionali per la programmazione strategica e la gestione di infrastrutture civili ed industriali e dell’utilizzo del territorio.

Career Service di Ateneo
http://www.polilink.polimi.it/go/Home/Polilink/Career-Service

5.3 Profilo del laureato

Ingegnere per l’Ambiente e il Territorio
Funzione in un contesto di lavoro

Si tratta di una figura professionale specializzata, capace di operare autonomamente e anche con funzioni di responsabilità, nel campo della pianificazione, della progettazione e della gestione di azioni, interventi, opere e infrastrutture per la prevenzione, la mitigazione e il recupero dei comparti ambientali e territoriali (acqua, aria, suolo, ecosistemi) al fine di garantire la sostenibilità dell’interazione uomo/ambiente. Il livello di maturità tecnico/scientifica e di specializzazione raggiunto dal laureato magistrale IAT consente l'impiego di tale figura professionale tanto nei settori dell’innovazione e della ricerca scientifica, quanto in quelli lavorativi del settore pubblico e privato, in cui è richiesto l'utilizzo di metodologie particolarmente sofisticate e avanzate per affrontare e formalizzare problemi complessi.

In aggiunta, i grandi cambiamenti ambientali e la evidente precarietà delle risorse naturali implicano professionalità con elevata capacità di lettura dei fenomeni, abilità nell’interlocuzione con i settori pubblici e privati ai quali spiegare questioni e ascoltare esigenze, valutazione delle politiche pubbliche ed efficacia nelle attività di reporting ambientale, richiesta cui il laureato magistrale IAT è in grado rispondere.
Il superamento dell'Esame di Stato abilita l'Ingegnere per l’Ambiente e il Territorio in possesso della Laurea Magistrale all'esercizio della libera professione di Ingegnere, in riferimento al Settore Civile ed Ambientale. Diversamente dai laureati di primo livello, i laureati magistrali non sono soggetti ad alcun vincolo di legge sulla dimensione e importanza delle opere che, in quanto ingegneri, possono essere progettate.

Competenze associate alla funzione

Le competenze acquisite consentono al laureato magistrale IAT non solo di operare con successo all’interno di gruppi di lavoro multidisciplinari, ma anche di coordinarli con cognizione di causa e competenza. Tali competenze acquisite gli permettono, pur in contesti ad elevata complessità, di individuare azioni e progettare strategie e interventi fattivi negli ambiti di seguito elencati, anche mediante l’analisi di dati ambientali e territoriali supportata da moderni strumenti informatici e un’avanzata modellistica matematica. Considerata la diversificazione delle problematiche ambientali e delle competenze specifiche richieste per affrontarle, gli ambiti di competenza, corrispondenti a differenti profili professionali, trovano diretta corrispondenza nei PSPA in cui il CdLM è organizzato.
  • Mitigazione dei rischi naturali e delle loro forzanti antropiche (corrispondenza con PSPA M2A), mediante interventi:
    - strutturali di protezione idrogeologica, difesa e conservazione del suolo, su scala sia locale che regionale, condotti tramite opere di ingegneria civile e naturalistica,
    - non-strutturali di zonizzazione idrogeologica e sismica, di preavviso e preannuncio degli eventi estremi e di protezione civile.
  • Pianificazione e gestione delle risorse naturali, a scala urbana, comprensoriale e regionale (corrispondenza con PSPA M2B), al fine di:
    - elaborare strategie per la gestione razionale delle risorse naturali, dei servizi e del territorio,
    - pianificare lo sviluppo sostenibile del territorio e delle infrastrutture eseguendo anche analisi di tipo economico,
    - analizzare dati ambientali e territoriali con l’aiuto della modellistica matematica e dei moderni strumenti informatici,
    - stimare l’impatto ecologico, sociale ed economico di grandi opere e di piani, progetti e leggi sull’ambiente e sul territorio.
  • Definizione degli interventi tecnologici e di pianificazione per il recupero e il mantenimento della qualità ambientale (corrispondenza con PSPA M2C), mediante:
    - identificazione, progettazione, gestione e analisi delle prestazioni degli interventi tecnologici ed impiantistici per il trattamento delle acque primarie e di scarico, degli effluenti gassosi, dei rifiuti solidi e dei fanghi,
    - identificazione, formulazione e progettazione degli interventi tecnologici per il recupero ed il mantenimento della qualità nei diversi comparti ambientali (acqua, atmosfera, suolo),
    - valutazione delle opzioni di recupero di materia e energia da residui civili e industriali (riuso di acque reflue depurate, riciclo di biomasse, recupero e riutilizzazione di risorse dai rifiuti solidi e dai fanghi, …).
  • Monitoraggio, da un punto di vista qualitativo e quantitativo, del territorio e dell’ambiente (corrispondenza con PSPA M2D), per:
    - acquisire, gestire e rappresentare le caratteristiche fisiche del territorio, tramite strumenti tecnologici avanzati,
    - progettare, costruire e mantenere la filiera dell’osservazione dei fenomeni ambientali tramite i sistemi e le reti di monitoraggio,
    - seguire l’evoluzione dei processi ambientali tramite indagini in situ e remote,
    - sviluppare strumenti cartografici e gestire reti di monitoraggio e controllo dell’ambiente. 
  • Valutazione di sostenibilità di politiche ambientali, sia strutturali che non (corrispondenza con PSPA M2E), mediante:
    - analisi di interventi strutturali e non strutturali per la mitigazione dei rischi, come la scarsità idrica, l’uso del territorio in zone sismiche, la conservazione della biodiversità,
    - studio di interventi puntuali di risanamento alle diverse scale territoriali ed ambiti industriali, quali la gestione di infrastrutture per la gestione di acqua e rifiuti, la produzione di energia.
Sbocchi occupazionali
Il carattere multidisciplinare e interdisciplinare del percorso formativo della Laurea Magistrale in Ingegneria per l’Ambiente e il Territorio apre sbocchi occupazionali di diversa natura, che spaziano dai settori della ricerca e sviluppo, all’esercizio dell’attività professionale, fino al settore pubblico in Enti di controllo e di gestione amministrativa degli aspetti ambientali. Pertanto, oltre al settore della ricerca scientifica e dell’innovazione industriale, esempi di possibili sbocchi occupazionali sono:
  • società di ingegneria, studi professionali e società di servizi territoriali e ambientali;
  • aziende e società di gestione delle reti tecnologiche dei servizi di pubblica utilità;
  • aziende produttrici di impianti e tecnologie di trattamento acque, gas, residui solidi e terreni contaminati
  • aziende di produzione energetica e di gestione e smaltimento dei rifiuti civili ed industriali;
  • aziende per la produzione e la gestione di strumentazione ambientale, di sensori remoti e di sistemi e reti di monitoraggio ambientale;
  • imprese di costruzione, manutenzione e gestione di opere e interventi di difesa del suolo e protezione ambientale;
  • divisione ambiente/sicurezza di grandi aziende;
  • settore analisi tecnica di aziende di credito e imprese di assicurazione;
  • pubblici servizi di monitoraggio, protezione ambientale e protezione civile;
  • autorità e agenzie, nazionali e internazionali, di pianificazione e controllo ambientale e territoriale;
  • servizi tecnici e cartografici nazionali e regionali.
Ulteriori sbocchi professionali, che sempre più prendono consistenza, vi sono quelli verso attività che si interpongono tra le aziende e il settore pubblico, come: fondazioni, associazioni, ONG, movimenti, ONLUS e Imprese sociali.

6. Iscrizione al Corso di Studio

6.1 Requisiti di Ammissione

Titolo di studio di I ciclo (6 Livello EQF) o titolo comparabile


Modalità di ammissione

L’accesso ai Corsi di Laurea Magistrale è subordinato al superamento di una fase di valutazione della carriera pregressa e dell'adeguatezza della preparazione del candidato effettuata dalla Commissione accessi - Ammissione Lauree Magistrali di Scuola il cui giudizio è insindacabile. Nei casi di esclusione la Commissione motiverà adeguatamente la decisione.

L’ammissione avverrà previa verifica del percorso formativo del candidato a seguito del quale verranno assegnate eventuali integrazioni curriculari.

La Scuola ha la possibilità di deliberare criteri specifici per ogni singolo corso e pertanto lo studente è invitato a consultare il sito della Scuola ed il Regolamento didattico del corso di studi al quale intende iscriversi. Le condizioni di accesso possono essere differenziate per ogni corso di Laurea Magistrale.

 

http://www.ingcat.polimi.it/studenti/ammissione-ai-corsi-l-e-lm/


L'ammissione al Corso di Laurea Magistrale è comunque subordinata al possesso di una Laurea di primo livello (D.M. 509/99 o D.M. 270/04), di una Laurea conseguita con Ordinamento antecedente il D.M. 509/99 o del Diploma Universitario.

E’ inoltre possibile presentare la domanda di valutazione se:

- si è già iscritti all’appello di laurea di un corso del Politecnico di Milano;

- si conseguirà la laurea presso un altro Ateneo prima dell’immatricolazione alla Laurea Magistrale al Politecnico di Milano.

In tutti i casi di valutazione positiva per poter procedere all’immatricolazione è necessario che la laurea sia conseguita entro il termine previsto per le immatricolazioni.

L'accesso ai corsi di Laurea Magistrale è subordinato anche alla verifica della conoscenza della lingua inglese, prerequisito di accesso ai fini dell’immatricolazione. Tutti gli studenti, per essere ammessi alla Laurea Magistrale devono aver conseguito una certificazione che attesti la conoscenza della lingua inglese come riportato nella Guida alla lingua Inglese disponibile al link:

https://www.polimi.it/studenti-iscritti/lingua-inglese/


Le modalità di selezione per l’immatricolazione ai corsi privilegiano gli allievi dotati di maggiori capacità e preparazione personale, indipendentemente dalla Scuola e dall’Ateneo di provenienza.

La selezione per l’ammissione alla Laurea Magistrale è basata sulla valutazione della carriera pregressa e dell’adeguatezza della preparazione personale (DM 28/11/00); la media pesata delle votazioni conseguite nella Laurea di primo livello (parametro V) e la congruità delle conoscenze apprese negli studi di primo livello che viene accertata verificando che i crediti acquisiti in corsi afferenti a raggruppamenti di settori scientifici disciplinari siano uguali o superiori ad un numero minimo necessario (parametro N). Per ciascun ambito viene specificato il numero minimo di CFU che lo studente dovrà aver conseguito con insegnamenti erogati degli SSD indicati.

Gli studenti possono verificare i valori dei parametri N e V fissati dalla Scuola secondo specifici

criteri, accedendo ai Servizi Online (www.polimi.it/servizionline - Carriera) o trovare informazioni dettagliate nei Regolamenti di Scuola e all’interno dei Regolamenti Didattici:

 

http://www.ingcat.polimi.it/studenti/ammissione-ai-corsi-l-e-lm/


Per favorire lo studente nella programmazione della propria carriera e nell’eventuale pianificazione degli aspetti logistici, l’Ateneo ha previsto, per la Scuola, due distinte finestre per richiedere la valutazione.

 

Informazioni dettagliate relative alle scadenze e ai posti disponibili sono presenti nel sito web http://www.poliorientami.polimi.it/come-si-accede/ammissione-ai-corsi-di-laurea-magistrale-architettura-design-ingegneria/

 

Gli studenti con titolo di studio estero seguono il percorso di pre-iscrizione descritto sul sito Polinternational

(www.polinternational.polimi.it), attenendosi alle scadenze previste. Attraverso questo percorso sarà possibile candidarsi per borse di merito ed ottenere maggiori informazioni relative all’organizzazione del proprio soggiorno in Italia nella fase successiva all’ammissione.

Il numero complessivo dei posti per l’iscrizione al primo anno di ciascun Corso di Studio dell'Ateneo è fissato dal Senato Accademico in fase di definizione dell’offerta formativa, sulla base delle indicazioni fornite dalla Scuola.

 

Passaggi e trasferimenti

  •            Provenienti da corsi di Laurea Specialistica/Magistrale di altri Atenei
  •            Provenienti da corsi di Laurea Specialistica/Magistrale del Politecnico di Milano
  •            Provenienti da corsi afferenti all’ordinamento D.M.509/99

Gli studenti già iscritti ad un corso di Laurea Specialistica/Magistrale, che intendano richiedere un passaggio di Corso o di Scuola od un trasferimento da altro Ateneo, sono tenuti ad avere gli stessi requisiti e a rispettare gli stessi termini previsti per la presentazione delle domande di valutazione e di iscrizione, descritte nei paragrafi precedenti.

Non sono previsti passaggi e trasferimenti nel secondo semestre.

Gli studenti provenienti da altro Ateneo devono acquisire almeno 60 CFU al Politecnico, equivalenti ad un anno di frequenza.

La Scuola può determinare eventuali ulteriori vincoli.

 


In dettaglio, l'accesso alla laurea magistrale in Ingegneria per l'Ambiente ed il Territorio comporta obbligatoriamente la precedente acquisizione di una laurea, presso le Scuole di Ingegneria del Politecnico di Milano o di un qualsiasi altro Ateneo italiano, o di un titolo straniero equivalente. Le condizioni di accesso sono differenziate in funzione della laurea acquisita, secondo il quadro riepilogativo che sintetizza la normativa di riferimento della Scuola.


a) Allievi immatricolati al Politecnico di Milano dall’anno accademico 2017/2018.

a1) Per i laureati del Politecnico di Milano, che provengano da un Corso di Laurea di continuità, l’ammissione è automaticamente consentita nei seguenti casi:

  • Laureati che abbiano acquisito almeno 100 CFU con una votazione media pesata per crediti >= 24/30, entro la chiusura della sessione autunnale del 2° anno dall’immatricolazione, e abbiano conseguito la laurea entro 4 anni accademici dall'immatricolazione; 

oppure

  • se la media (M) dei voti conseguiti negli esami di profitto necessari per laurearsi, pesata per crediti, soddisfa i vincoli riportati nella seguente tabella, che tengono conto del numero di anni accademici impiegati per il conseguimento del diploma di laurea.

Numero anni accademici per conseguire la Laurea

 

4 a.a. <

5 a.a. <

5 o più a.a.

Media voti  M

>= 22,00/30

>= 22,50/30

>= 23,00/30

N.B. L’anno accademico di riferimento termina con l’appello di laurea di Febbraio


a2Per i laureati del Politecnico di Milano che non provengano da un Corso di Laurea di continuità, l’ammissione segue le stesse regole enunciate al punto a1), subordinate al parere favorevole della Commissione di valutazione circa la possibilità o meno dell'ammissione stessa, gli eventuali obblighi formativi richiesti e/o la necessità di acquisizione di CFU relativi ad integrazioni curriculari.


b)  Allievi laureati in altri Atenei Italiani

  • Per i laureati di altri Atenei italiani, oltre al parere favorevole della Commissione di valutazione, l’ammissione è subordinata all’eventuale acquisizione di CFU relativi a integrazioni curriculari assegnate dalla Commissione e dal possesso del seguente requisito: media dei voti conseguiti negli esami di profitto necessari per laurearsi, pesata per crediti, non inferiore a 24/30.

c) Allievi laureati in Atenei esteri

  • Per i laureati di Atenei esteri, oltre al parere favorevole della Commissione di valutazione, l’ammissione è subordinata alla verifica dell’idoneità del titolo conseguito.

________________________________________

6.2 Descrizione delle conoscenze richieste agli studenti in ingresso

Oltre a quanto indicato al precedente paragrafo circa i titoli richiesti (requisiti di ammissione),l'accesso alla laurea magistrale in Ingegneria per l'Ambiente ed il Territorio richiede requisiti curriculari e adeguatezza della preparazione personale verificati con modalità definite nei regolamenti didattici e formulate dal consiglio di corso di studio.

 


Nella Tabella A, sono riportati i CFU suddivisi per ambiti disciplinari e SSD che sono ritenuti ideali per l’ammissione alla LM in Ingegneria per l’Ambiente e il Territorio, mentre in Tabella B ci sono i CFU minimi ritenuti necessari per l'ammissione. Gli studenti che abbiano acquisito i CFU di cui alla tabella B potranno eventualmente accedere alla LM senza vincoli di integrazione prima dell'iscrizione (debiti formativi). Gli studenti che presentino esigenze di integrazione curriculare inferiori a 60 CFU potranno colmare le integrazioni stesse iscrivendosi ai relativi insegnamenti come corsi singoli (cfr. art.12 del Regolamento di Ateneo della carriera degli studenti): tale acquisizione costituisce obbligo preliminare per l’iscrizione alla LM, che potrà avvenire solo dopo il completamento dell’acquisizione stessa. L'ammissione alla LM è preclusa per gli studenti con una richiesta di integrazione superiore a 60 CFU.



Tabella A dei requisiti ideali per l'iscrizione al corso

SSD

AMBITO DISCIPLINARE

CFU

MAT/02-03-05-07

Algebra, Geometria, Analisi Matematica, Fisica matematica

20

FIS/01, ING-IND/10-11

Fisica sperimentale, Fisica tecnica industriale o ambientale

15

CHIM/03-06-07

Chimica

10

ING-INF/04-05

Automatica, Sistemi di elaborazione delle informazioni

8

ICAR/01-02

Idraulica, Costruzioni idrauliche, marittime e idrologia

16

ICAR/06, MAT/06

Topografia e cartografia, Probabilità e statistica matematica

8

ICAR/07

Geotecnica

8

ICAR/08

Scienza delle costruzioni

8

ICAR/03

Ingegneria Sanitaria ambientale

8

GEO/05

Geologia applicata

8

BIO/07

Ecologia applicata

8

ICAR/20

Pianificazione/gestione urbana/territoriale

8


Tabella B dei requisiti minimi per l'iscrizione al corso

SSD

AMBITO DISCIPLINARE

CFU

MAT/02-03-05-06-07

Matematiche

18

FIS/01, ING-IND/10-11

Fisiche

12

ICAR/01-02, ICAR/03
ICAR/06, ICAR/07, ICAR/08, ICAR/20, BIO/07, GEO/05, CHIM/03-06-07

Idraulica, Idrologia, Ingegneria Sanitaria Ambientale,Topografia e cartografia, Pianificazione territoriale

Geotecnica, Scienza delle costruzioni

Ecologia, Geologia, Chimica

30


Per coloro che si immatricolino soddisfacendo i requisiti di tabella B ma non quelli di tabella A, la Commissione Piani di Studio si riserva di indicare obblighi formativi per integrare la formazione dello studente durante il corso di Laurea Magistrale (ovvero di vincolare la scelta di alcuni insegnamenti del corso di Laurea Magistrale negli ambiti lacunosi di interesse per il PSPA scelto).

6.3 Scadenze per l'ammissione e numero posti disponibili

Per le procedure di pre-iscrizione e iscrizioni si consiglia di consultare: 

  1. http://www.poliorientami.polimi.it/come-si-accede/ammissione-ai-corsi-di-laurea-magistrale-architettura-design-ingegneria/
  2. Calendario Accademico, per i periodi di iscrizione.

Al Politecnico di Milano è possibile accedere alla Laurea Magistrale sia nel primo che nel secondo semestre.

Ciascun candidato può inserire, mediante apposito servizio Web, fino a tre richieste di ammissione a Corsi di Laurea Magistrale, anche di diverse scuole o sedi. 

Link alle procedure di ammissione ai CLM della Scuola di Ingegneria Civile Ambientale e Territoriale del Politecnico di Milano.

http://www.ingcat.polimi.it

Normativa di riferimento della Scuola:

http://www.ingcat.polimi.it/scuola/normativa-di-riferimento/

Ultimi Avvisi ed eventi:

http://www.ingcat.polimi.it/tutte-le-news/


Nel link sottostante sono presenti tutte le informazioni relative e se ne consiglia un'attenta consultazione, in particolare per il numero programmato degli accessi a livello locale.

6.4 Indicazione di eventuali attività per l'orientamento per gli studenti e attività di tutorato

Orientamento al Politecnico di Milano.

Nelle pagine web del Politecnico di Milano e della Scuola sono presenti le relative informazioni.

- Orientamento al Politecnico di Milano.

http://www.poliorientami.polimi.it/

- Commissioni Orientamento Didattico della Scuola di Ingegneria Civile Ambientale e Territoriale. 

http://www.ingcat.polimi.it/uffici-e-servizi-della-scuola/commissioni/


Tutorato - Scuola ICAT


Le attività di tutorato sono gestite autonomamente dalla Scuola. Il Servizio "Servizi generali agli studenti" interagisce con le singole Scuole per gli aspetti amministrativi. Le modalità di affidamento degli incarichi di tutorato sono le stesse adottate per gli altri incarichi di collaborazione a tempo parziale. Per informazioni specifiche sui servizi attivati si rimanda ai siti web delle singole Scuole.


Il servizio di Tutorato ha come obiettivo l'assistenza agli studenti durante il loro percorso di studi, soprattutto nel primo triennio. Per la Scuola di Ingegneria Civile Ambientale e Territoriale (ICAT) questa attività coinvolge in particolar modo studenti-tutor e i docenti di riferimento.  


Pagine web delle attività di tutorato Scuola di Ingegneria Civile Ambientale e Territoriale.
http://www.ingcat.polimi.it/studenti/tutorato/
Collaborazione degli Studenti
https://www.polimi.it/servizi-e-opportunita/attivita-extra-didattiche/collaborazioni-retribuite-degli-studenti/

7. Contenuti del Corso di Studio

7.1 Requisiti per il conseguimento del titolo

Il titolo si acquisisce con 120 crediti specificati nel Regolamento Didattico.


I laureati Magistrali devono acquisire conoscenze, competenze e capacità di comprensione che permettano loro di affrontare e risolvere, spesso in modo originale e innovativo, i complessi problemi dell'ingegneria per l'ambiente e il territorio che per loro natura sono fortemente interdisciplinari. Tali obiettivi vengono raggiunti attraverso un curriculum con un contenuto di alto profilo, sia nei settori disciplinari orientati all’acquisizione dei necessari strumenti teorici (matematica, statistica, informatica, scienze dell’ingegneria, politiche di pianificazione e gestione) sia in quelli di matrice specialistica, comprensivi di un ampio spettro di contenuti applicativi dei diversi ambiti dell’ingegneria. Ciò permette allo studente di sviluppare quelle capacità tecnico-scientifiche necessarie alla risoluzione di tematiche, anche di frontiera, applicando metodologie sempre all'avanguardia e in modo autonomo. Infine, la conoscenza legata alla realtà lavorativa ed alla sua continua evoluzione viene costantemente aggiornata attraverso visite ad impianti ed imprese e sviluppo di attività di progetto e/o di laboratorio previste in molti insegnamenti

7.2 Modalità di frequenza e di didattica utilizzata

Il corso è a tempo pieno; comprende la partecipazione a lezioni, esercitazioni e ad attività di laboratorio.

7.3 Obiettivi e quadro generale delle attività didattiche per ciascun piano di studio preventivamente approvato

Insegnamenti del 1° Anno di corso - Piano di studio preventivamente approvato: M2A - DIFESA DEL SUOLO E PREVENZIONE DAI RISCHI NATURALI


Codice Attività formative SSD Denominazione Insegnamento Lingua Sem CFU CFU Gruppo
052408CMAT/06MODELLI STATISTICI E PROCESSI STOCASTICI (a)16,0
[3,0Didattica innovativa]
6,0
088673CMAT/08CALCOLO NUMERICO18,08,0
088674B,CICAR/09TECNICA DELLE COSTRUZIONI (AMB)28,0
095853CMAT/07MATHEMATICAL PHYSICS18,0
088675B,CGEO/11PROSPEZIONI GEOFISICHE28,0
057938BICAR/07
ICAR/08
COMPUTATIONAL MECHANICS FOR GEOMATERIALS110,010,0
095854B,CICAR/02WATER AND FOOD SECURITY18,08,0
054959B,CICAR/06TECNICHE DI POSIZIONAMENTO E CONTROLLO210,0
[1,0Didattica innovativa]
20,0
095862B,CICAR/09ENGINEERING SEISMOLOGY110,0
------Insegnamenti a scelta dal Gruppo INSEGNAMENTI A SCELTA DA 8 CFU (c)------8,0(b)

(a) Didattica Innovativa - Blended/Flipped Classroom.
(b) Se nella posizione 2 (insieme di insegnamenti opzionali da 8 CFU) non si è scelto "Calcolo numerico" o "Mathematical Physics", l'insegnamento a scelta della Tabella/Gruppo insegnamenti da 8 CFU deve necessariamente essere di tipo Affine/Integrativo (C) puro.
(c) Energy and climate change modeling and scenarios e Engineering and cooperation for development: insegnamenti erogati nel Campus Bovisa.

Della tabella del Gruppo Insegnamenti da 8 CFU è consigliato il recupero di Sistemi informativi territoriali se non sostenuto nella Laurea.


Insegnamenti del 2° Anno di corso - Piano di studio preventivamente approvato: M2A - DIFESA DEL SUOLO E PREVENZIONE DAI RISCHI NATURALI


Codice Attività formative SSD Denominazione Insegnamento Lingua Sem CFU CFU Gruppo
051105B,CICAR/02RIVER ENGINEERING AND BASIN RECLAMATION110,010,0
095855B,CICAR/02MARITIME ENGINEERING18,08,0
057942B,CGEO/05
ICAR/01
APPLIED HYDRAULIC AND HYDROGEOLOGY210,010,0
051629BICAR/07SLOPE STABILITY [I.C.]210,010,0
------Insegnamenti a scelta dal Gruppo INSEGNAMENTI A SCELTA DA 10 CFU------10,0
091371----PROVA FINALE (12 CFU)--112,012,0
091371----PROVA FINALE (12 CFU)--212,0

Insegnamenti del 1° Anno di corso - Piano di studio preventivamente approvato: M2B - PIANIFICAZIONE E GESTIONE DELLE RISORSE NATURALI


Codice Attività formative SSD Denominazione Insegnamento Lingua Sem CFU CFU Gruppo
052408CMAT/06MODELLI STATISTICI E PROCESSI STOCASTICI (a)16,0
[3,0Didattica innovativa]
6,0
088673CMAT/08CALCOLO NUMERICO18,08,0
090889B,CICAR/06SISTEMI INFORMATIVI TERRITORIALI28,0
088715CING-INF/05INFORMATICA PER L'AMBIENTE E IL TERRITORIO18,0
097934CING-IND/09POWER GENERATION SYSTEMS28,0
095853CMAT/07MATHEMATICAL PHYSICS18,0
093815BICAR/20USI DEL SUOLO ED EFFETTI AMBIENTALI28,08,0
097461BBIO/07ECOSYSTEMS CONSERVATION AND MANAGEMENT110,010,0
089122B,CICAR/06TELERILEVAMENTO110,010,0
054905CING-INF/04NATURAL RESOURCES MANAGEMENT210,010,0
------Insegnamenti a scelta dal Gruppo INSEGNAMENTI A SCELTA DA 8 CFU (b)------8,0

(a) Didattica Innovativa - Blended/Flipped Classroom.
(b) Energy and climate change modeling and scenarios e Engineering and cooperation for development: insegnamenti erogati nel Campus Bovisa.

Nella tabella del Gruppo Insegnamenti a scelta 8 CFU è consigliato il recupero di Ecologia e Sostenibilità dei sistemi produttivi se non sostenuto nella Laurea. dav 


Insegnamenti del 2° Anno di corso - Piano di studio preventivamente approvato: M2B - PIANIFICAZIONE E GESTIONE DELLE RISORSE NATURALI


Codice Attività formative SSD Denominazione Insegnamento Lingua Sem CFU CFU Gruppo
089914BICAR/05ECONOMIA DEI TRASPORTI28,08,0
051279B,CICAR/063D MODELLING AND MAPPING FROM DRONE IMAGES18,0
098634CING-INF/04ADVANCED ENVIRONMENTAL SYSTEMS ANALYSIS [I.C.]110,010,0
056816BICAR/20REGENERATIVE URBAN DESIGN210,0
[2,0Didattica innovativa]
10,0
057728BICAR/03SOLID WASTE MANAGEMENT AND TREATMENT110,0
------Insegnamenti a scelta dal Gruppo INSEGNAMENTI A SCELTA DA 10 CFU------20,0(a)
091371----PROVA FINALE (12 CFU)--112,012,0
091371----PROVA FINALE (12 CFU)--212,0

(a) Uno dei due insegnamenti opzionali da 10 CFU deve essere di SSD caratterizzante (B).

Insegnamenti del 1° Anno di corso - Piano di studio preventivamente approvato: M2C - TECNOLOGIE DI RISANAMENTO


Codice Attività formative SSD Denominazione Insegnamento Lingua Sem CFU CFU Gruppo
052408CMAT/06MODELLI STATISTICI E PROCESSI STOCASTICI (a)16,0
[3,0Didattica innovativa]
6,0
095857CCHIM/07BASIC OF GREEN AND SUSTAINABLE CHEMISTRY18,08,0
088673CMAT/08CALCOLO NUMERICO18,0
097934CING-IND/09POWER GENERATION SYSTEMS28,0
088674B,CICAR/09TECNICA DELLE COSTRUZIONI (AMB)28,08,0
088722B,CICAR/02SERVIZI IDRICI A RETE18,0
088721CING-IND/31ELETTROTECNICA28,0
088886BICAR/03VALUTAZIONE DI IMPATTO AMBIENTALE DELL'INQUINAMENTO110,010,0
095876BICAR/03SOIL REMEDIATION210,010,0
------Insegnamenti a scelta dal Gruppo INSEGNAMENTI A SCELTA DA 10 CFU------10,0(b)
------Insegnamenti a scelta dal Gruppo INSEGNAMENTI A SCELTA DA 8 CFU (d)------8,0(c)

(a) Didattica Innovativa - Blended/Flipped Classroom.
(b) Almeno uno degli insegnamenti opzionali del Gruppo 8 CFU o del Gruppo 10 CFU deve essere di SSD di tipo Affine/integrativo (C)
(c) Almeno uno degli insegnamenti opzionali del Gruppo 8 CFU o del Gruppo 10 CFU deve essere di SSD di tipo Affine/integrativo (C).
(d) Energy and climate change modeling and scenarios e Engineering and cooperation for development: insegnamenti erogati nel Campus Bovisa.

Nella Tabella Gruppo Insegnamenti da 8 CFU è consigliato il recupero di Fondamenti di tecnologie ambientali se non sostenuto nella Laurea.


Insegnamenti del 2° Anno di corso - Piano di studio preventivamente approvato: M2C - TECNOLOGIE DI RISANAMENTO


Codice Attività formative SSD Denominazione Insegnamento Lingua Sem CFU CFU Gruppo
090889B,CICAR/06SISTEMI INFORMATIVI TERRITORIALI28,08,0
088776BICAR/03MITIGAZIONE DEI CAMBIAMENTI CLIMATICI18,0
095857CCHIM/07BASIC OF GREEN AND SUSTAINABLE CHEMISTRY18,0
057728BICAR/03SOLID WASTE MANAGEMENT AND TREATMENT110,010,0
088717BICAR/03TRATTAMENTI DELLE ACQUE DI RIFIUTO210,010,0
088719BICAR/03INQUINAMENTO ATMOSFERICO210,010,0
------Insegnamenti a scelta dal Gruppo INSEGNAMENTI A SCELTA DA 10 CFU------10,0(a)
091371----PROVA FINALE (12 CFU)--112,012,0
091371----PROVA FINALE (12 CFU)--212,0

(a) Se lo studente nel pozzetto da 8 CFU del 2° anno ha scelto l'insegnamento di "Mitigazione dei cambiamenti climatici", l'insegnamento opzionale a scelta da 10 CFU del 2° anno deve necessariamente essere di un SSD "Affine/Integrativo (C)".

Insegnamenti del 1° Anno di corso - Piano di studio preventivamente approvato: M2D - MONITORAGGIO E DIAGNOSTICA AMBIENTALE


Codice Attività formative SSD Denominazione Insegnamento Lingua Sem CFU CFU Gruppo
052408CMAT/06MODELLI STATISTICI E PROCESSI STOCASTICI (a)16,0
[3,0Didattica innovativa]
6,0
089122B,CICAR/06TELERILEVAMENTO110,010,0
057307B,CICAR/02APPLIED METEOROLOGY AND CLIMATOLOGY18,08,0
054959B,CICAR/06TECNICHE DI POSIZIONAMENTO E CONTROLLO210,0
[1,0Didattica innovativa]
10,0
095862B,CICAR/09ENGINEERING SEISMOLOGY110,010,0
093688B,CICAR/02RISCHIO IDROGEOLOGICO E PROTEZIONE CIVILE28,08,0
089127BICAR/03VALUTAZIONE DI IMPATTO AMBIENTALE DELL'INQUINAMENTO18,0
------Insegnamenti a scelta dal Gruppo INSEGNAMENTI A SCELTA DA 8 CFU (b)------8,0

(a) Didattica Innovativa - Blended/Flipped Classroom.
(b) Energy and climate change modeling and scenarios e Engineering and cooperation for development: insegnamenti erogati nel Campus Bovisa.

Insegnamenti del 2° Anno di corso - Piano di studio preventivamente approvato: M2D - MONITORAGGIO E DIAGNOSTICA AMBIENTALE


Codice Attività formative SSD Denominazione Insegnamento Lingua Sem CFU CFU Gruppo
097465B,CGEO/11GEOPHYSICAL DATA PROCESSING110,010,0
051278B,CICAR/06PHOTOGRAMMETRY AND DRONE SURVEYING110,010,0
057942B,CGEO/05
ICAR/01
APPLIED HYDRAULIC AND HYDROGEOLOGY210,010,0
057923B,CICAR/01GROUNDWATER210,0
093688B,CICAR/02RISCHIO IDROGEOLOGICO E PROTEZIONE CIVILE28,08,0(a)
089127BICAR/03VALUTAZIONE DI IMPATTO AMBIENTALE DELL'INQUINAMENTO18,0
------Insegnamenti a scelta dal Gruppo INSEGNAMENTI A SCELTA DA 10 CFU------10,0
091371----PROVA FINALE (12 CFU)--112,012,0
091371----PROVA FINALE (12 CFU)--212,0

(a) Se nel gruppo degli insegnamenti da 8 CFU non si è scelto un insegnamento di tipo affine/integrativo (C) "puro", al 2° anno uno dei due insegnamenti a scelta da 10 cfu dovrà essere di tipo affine/integrativo (C) "puro.

Insegnamenti del Gruppo INSEGNAMENTI A SCELTA DA 10 CFU


Codice Attività formative SSD Denominazione Insegnamento Lingua Sem CFU
097461 B BIO/07 ECOSYSTEMS CONSERVATION AND MANAGEMENT 1 10,0
095862 B,C ICAR/09 ENGINEERING SEISMOLOGY 1 10,0
097465 B,C GEO/11 GEOPHYSICAL DATA PROCESSING 1 10,0
051278 B,C ICAR/06 PHOTOGRAMMETRY AND DRONE SURVEYING 1 10,0
051105 B,C ICAR/02 RIVER ENGINEERING AND BASIN RECLAMATION 1 10,0
057728 B ICAR/03 SOLID WASTE MANAGEMENT AND TREATMENT 1 10,0
089122 B,C ICAR/06 TELERILEVAMENTO 1 10,0
088886 B ICAR/03 VALUTAZIONE DI IMPATTO AMBIENTALE DELL'INQUINAMENTO 1 10,0
098634 C ING-INF/04 ADVANCED ENVIRONMENTAL SYSTEMS ANALYSIS [I.C.] 1 10,0
057938 B ICAR/07
ICAR/08
COMPUTATIONAL MECHANICS FOR GEOMATERIALS 1 10,0
057520 B,C ICAR/03
ING-IND/22
PLASTIC TODAY: KEY CHALLENGES AND OPPORTUNITIES 1 5,0
085709 C ING-INF/04 ANALISI E GESTIONE DEI SISTEMI AMBIENTALI 2 10,0
057923 B,C ICAR/01 GROUNDWATER 2 10,0
088719 B ICAR/03 INQUINAMENTO ATMOSFERICO 2 10,0
056818 B ICAR/03 METHODOLOGIES FOR LIFE CYCLE THINKING 2 10,0
056816 B ICAR/20 REGENERATIVE URBAN DESIGN 2 10,0
[2,0Didattica innovativa]
054248 C ING-IND/19 RELIABILITY ENGINEERING AND QUANTITATIVE RISK ANALYSIS A+B 2 10,0
[2,0Didattica innovativa]
095876 B ICAR/03 SOIL REMEDIATION 2 10,0
088717 B ICAR/03 TRATTAMENTI DELLE ACQUE DI RIFIUTO 2 10,0
058118 B,C ICAR/02 WATER ENERGY AGRICULTURE 2 10,0
057942 B,C GEO/05
ICAR/01
APPLIED HYDRAULIC AND HYDROGEOLOGY 2 10,0
054905 C ING-INF/04 NATURAL RESOURCES MANAGEMENT 2 10,0
057524 B ICAR/03
ICAR/21
NATURE-BASED SOLUTIONS FOR A RESILIENT WORLD 2 5,0
050523 B,C ICAR/02 PROTEZIONE IDRAULICA DEL TERRITORIO [C.I.] 2 10,0
051629 B ICAR/07 SLOPE STABILITY [I.C.] 2 10,0
054959 B,C ICAR/06 TECNICHE DI POSIZIONAMENTO E CONTROLLO 2 10,0
[1,0Didattica innovativa]

Insegnamenti del Gruppo INSEGNAMENTI A SCELTA DA 8 CFU


Codice Attività formative SSD Denominazione Insegnamento Lingua Sem CFU
057307 B,C ICAR/02 APPLIED METEOROLOGY AND CLIMATOLOGY 1 8,0
095857 C CHIM/07 BASIC OF GREEN AND SUSTAINABLE CHEMISTRY 1 8,0
088673 C MAT/08 CALCOLO NUMERICO 1 8,0
097381 -- ING-IND/10 ENGINEERING AND COOPERATION FOR DEVELOPMENT 1 8,0
088715 C ING-INF/05 INFORMATICA PER L'AMBIENTE E IL TERRITORIO 1 8,0
095855 B,C ICAR/02 MARITIME ENGINEERING 1 8,0
095853 C MAT/07 MATHEMATICAL PHYSICS 1 8,0
088776 B ICAR/03 MITIGAZIONE DEI CAMBIAMENTI CLIMATICI 1 8,0
088722 B,C ICAR/02 SERVIZI IDRICI A RETE 1 8,0
095854 B,C ICAR/02 WATER AND FOOD SECURITY 1 8,0
099296 B ICAR/03 WATER AND WASTEWATER TREATMENT TECHNOLOGIES 1 8,0
051279 B,C ICAR/06 3D MODELLING AND MAPPING FROM DRONE IMAGES 1 8,0
054196 -- GEO/12 CLIMATE AND GLOBAL CHANGES IN THE AGE OF SUSTAINABLE DEVELOPMENT 1 8,0
[5,0Didattica innovativa]
085722 B BIO/07 ECOLOGIA E SOSTENIBILITA' DEI SISTEMI PRODUTTIVI 2 8,0
089914 B ICAR/05 ECONOMIA DEI TRASPORTI 2 8,0
088721 C ING-IND/31 ELETTROTECNICA 2 8,0
052397 C ING-IND/35 ENERGY AND CLIMATE CHANGE MODELING AND SCENARIOS 2 8,0
095937 C ING-IND/09 FONDAMENTI DI CONVERSIONE DELL'ENERGIA 2 8,0
091880 B ICAR/03 FONDAMENTI DI TECNOLOGIE AMBIENTALI 2 8,0
097934 C ING-IND/09 POWER GENERATION SYSTEMS 2 8,0
088675 B,C GEO/11 PROSPEZIONI GEOFISICHE 2 8,0
093688 B,C ICAR/02 RISCHIO IDROGEOLOGICO E PROTEZIONE CIVILE 2 8,0
090889 B,C ICAR/06 SISTEMI INFORMATIVI TERRITORIALI 2 8,0
088674 B,C ICAR/09 TECNICA DELLE COSTRUZIONI (AMB) 2 8,0
093815 B ICAR/20 USI DEL SUOLO ED EFFETTI AMBIENTALI 2 8,0

Insegnamenti del 1° Anno di corso - Piano di studio preventivamente approvato: M2E - ENVIRONMENTAL ENGINEERING FOR SUSTAINABILITY


Codice Attività formative SSD Denominazione Insegnamento Lingua Sem CFU CFU Gruppo
057728BICAR/03SOLID WASTE MANAGEMENT AND TREATMENT110,010,0
051279B,CICAR/063D MODELLING AND MAPPING FROM DRONE IMAGES18,016,0
056817BICAR/20REGENERATIVE URBAN DESIGN28,0
095854B,CICAR/02WATER AND FOOD SECURITY18,0
099296BICAR/03WATER AND WASTEWATER TREATMENT TECHNOLOGIES18,0
054196--GEO/12CLIMATE AND GLOBAL CHANGES IN THE AGE OF SUSTAINABLE DEVELOPMENT18,0
[5,0Didattica innovativa]
8,0
056818BICAR/03METHODOLOGIES FOR LIFE CYCLE THINKING210,010,0(a)
057923B,CICAR/01GROUNDWATER210,0
056916CING-IND/16
ING-IND/35
CIRCULAR ECONOMY BUSINESS MODELS + DE-MANUFACTURING (b)110,0
054905CING-INF/04NATURAL RESOURCES MANAGEMENT210,010,0
------Insegnamenti a scelta dal Gruppo E-10------10,0

(a) In questo numero d'ordine, se lo studente sceglie un insegnamento di SSD affine/integrativo (C), al secondo anno dovrà necessariamente utilizzare l'insegnamento caratterizzante (B) della Tabella E-8 o un altro insegnamento sempre di ambito caratterizzante (B) di altra Tabella/Gruppo offerti dal CLM IAT.
(b) Campus Bovisa - CLM Management Engineering

Insegnamenti opzionali del Gruppo da 10 CFU - E10


Codice Attività formative SSD Denominazione Insegnamento Lingua Sem CFU
095862 B,C ICAR/09 ENGINEERING SEISMOLOGY 1 10,0
097465 B,C GEO/11 GEOPHYSICAL DATA PROCESSING 1 10,0
051278 B,C ICAR/06 PHOTOGRAMMETRY AND DRONE SURVEYING 1 10,0
051105 B,C ICAR/02 RIVER ENGINEERING AND BASIN RECLAMATION 1 10,0
098634 C ING-INF/04 ADVANCED ENVIRONMENTAL SYSTEMS ANALYSIS [I.C.] 1 10,0
054248 C ING-IND/19 RELIABILITY ENGINEERING AND QUANTITATIVE RISK ANALYSIS A+B 2 10,0
[2,0Didattica innovativa]
095876 B ICAR/03 SOIL REMEDIATION 2 10,0
057010 C CHIM/07
ING-IND/22
CHEMISTRY FOR SUSTAINABLE POLYMERS AND FOR ENERGY 2 10,0
051629 B ICAR/07 SLOPE STABILITY [I.C.] 2 10,0

Insegnamenti del 2° Anno di corso - Piano di studio preventivamente approvato: M2M - Environmental Engineering for Sustainability - 2nd year Track - Milano Leonardo


Codice Attività formative SSD Denominazione Insegnamento Lingua Sem CFU CFU Gruppo
097461BBIO/07ECOSYSTEMS CONSERVATION AND MANAGEMENT110,010,0
051279B,CICAR/063D MODELLING AND MAPPING FROM DRONE IMAGES18,08,0
056817BICAR/20REGENERATIVE URBAN DESIGN28,0
095854B,CICAR/02WATER AND FOOD SECURITY18,0
099296BICAR/03WATER AND WASTEWATER TREATMENT TECHNOLOGIES18,0
097934CING-IND/09POWER GENERATION SYSTEMS28,08,0
056818BICAR/03METHODOLOGIES FOR LIFE CYCLE THINKING210,010,0(a)
057923B,CICAR/01GROUNDWATER210,0
056916CING-IND/16
ING-IND/35
CIRCULAR ECONOMY BUSINESS MODELS + DE-MANUFACTURING (b)110,0
------Insegnamenti a scelta dal Gruppo E-8------8,0
097466----FINAL DEGREE THESIS(12 CPS)--112,012,0
097466----FINAL DEGREE THESIS(12 CPS)--212,0

(a) In questo numero d'ordine, se lo studente sceglie un insegnamento di SSD affine/integrativo (C), dovrà necessariamente utilizzare l'insegnamento caratterizzante (B) presente nella Tabella E-8 o altro insegnamento sempre di ambito caratterizzante (B) presente in altra Tabella/Gruppo offerto dal CLM IAT.
(b) Campus Bovisa - CLM Management Engineering

Insegnamenti opzionali del Gruppo E-8


Codice Attività formative SSD Denominazione Insegnamento Lingua Sem CFU
095857 C CHIM/07 BASIC OF GREEN AND SUSTAINABLE CHEMISTRY 1 8,0
097381 -- ING-IND/10 ENGINEERING AND COOPERATION FOR DEVELOPMENT 1 8,0
095855 B,C ICAR/02 MARITIME ENGINEERING 1 8,0
095853 C MAT/07 MATHEMATICAL PHYSICS 1 8,0
055635 C ING-IND/35 ENERGY AND CLIMATE CHANGE MODELING AND SCENARIOS 2 8,0
[2,0Didattica innovativa]

Insegnamenti del 2° Anno di corso - Piano di studio preventivamente approvato: M2P - Environmental Engineering for Sustainability - 2nd year Track - Piacenza


Codice Attività formative SSD Denominazione Insegnamento Lingua Sem CFU CFU Gruppo
099247BBIO/07INDUSTRIAL ECOLOGY (a)18,08,0
090907BICAR/03AIR POLLUTION AND CONTROL ENGINEERING (b)110,010,0
099251B,CICAR/03
ING-IND/09
BIO-ENERGY AND WASTE-TO-ENERGY TECHNOLOGIES (I.C.) (c)110,010,0
097934CING-IND/09POWER GENERATION SYSTEMS28,08,0
------Insegnamenti a scelta dal Gruppo INSEGNAMENTI A SCELTA DA 10 CFU------10,0
097466----FINAL DEGREE THESIS(12 CPS)--112,012,0
097466----FINAL DEGREE THESIS(12 CPS)--212,0

(a) Campus Piacenza
(b) Campus Piacenza
(c) Campus Piacenza

Insegnamenti del Gruppo INSEGNAMENTI A SCELTA DA 10 CFU


Codice Attività formative SSD Denominazione Insegnamento Lingua Sem CFU
097461 B BIO/07 ECOSYSTEMS CONSERVATION AND MANAGEMENT 1 10,0
095862 B,C ICAR/09 ENGINEERING SEISMOLOGY 1 10,0
097465 B,C GEO/11 GEOPHYSICAL DATA PROCESSING 1 10,0
051278 B,C ICAR/06 PHOTOGRAMMETRY AND DRONE SURVEYING 1 10,0
051105 B,C ICAR/02 RIVER ENGINEERING AND BASIN RECLAMATION 1 10,0
057728 B ICAR/03 SOLID WASTE MANAGEMENT AND TREATMENT 1 10,0
089122 B,C ICAR/06 TELERILEVAMENTO 1 10,0
088886 B ICAR/03 VALUTAZIONE DI IMPATTO AMBIENTALE DELL'INQUINAMENTO 1 10,0
098634 C ING-INF/04 ADVANCED ENVIRONMENTAL SYSTEMS ANALYSIS [I.C.] 1 10,0
057938 B ICAR/07
ICAR/08
COMPUTATIONAL MECHANICS FOR GEOMATERIALS 1 10,0
057520 B,C ICAR/03
ING-IND/22
PLASTIC TODAY: KEY CHALLENGES AND OPPORTUNITIES 1 5,0
085709 C ING-INF/04 ANALISI E GESTIONE DEI SISTEMI AMBIENTALI 2 10,0
057923 B,C ICAR/01 GROUNDWATER 2 10,0
088719 B ICAR/03 INQUINAMENTO ATMOSFERICO 2 10,0
056818 B ICAR/03 METHODOLOGIES FOR LIFE CYCLE THINKING 2 10,0
056816 B ICAR/20 REGENERATIVE URBAN DESIGN 2 10,0
[2,0Didattica innovativa]
054248 C ING-IND/19 RELIABILITY ENGINEERING AND QUANTITATIVE RISK ANALYSIS A+B 2 10,0
[2,0Didattica innovativa]
095876 B ICAR/03 SOIL REMEDIATION 2 10,0
088717 B ICAR/03 TRATTAMENTI DELLE ACQUE DI RIFIUTO 2 10,0
058118 B,C ICAR/02 WATER ENERGY AGRICULTURE 2 10,0
057942 B,C GEO/05
ICAR/01
APPLIED HYDRAULIC AND HYDROGEOLOGY 2 10,0
054905 C ING-INF/04 NATURAL RESOURCES MANAGEMENT 2 10,0
057524 B ICAR/03
ICAR/21
NATURE-BASED SOLUTIONS FOR A RESILIENT WORLD 2 5,0
050523 B,C ICAR/02 PROTEZIONE IDRAULICA DEL TERRITORIO [C.I.] 2 10,0
051629 B ICAR/07 SLOPE STABILITY [I.C.] 2 10,0
054959 B,C ICAR/06 TECNICHE DI POSIZIONAMENTO E CONTROLLO 2 10,0
[1,0Didattica innovativa]

Nota: Nel caso un insegnamento risulti avere un numero di iscritti inferiore a 6, la Scuola di Ingegneria Civile Ambientale e Territoriale si riserva di decidere se mantenere l'insegnamento attivo oppure decretarne l’immediata disattivazione.


7.3.1 Profilo professionale in Green Technologies


Il Politecnico di Milano vuole potenziare le competenze legate alle tecnologie “green” nei percorsi universitari.

L’obiettivo è quello di creare nuovi profili professionali, che siano Ambassador in Green Technologies: laureati magistrali con elevato grado di competenze sistemiche, visione interdisciplinare e attenzione all’innovazione per la sostenibilità ambientale e la decarbonizzazione dell’economia. Il profilo Ambassador in Green Technologies corrisponde a una figura professionale che possiede sia competenze avanzate e specialistiche in ambito “green”, sia competenze trasversali, complementari a quelle specialistiche, che gli consentano di ampliare le sue conoscenze e di adottare un approccio sistemico alla progettazione, alla gestione, all’innovazione e allo studio del ciclo di vita delle tecnologie “green”.

Il programma formativo si sviluppa lungo il percorso della LM e definisce in 130 CFU (di cui almeno 10 in sovrannumero) il numero minimo di crediti necessario per completare il percorso formativo della LM scelta e, al tempo stesso, acquisire l’attestazione di Ambassador in Green Technologies.

Nell’ambito del percorso formativo lo studente dovrà acquisire almeno 30 CFU in attività formative funzionali al profilo in Green Technologies. I 30 CFU saranno selezionabili tra quelli proposti nel manifesto del corso di laurea magistrale di contesto o tra insegnamenti ulteriori, secondo quanto sarà dettagliato nella specifica informativa.

L’attestazione di Ambassador in Smart Infrastructures sarà riportata nel Diploma Supplement dello Studente e uno specifico badge elettronico verrà rilasciato dall’Ateneo.

Il mancato sostenimento dei 10 CFU in sovrannumero e l’ottenimento di almeno 30 CFU in attività formative funzionali al profilo di Ambassador in Green Technologies, non precluderà allo studente la possibilità di conseguire il titolo di Laurea Magistrale.


PSPA: * - Tabella A
Codice Denominazione insegnamento CFU Lingua CdS Offerta PSPA offerta Semestre/i Sede/i
054196 CLIMATE AND GLOBAL CHANGES IN THE AGE OF SUSTAINABLE DEVELOPMENT 8,0 EN Qualunque CdS Qualunque PSPA 1 MI
054905 NATURAL RESOURCES MANAGEMENT 10,0 EN Qualunque CdS Qualunque PSPA 2 MI
056816 REGENERATIVE URBAN DESIGN 10,0 EN Qualunque CdS Qualunque PSPA 2 MI
056818 METHODOLOGIES FOR LIFE CYCLE THINKING 10,0 EN Qualunque CdS Qualunque PSPA 2 MI
057728 SOLID WASTE MANAGEMENT AND TREATMENT 10,0 EN Qualunque CdS Qualunque PSPA 1 MI
057942 APPLIED HYDRAULIC AND HYDROGEOLOGY 10,0 EN Qualunque CdS Qualunque PSPA 2 MI
085721 TRATTAMENTO DELLE ACQUE DI APPROVVIGIONAMENTO 10,0 IT Qualunque CdS Qualunque PSPA 2 MI
085722 ECOLOGIA E SOSTENIBILITA' DEI SISTEMI PRODUTTIVI 8,0 IT Qualunque CdS Qualunque PSPA 2 MI
088717 TRATTAMENTI DELLE ACQUE DI RIFIUTO 10,0 IT Qualunque CdS Qualunque PSPA 2 MI
088719 INQUINAMENTO ATMOSFERICO 10,0 IT Qualunque CdS Qualunque PSPA 2 MI
088776 MITIGAZIONE DEI CAMBIAMENTI CLIMATICI 8,0 IT Qualunque CdS Qualunque PSPA 1 MI
088886 VALUTAZIONE DI IMPATTO AMBIENTALE DELL'INQUINAMENTO 10,0 IT Qualunque CdS Qualunque PSPA 1 MI
089132 FENOMENI DI INQUINAMENTO ACUSTICO ED ELETTROMAGNETICO 8,0 IT Qualunque CdS Qualunque PSPA -- --
091880 FONDAMENTI DI TECNOLOGIE AMBIENTALI 8,0 IT Qualunque CdS Qualunque PSPA 1, 2 MI
093688 RISCHIO IDROGEOLOGICO E PROTEZIONE CIVILE 8,0 IT Qualunque CdS Qualunque PSPA 2 MI
093815 USI DEL SUOLO ED EFFETTI AMBIENTALI 8,0 IT Qualunque CdS Qualunque PSPA 2 MI
095854 WATER AND FOOD SECURITY 8,0 EN Qualunque CdS Qualunque PSPA 1 MI
095876 SOIL REMEDIATION 10,0 EN Qualunque CdS Qualunque PSPA 2 MI
097461 ECOSYSTEMS CONSERVATION AND MANAGEMENT 10,0 EN Qualunque CdS Qualunque PSPA 1 MI
099296 WATER AND WASTEWATER TREATMENT TECHNOLOGIES 8,0 EN Qualunque CdS Qualunque PSPA 1 MI

PSPA: * - Tabella B
Codice Denominazione insegnamento CFU Lingua CdS Offerta PSPA offerta Semestre/i Sede/i
051113 FUNDAMENTALS OF ENERGY TECHNOLOGIES 5,0 EN Qualunque CdS Qualunque PSPA 1 BV
052395 GREEN BUILDING ENERGY SYSTEMS 8,0 EN Qualunque CdS Qualunque PSPA 2 BV
052396 FUELS FROM FOSSIL AND RENEWABLE SOURCES 8,0 EN Qualunque CdS Qualunque PSPA 1 BV
053354 ARTIFICIAL INTELLIGENCE AND ADVANCED SIMULATION FOR THE SAFETY, RELIABILITY AND MAINTENANCE OF ENERGY SYSTEMS 10,0 EN Qualunque CdS Qualunque PSPA 1 BV
055386 RENEWABLE ENERGY SOURCES 5,0 EN Qualunque CdS Qualunque PSPA 1 MI
055562 SPECIAL CHEMICAL TECHNOLOGIES: RENEWABLE RAW MATERIALS 5,0 EN Qualunque CdS Qualunque PSPA 1 MI
055807 EMERGING TECHNOLOGIES AND SOCIETAL CHALLENGES 5,0 EN Qualunque CdS Qualunque PSPA 2 BV
056490 DATA AND INFORMATION QUALITY 5,0 EN Qualunque CdS Qualunque PSPA 1 MI
056858 MATERIALS ENGINEERING RECYCLING AND ENVIRONMENTAL IMPACT A 8,0 EN Qualunque CdS Qualunque PSPA 1 BV
056897 PERFORMANCE EVALUATION AND APPLICATIONS 5,0 EN Qualunque CdS Qualunque PSPA 1 MI
056926 POLYMER TECHNOLOGIES FOR CIRCULAR ECONOMY 5,0 EN Qualunque CdS Qualunque PSPA 2 MI
057018 CIRCULAR ECONOMY BUSINESS MODELS 5,0 EN Qualunque CdS Qualunque PSPA 1 BV
057020 GLOBAL ENVIRONMENTAL CHALLENGES 5,0 EN Qualunque CdS Qualunque PSPA 2 BV
057021 MANAGEMENT FOR SUSTAINABILITY AND IMPACT 5,0 EN Qualunque CdS Qualunque PSPA 1 BV
057026 COLLABORATIVE INNOVATION FOR SUSTAINABILITY AND IMPACT 5,0 EN Qualunque CdS Qualunque PSPA 1 BV
057975 CATALYTIC TECHNOLOGIES FOR EMISSION CONTROL 5,0 EN Qualunque CdS Qualunque PSPA 2 MI
061398 RADIOPROTEZIONE 5,0 IT Qualunque CdS Qualunque PSPA 1, 2 BV, MI
087073 ELECTRIC CONVERSION OF RENEWABLE ENERGY SOURCES 8,0 EN Qualunque CdS Qualunque PSPA 1 PC
089302 ENERGY AND ENVIRONMENTAL TECHNOLOGIES FOR BUILDING SYSTEMS 8,0 EN Qualunque CdS Qualunque PSPA 1 PC
093473 SMART GRIDS AND REGULATION FOR RENEWABLE ENERGY SOURCES 8,0 EN Qualunque CdS Qualunque PSPA 2 PC
097314 DE-MANUFACTURING 5,0 EN Qualunque CdS Qualunque PSPA 1 BV
097327 PRODUCT LIFE CYCLE MANAGEMENT 5,0 EN Qualunque CdS Qualunque PSPA 2 BV
097365 ENGINEERING OF SOLAR THERMAL PROCESSES 8,0 EN Qualunque CdS Qualunque PSPA 1 BV
097394 POWER PRODUCTION FROM RENEWABLE ENERGY 8,0 EN Qualunque CdS Qualunque PSPA 2 BV
097680 TRANSPORT OF RADIOACTIVE CONTAMINANTS 5,0 EN Qualunque CdS Qualunque PSPA 2 BV
099233 GEOTECHNICS FOR ENERGY PRODUCTION 6,0 EN Qualunque CdS Qualunque PSPA 2 MI
099254 RENEWABLE ENERGY AND LOW-CARBON TECHNOLOGIES (I.C.) 10,0 EN Qualunque CdS Qualunque PSPA 2 PC
099302 PRODOTTI DA RISORSE RINNOVABILI 5,0 IT Qualunque CdS Qualunque PSPA 1 MI

7.3.2 Profilo professionale in Smart Infrastructures


PSPA: * - Tabella A
Codice Denominazione insegnamento CFU Lingua CdS Offerta PSPA offerta Semestre/i Sede/i
051279 3D MODELLING AND MAPPING FROM DRONE IMAGES 8,0 EN Qualunque CdS Qualunque PSPA 1 MI
089122 TELERILEVAMENTO 10,0 IT Qualunque CdS Qualunque PSPA 1 MI
097465 GEOPHYSICAL DATA PROCESSING 10,0 EN Qualunque CdS Qualunque PSPA 1 MI
097934 POWER GENERATION SYSTEMS 8,0 EN Qualunque CdS Qualunque PSPA 2 MI
098634 ADVANCED ENVIRONMENTAL SYSTEMS ANALYSIS [I.C.] 10,0 EN Qualunque CdS Qualunque PSPA 1 MI

PSPA: * - Tabella B
Codice Denominazione insegnamento CFU Lingua CdS Offerta PSPA offerta Semestre/i Sede/i
052422 GEOGRAPHIC INFORMATION SYSTEMS 10,0 EN Qualunque CdS Qualunque PSPA 2 MI
053126 GEOSPATIAL DATA PROCESSING AND CRISIS MAPPING APPLIED TO EMERGENCY MANAGEMENT 10,0 EN Qualunque CdS Qualunque PSPA 2 LC
053354 ARTIFICIAL INTELLIGENCE AND ADVANCED SIMULATION FOR THE SAFETY, RELIABILITY AND MAINTENANCE OF ENERGY SYSTEMS 10,0 EN Qualunque CdS Qualunque PSPA 1 BV
053799 GEOSPATIAL DATA ANALYSIS [I.C.] 10,0 EN Qualunque CdS Qualunque PSPA 1 MI
054829 METHODS AND TOOLS FOR SYSTEMATIC INNOVATION B - PROBLEM SOLVING AND INVENTIVE DESIGN 6,0 EN Qualunque CdS Qualunque PSPA 1 BV
055652 ENERGY AND EMISSIONS IN TRANSPORTATION SYSTEMS 10,0 EN Qualunque CdS Qualunque PSPA 1 BV
056490 DATA AND INFORMATION QUALITY 5,0 EN Qualunque CdS Qualunque PSPA 1 MI
056901 SYSTEMS AND METHODS FOR BIG AND UNSTRUCTURED DATA 5,0 EN Qualunque CdS Qualunque PSPA 1 MI
057555 SMART CITIES AND URBAN INNOVATION 5,0 EN Qualunque CdS Qualunque PSPA 2 MI
094808 HYDROGEOLOGICAL RISKS IN MOUNTAIN AREA 10,0 EN Qualunque CdS Qualunque PSPA 2 LC
097683 MACHINE LEARNING 5,0 EN Qualunque CdS Qualunque PSPA 2 MI

7.4 Modalità di accertamento lingua straniera

Norme per l'accertamento della conoscenza obbligatoria di una lingua dell'Unione Europea, prerequisito per l'ammissione ad un corso di Laurea Specialistica/Magistrale del Politecnico di Milano.


Certificazione della conoscenza della lingua inglese - prerequisito per l'immatricolazione ad un CLM della Scuola di Ingegneria Civile Ambientale e Territoriale.

 

Ai sensi del D.M. 270/04, il Politecnico assume la lingua inglese come lingua dell'Unione Europea che deve essere conosciuta oltre l'italiano.

A decorrere dall'anno accademico 2014/2015 tutti gli studenti, per essere ammessi alla Laurea Magistrale, devono aver conseguito una certificazione che attesti la conoscenza della lingua inglese secondo i parametri indicati nei relativi avvisi predisposti dall'Area Servizi agli Studenti del Politecnico di Milano:

http://www.ingcat.polimi.it/scuola/normativa-di-riferimento/

Per la normativa completa, relativa all'accertamento della conoscenza della lingua inglese, si rimanda alle delibere del S.A. e alla relativa documentazione predisposta dal Politecnico di Milano, in particolare: Guida all'ImmatricolazioneGuida dello Studente, Guida alle lingue straniere.

Guide per gli Studenti: guida alle Lingue straniere.

http://www.polimi.it/lingue/

 

7.5 Modalità dell'esame di Laurea

Per lo svolgimento della prova finale la Scuola di Ingegneria Civile Ambientale e Territoriale, si avvale della collaborazione e del giudizio di Commissioni Uniche (CU) e Commissioni Operative (CO) come previste dal Regolamento della prova finale di laurea approvato dalla Scuola.

La Prova Finale per il conferimento della Laurea Magistrale consiste nella presentazione e discussione, da parte del Laureando di una Tesi, elaborata in modo originale dallo studente sotto la guida di un Relatore (Legge 270/04, art. 11, comma 5). La Tesi può prevedere la figura di un Controrelatore, che formula un giudizio preventivo da sottoporre alla Commissione Operativa.

Per Tesi si intende un lavoro originale per contenuto scientifico (teorico, numerico o sperimentale), progettuale o tecnologico, ovvero per la complessità e l’intreccio di diverse

conoscenze necessarie allo svolgimento. Tale lavoro può essere di ampio respiro e contenere l’inquadramento anche teorico del problema, la definizione dello stesso, la discussione critica dei risultati e le prospettive, oppure di respiro e/o livello più limitato in quanto priva di una trattazione approfondita di uno o più degli aspetti sopra citati.

Nel primo caso, la Tesi è valutata in forma scritta, prima della sua presentazione, da un Relatore e da un Controrelatore (Tesi con Controrelatore); nel secondo caso solo da un Relatore (Tesi senza Controrelatore).

La Tesi Laurea Magistrale è scritta, di norma, in lingua italiana o inglese. Di norma, le Tesi devono essere discusse in lingua italiana, salvo per i Corsi di Laurea Magistrale dei Progetti di Internazionalizzazione ove si assume la lingua inglese come lingua ufficiale.

Su motivata richiesta del Laureando, può essere accettata anche una Tesi scritta in altre lingue, previa autorizzazione del Presidente della CU. Anche in questo caso la presentazione e discussione si svolge comunque in lingua italiana o inglese. Se la Tesi è scritta in lingua inglese o altra lingua straniera, essa deve comunque contenere un estratto in lingua italiana.


La figura del Relatore di Tesi, che deve essere di norma un docente del Politecnico, è disciplinata dai Regolamenti dei singoli Corsi di Laurea Magistrale: nel caso in cui il Relatore sia esterno all’Ateneo si richiede la presenza di un Correlatore appartenente alla Commissione di Laurea del Corso di Studio.

Gli autori di Tesi possono essere di norma uno o due. Solo per Tesi particolarmente complesse, ad esempio con una parte consistente di lavoro di laboratorio, e su richiesta del Relatore, è possibile che il numero degli autori sia pari a tre.

 

Ciascun CCS può deliberare un proprio Regolamento in funzione delle specifiche esigenze e particolarità della Laurea Magistrale.

Tali normative specifiche delle singole lauree Magistrali dovranno comunque mantenersi entro i limiti fissati dalla normativa generale, potendo stabilire altre disposizioni e norme ritenute necessarie o condizioni più restrittive per questioni già contemplate nella presente normativa

I Regolamenti specifici sono consultabili al seguente link:

 

http://www.ingcat.polimi.it/didattica/esami-di-laurea-e-laurea-magistrale/


Esami di Laurea Magistrale in Ingegneria per l'Ambiente e il Territorio.

La prova finale consiste nella discussione di una tesi, presentata in forma di dissertazione scritta, che può avere carattere sia progettuale, sia scientifico (ricerca teorica o applicata) e che deve presentare in ogni caso soluzioni innovative, al fine di permettere la valutazione della piena maturità scientifica, tecnica e professionale del candidato.

La tesi, sviluppata sotto la guida di un relatore appartenente al corpo docente del corso di studi, può essere sottoposta al giudizio di un controrelatore esperto dell'argomento trattato che ne attesti l'originalità e la validità.


Regolamenti Esami di Laurea.
http://www.ingcat.polimi.it/didattica/esami-di-laurea-e-laurea-magistrale/

8. Calendario

L'allievo è tenuto a consultare sempre anche il Calendario Accademico della Scuola ICAT per tutte le scadenze didattiche, organizzative e logistiche, in quanto ciascuna Scuola dell'Ateneo potrebbe avere tempistiche diversificate e regolate per Corso di Studio e Sede.


Nelle pagine web della Scuola è presente la circolare della Programmazione dell'attività didattica per l'A.A. di riferimentp. In tale comunicazione sono raccolte le tabelle che costituiscono la documentazione completa della programmazione dell'attività didattica relativa a tutti i Corsi di Studio: DM 270/04 (1°, 2° e 3° anno Laurea Triennale, 1° e 2° anno Laurea Magistrale) ex DM 509/99 e V.O. (disattivati) con specifico riferimento a:

  1. esami di Laurea e Laurea di Secondo livello;
  2. esami e verifiche del profitto;
  3. calendario delle lezioni e degli esami del Campus Leonardo; per i Poli Territoriali vale il calendario localmente concordato.

Calendario accademico Scuola ICAT:

http://www.ingcat.polimi.it/didattica/calendario-accademico/


9. Docenti

I nominativi dei docenti afferenti al Corso di Studio e dei relativi insegnamenti saranno disponibili sul manifesto degli studi a partire dal mese di settembre.
Il Manifesto degli Studi viene pubblicato annualmente sul sito web del Politecnico di Milano.

I nominativi dei docenti afferenti al Corso di Studio e dei relativi insegnamenti saranno disponibili sul manifesto degli studi a partire dal mese di settembre.
Il Manifesto degli Studi viene pubblicato annualmente sul sito web del Politecnico di Milano.

Sito della Scuola ICAT
http://www.ingcat.polimi.it/
Uffici e servizi della Scuola ICAT
http://www.ingcat.polimi.it/uffici-e-servizi-della-scuola/
Commissioni della Scuola ICAT
http://www.ingcat.polimi.it/uffici-e-servizi-della-scuola/commissioni/

Docenti della Scuola di Ingegneria Civile Ambientale e Territoriale .

 

I Docenti degli insegnamenti ufficiali sono indicati nelle pagine web della Scuola e di Ateneo. 


Dipartimenti che erogano insegnamenti della Scuola ICAT e relativo link:

Dipartimento di Architettura, Ingegneria delle Costruzioni e Ambiente Costruito (DABC) http://www.abc.polimi.it/

Dipartimento di Architettura e Studi Urbani (DAStU) http://www.dastu.polimi.it/

Dipartimento di Chimica, Materiali e Ingegneria Chimica http://www.chem.polimi.it

Dipartimento di Design http://www.dipartimentodesign.polimi.it/

Dipartimento di Elettronica, Informazione e Bioingegneria (DEIB) http://www.deib.polimi.it/

Dipartimento di Energia http://www.energia.polimi.it

Dipartimento di Fisica http://www.fisi.polimi.it

Dipartimento di Ingegneria Civile e Ambientale (DICA) http://www.dica.polimi.it

Dipartimento di Ingegneria Gestionale (DIG) http://www.dig.polimi.it

Dipartimento di Matematica http://www.mate.polimi.it

Dipartimento di Meccanica http://www.mecc.polimi.it/


10. Strutture

Strutture Didattiche del Campus Leonardo


Servizi per gli studenti

 

I servizi agli studenti si occupano dell'attività di orientamento, della gestione della carriera degli studenti iscritti a corsi di laurea e laurea specialistica, del diritto allo studio, della mobilità internazionale, e di tutti quei servizi a sostegno e supporto della vita universitaria.

Pagina web:

https://www.polimi.it/it    ⇒ Strumenti  ⇒ Servizi Online

  

Servizi Informatici agli Studenti

www.polimi.it   ⇒ Strumenti   ⇒ Servizi Online  ⇒ Servizi ICT di Ateneo


Segreterie studenti

https://www.polimi.it/it/studenti-iscritti/contatti/


Altre tipologie di Laboratorio sono presenti presso i Dipartimenti che erogano insegnamenti al Corso di Laurea in Ingegneria per l'Ambiente e il Territorio, si citano ad esempio:

  • Dipartimento di Ingegneria Civile e Ambientale;
  • Dipartimento di Elettronica Informazione e Bioingegneria;
  • Dipartimento di Architettura e Studi Urbani;
  • Dipartimento di Matematica.

11. Contesto internazionale

Politecnico di Milano e il Corso di Laurea Magistrale in Ingegneria per l'Ambiente e il Territorio


Il Corso di Laurea Specialistica in Ingegneria per l'Ambiente e il Territorio partecipa attivamente ai progetti generali e particolari dell'Ateneo quali:

  • Programmi Erasmus+
  • Progetto T.I.M.E.
  • Programma Unitech
  • Progetti Extra EU
  • Leonardo
  • Tirocini Internazionali
  • Erasmus Mundus
  • Accordi quadro
  • Accordi di scambio studenti
  • Accordi per Master
  • Accordi di Doppia Laurea

Il Politecnico di Milano è uno dei membri fondatori del programma T.I.M.E., istituito  nel 1988. Oggi le università tecniche europee ammesse al programma T.I.M.E. sono 46. Il programma permette agli studenti di ottenere la laurea in due Paesi diversi. Gli studenti hanno la possibilità di estendere il loro curriculum, sostituendo un anno nella sede d'origine con due anni nella sede ospitante per conseguire una doppia laurea.


12. Internazionalizzazione

Nel Corso di Laurea Magistrale IAT è attivo da qualche anno un percorso internazionale (PSPA): 

Environmental Engineering for Sustainability

con la possibilità di un semestre di studi presso il Campus di Piacenza.


Studiare all'estero:
Stage internazionali.
http://www.polimi.it/studenti/fai-unesperienza-allestero/stage-internazionali/

Informazioni sui programmi di scambio, progetti di doppia laurea e stage internazionali, progetti europei di ricerca e relazioni internazionali sono disponibili su:


Mobilità Internazionale
http://www.polimi.it/studenti/a-chi-rivolgersi/mobilita-internazionale/

13. Dati quantitativi

L'Osservatorio della didattica di Ateneo ed il Nucleo di Valutazione di Ateneo, avvalendosi anche del supporto degli osservatori della didattica delle Scuole, svolgono periodiche analisi sui risultati complessivi e sul livello qualitativo dell'attività didattica dei Corsi di Studio, monitorando le attività formative e l'inserimento del laureato nel mondo del lavoro. I rapporti e gli studi sono disponibili sul sito web del Politecnico di Milano.

14. Altre informazioni


15. Errata corrige